Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Green hill

Tag: green hill

Green Hill: sentenza storica! 6.023 beagle morti ma gli altri saranno liberi per sempre!

0

Beagle-Green-Hill

Altra vittoria per gli animalisti nella lunga battaglia contro Green Hill, l’ex-allevamento di beagle destinati alla vivisezione, appartenente alla multinazionale americana Marshall Farms Group e sito a Montichiari (Bs).

Lo scorso 23 gennaio la prima Sezione penale del Tribunale di Brescia ha condannato ad un anno e sei mesi sia Ghislan Rondot, co-gestore di “Green Hill 2001”, che Renzo Graziosi, veterinario dell’allevamento, per il reato di maltrattamento e di uccisione di animali. Pena più lieve (un anno) per il direttore Roberto Bravi, mentre l’altro co-gestore, Bernard Gotti, è stato assolto per non aver commesso il fatto.

Ecco cosa fanno i Beagle che per la Prima volta Vedono il Sole e l’Erba [Video]

0

Il 6 Maggio, Beagle Freedom Project ha salvato nove beagles da un laboratorio in Nevada. Questi cani avevano vissuto la loro intera vita in un box senza mai uscire, senza mai vedere la luce del sole. Usati per svariati test non sapevano cosa fosse una carezza, non sapevano cosa fosse l’erba, non sapevano cosa volesse dire giocare, correre, annusare, saltellare…

Il Freedom Beagle Project è nato per eliminare la sofferenza di questi cani, in quanto sono la razza più popolare per l’uso in laboratorio a causa della loro personalità amichevole, della loro docilità, della loro fiducia, della loro capacità di perdonare, insomma perché sono dei cani gradevoli e buoni.

Green Hill: adottati i primi 300 beagle, duemila i cuccioli in affido ancora provvisorio

0

Si alimenta la speranza per i cuccioli di beagle che, nell’estate del 2012, furono sequestrati dall’allevamento di Green Hill di Montichiari (Brescia), accusato di maltrattementi e soppressione di animali.

Un momento magico per il mondo ambientalista, non solo perchè quel momento segnò la liberazione di ben 2.639 cuccioli di beagle destinati ai laboratori, ma anche perchè quel momento si rivelò una tappa fondamentale nella lotta contro la vivisezione in Italia.

La procedura è ancora agli inizi e la strada da percorrere è ancora molto lunga, ma le belle notizie non tardano ad arrivare: la Procura della Repubblica di Brescia ha infatti messo definitivamente in salvo i primi 300 cuccioli di beagle.

Menarini rinuncia ai beagle per la sperimentazione

0

Siiii!!!!! Finalmente ottime notizie!!

Menarini ha rinunciato alla sperimentazione sui beagle arrivati dal Belgio.

Dopo due giorni di assedio alla Research Toxicology Centre di Pomezia finalemente arriva il comunicato della ditta: “Il Consiglio d’Amministrazione di RTC ha deliberato di rinunciare alla sperimentazione, pur obbligatoria, per la quale sono stati richiesti i cani, che renderà disponibili per l’affido a privati” .

Potete leggere cosa stava succedendo in questo articolo –>> Beagle sdoganati a Fiumicino per essere vivisezionati: Fermiamo questi viaggi di morte

Beagle sdoganati a Fiumicino per essere vivisezionati: Fermiamo questi viaggi di morte

0

Tre associazioni, Freccia 45, Comitato Montichiari Contro Green Hill e Coordinamento Fermare Green Hill, hanno comunicato l’arrivo di 8 cani dal Belgio, e i beagle sono arrivati oggi giovedì 7 marzo 2013 all’aeroporto di Fiumicino.

Otto cani destinati alla sperimentazione.

Abbiamo saputo ora dal comitato Montichiari Contro Green Hill che i BEAGLES sono stati SDOGANATI a Fiumicino e ci sono attivisti sul posto che stanno fermando e fermeranno tutti i camion che arrivano alla Menarini. Sulla loro pagina Facebook si legge:

Green Hill, una storia di libertà

0

Green Hill, una storia di libertà” è il titolo del documentario presentato ieri a Milano e accolto da un lungo applauso. Il produttore del cortometraggio è la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, e racconta la storia dell’ ’assedio’ a Green Hill.

Un documentario per testimoniare come una protesta fatta dalle persone che si uniscono in uno scopo comune possa portare alla liberazione di quasi 7200 anime, possa portare alla salvezza di cuccioli pelosi nati per essere sezionati e torturati nei laboratori di tutta Europa.

Green Hill, rimossi i sigilli

0

Nella giornata di ieri la polizia giudiziaria ha rimosso i sigilli a Green Hill, per via del provvedimento col quale il tribunale del riesame aveva annullato il sequestro preventivo della Procura di Brescia sulla struttura di Green Hill e sui cani.

Green Hill dissequestrata

0

Un attimo di puro panico quando ho letto la notizia che il Tribunale del Riesame di Brescia ha accolto il ricorso di Green Hill contro il provvedimento di sequestro preventivo disposto dalla Procura di Brescia. L’allevamento di cani beagle per la sperimentazione di Montichiari, nel Bresciano, viene così DISSEQUESTRATO.  

Per fortuna rimane il sequestro probatorio degli oltre 2639 beagle salvati e quindi gli animali rimangono nelle famiglie che li hanno accolti, garantendo loro una vita serena.

Giorgia sostiene la LAV e lancia un video-messaggio

0

Notizie dalla LAV, anche Giorgia sostiene la Lega Antivivisezione nella sua campagna per i cani di Green Hill e in favore di una ricerca incruenta che non preveda l’uso di animali.

L’artista ha realizzato un video-messaggio nel quale, facendo proprio l’appello “Mai più Green Hill”, invita a non abbassare la guardia, ora che l’allevamento di Montichiari (Bs) è stato svuotato e i 2639 cani beagle che vi erano rinchiusi, hanno scoperto la gioia di una vita in famiglia.

Il video-messaggio di Giorgia, diffuso sul sito LAV e sui principali social network, fa da cornice alla notizia della decisione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Brescia di trasformare il sequestro dei cani da probatorio a preventivo, inserendo nel provvedimento anche la struttura e confermando così il blocco delle attività.

Green Hill: I cani staranno con le loro famiglie!

0

E’ veramente con le lacrime agli occhi che vi copio pari pari un comunicato stampa della LAV, sono lacrime di gioia per i 2639 beagle di green hill che continueranno la loro nuova vita presso le famiglie che li hanno accolti!!!!

 

“Un altro fondamentale passaggio per far emergere tutta la verità su Green Hill, la conferma che i 2639 beagle usciti dall’allevamento continueranno a vivere con le loro nuove famiglie; continua l’impossibilità materiale di riprendere la produzione di cani per la vivisezione”. Così la LAV commenta la decisione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Brescia, su richiesta della Procura di Brescia di disporre il sequestro preventivo dei cani, già sotto sequestro probatorio, inserendo nel provvedimento anche la struttura.