Home Tags Green hill

Tag: green hill

Green Hill: 8 maggio Giornata Mondiale contro la Vivisezione

1

I cuccioli salvati da Green Hill hanno fatto il giro del mondo. Questo accadimento importante ha smosso cuori e menti.

E proprio per questo motivo si è deciso di organizzare per martedì 8 Maggio la Giornata Mondiale contro Green Hill e la Vivisezione.

Perchè proprio l’8 maggio? Per il semplice motivo che l’indomani di questo evento, cioè il 9 maggio, saranno presentati gli emendamenti all’articolo14 riguardo la sperimentazione animale.

I senatori dovranno decidere il futuro della vivisezione. Ma il giorno prima gli attivisti di tutto il mondo urleranno il proprio dissenso.

Liberate gli attivisti di Green Hill, il grido silenzioso del WEB

0

Sono 12 le persone fermate per furto, violazione di domicilio e danneggiamento di proprietà privata, ma dal web si leva un grido silenzioso ma potente: “liberate gli attvisti”.

Ieri alla manifestazione contro la vivisezione 1000 attivisti hanno fatto irruzione e hanno liberato quasi 50 tra cuccioli e cagne adulte di beagle destinati alla vivisezione. Sono stati salvati da Green hill, il lager dove vengono allevati cuccioli che finiranno nei laboratori della Marshall Farm, ma ora 12 di loro rischiano grosso con un’accusa di rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, furto aggravato in concorso e violazione di domicilio aggravata.

La Lombardia vuole chiudere Green Hill

1

Le regione Lombardia promuove un progetto di legge a favore della chiusura di Green Hill, e si fa promotore di un movimento che lentamente sta prendendo coscienza. Il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni con l’On. Michela Vittoria Brambilla, ha presentato il progetto di legge regionale per vietare l’allevamento di cani, gatti e primati destinati alla vivisezione; primo firmatario, il Consigliere Giorgio Puricelli (PDL).

“Non è la prima volta che la Regione Lombardia si schiera contro gli allevamenti di animali destinati alla sperimentazione e a favore dei metodi alternativi di ricerca -dichiara Michela Kuan, responsabile nazionale LAV settore vivisezione –  E’ necessario che i diversi Gruppi Consiliari agiscano compatti e in coerenza con quanto fatto sino ad oggi per contrastare la vivisezione”.

La LAV: ecco chi ha votato a favore di Green Hill

0

Ed ecco l’ennesima denuncia della LAV contro i deputati che hanno votato contro la chiusura di Green Hill, Vi riporto interamente l’articolo della LAV, e Vi chiedo di leggere bene i nomi di chi è ancora a favore della vivisezione…. Purtroppo ci sono ancora troppe persone che non capiscono l’importanza di chiudere posti come Green Hill. Una denuncia forte quella della LAV, ma importantissima, la gente deve sapere chi è che vuole la vivisezione, chi vuole gli allevamenti di animaletti da sezionare e soprattutto perchè non si hanno chiare ne le torture (perchè di torture stiamo parlando) e neppure il fine, lo scopo di queste barbarie….

Scienza senza vivisezione, si può fare, si deve fare

2

Ci stiamo avvicinando sempre di più… un altro passo avanti nella ricerca è stato fatto senza la sperimentazione animale, due studi uno dell’università della California e uno dell’Universià di immunopatogenesi di Milano ci offrono la speranza di poter dire una volta in più che è possibile avanzare nella scienza senza cadere nelle barbarie della vivisezione animale.

A San Diego in California sono stati prelevati fibroblasti (cellule della pelle) da alcuni pazienti con la malattia di Alzheimer e sono stati “riprogrammati” per trasformarli in cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) che hanno dato vita a neuroni funzionanti. I ricercatori della San Diego School of Medicine hanno così creato in laboratorio dei modelli di neuroni umani affetti da Alzheimer, un lavoro che permetterà di studiare la malattia da materiale umano senza ricorrere ad animali.

Oggi votato il primo Si, un altro passo avanti contro la vivisezione

1

Vi voglio riportare le parole della LAV riguardanti l’approvazione dell’emendamento che prevede il divieto di allevare cani, gatti e primati su tutto il territorio nazionale destinati alla vivisezione. Adesso la chiusura di Green Hill è davvero vicina…
La chiusura di Green Hill, il divieto di alcune forme di sperimentazione sugli animali, l’incentivazione dei metodi alternativi, possono essere una realtà grazie al testo proposto dalla Commissione Affari Sociali di Montecitorio – dice la LAV – si tratterebbe di concreti passi in avanti, con nostro obiettivo l’abolizione della vivisezione, per controbilanciare i nefasti effetti della direttiva approvata a Bruxelles un anno e mezzo fa e che l’Italia deve recepire, volente o nolente, entro il novembre prossimo”.

Green Hill, il caso finisce nelle mani del Ministero dell’ Interno

0

Un problema di ordine pubblico o morale? Intanto il raduno di oltre 4mila persone proprio a Montichiari davanti all’ allevamento di Beagle tristemente famoso per destinazione alla vivisezione, ha spinto il sindaco, Elena Zanola, a prendere la situazione in mano: «Ho pensato spesso di chiudere Green Hill per motivi di ordine pubblico. Devo solo capire se rientra tra le mie possibilità».

Ecco perchè il sindaco la settimana prossima parteciperà ad un incontro al Ministero dell’ Interno: «Ho scritto al Viminale per trovare una soluzioneMontichiari non può più essere presa d’assalto da questi manifestanti». La Zanola ha spiegato anche che ammira coloro che hanno raccolto le firme e che si farà carico della loro petizione per portarle a Roma dove il Parlamento dovrà occuparsene.