Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Leggende

Tag: leggende

Magica Cornovaglia, la Parte più Bella dell’Inghilterra

0

La Cornovaglia si trova a sud nella parte occidentale della Gran Bretagna, è la penisola che si protende verso l’Atlantico, anticamente dominata dai romani ma tornata poi indipendente sotto la guida dei Celti; ricca di giacimenti di stagno, occupò un ruolo fondamentale nella produzione di attrezzature per l’agricoltura, tanto che nel diciottesimo e diciannovesimo secolo le attività estrattive modificarono l’aspetto del territorio tanto che nel 2006 l’UNESCU ne ha riconosciuto l’importanza aggiungendolo ai Patrimoni dell’umanità con il nome di Paesaggio minerario della Cornovaglia e del Devon occidentale.

Storia e Leggenda degli Gnomi da Giardino

0
Gnomi da giardino

C’è chi li ama e chi li odia e anche chi li vuole “liberare”, sono gli gnomi da giardino, piccole statuette colorate a forma di ometti panciuti e barbuti con un buffo cappello a punta.

La loro storia così come la conosciamo noi comincia nel lontano 1800 in Germania, nell’area mineraria della Turingia, dove apparvero per la prima volta degli gnomi o nanetti di argilla, ma solo nel 1874 vennero utilizzati per la prima volta per decorare i giardini inglesi grazie a Sir Charles Isham che li importò dalla Germania per il proprio giardino; i più famosi produttori di gnomi furono Philipp Griebel e August Heissner che portarono i loro personaggi in tutto il mondo. Ma già nel 1400 rappresentazioni di nani costellavano le ville rinascimentali e manieriste con figure più grottesche e deformi.

Le leggende più belle degli Aborigeni e i loro insegnamenti

0
aborigeni-australiani

Con l’espressione aborigeni ci si riferisce alle popolazioni autoctone dell’Australia, non a caso la parola aborigeno deriva dal latino ab e origine, a significare “fin dall’origine”. Queste popolazioni entrarono in contatto per la prima volta con i colonizzatori europei nel tardo XVIII secolo, quando si dedicavano ancora alla caccia e alla raccolta.

Non si sa molto sulle loro origini, alcuni ricercatori ritengono siano arrivati in Australia 50.000 anni fa dall’Indocina, secondo altri 60.000 anni fa. A quanto pare la nudità presso gli aborigeni non era affatto considerata sconveniente: gli uomini di età compresa fra i 30 e i 50 anni mostravano gli organi digitali, dimostrando così la loro maturità, ma coprivano le natiche. Le donne si vestivano solitamente con tuniche. I giovani con età tra i 18 e i 29 anni rimanevano completamente nudi, scoprendo anche le natiche, mentre i giovanissimi erano soliti coprire solo i genitali.

Cosa ci insegna il colibrì

0

Il colibrì oltre a essere un uccello bellissimo, è ritenuto un animale magico. Ne erano convinti, stando a un’antica leggenda, i Maya, che gli attribuivano potere curativo per via dell’amore che questo uccello trasmette alle persone che vi entrano in contatto. Ma in realtà le leggende che lo riguardano sono molteplici, numerosi popoli lo hanno infatti dipinto come animale di potere, in grado di aiutare le persone in difficoltà o come messaggero degli dei.

Fate dell’acqua e folletti del bosco visibili solo a chi ha il cuore puro

0

Spiriti dei corsi d’acqua, gnomi, folletti, diavoli, sono tante le creature fantastiche che abitano le aspre terre del Friuli Venezia Giulia, espandendosi in alcuni casi fino al vicino Veneto. Dalle Agane, ambigue ninfe protettrici dei corsi d’acqua, ai famosi Sbilfs, folletti di varie tipologie molto attaccati alla natura ma anche terribilmente dispettosi con gli uomini, fino ad arrivare ai Guriuz. Scopriamo i segreti del piccolo popolo friulano.

LE AGANE O AGUANE

San Nicola è il Vero Babbo Natale: una Storia da Leggere ai Bambini

0
San Nicola

San Nicola, vescovo di Myra, è uno dei santi più conosciuti ed amati, difensore dei deboli e di coloro che subiscono ingiustizie; è il protettore delle fanciulle che si stanno per sposare e dei marinai, e ancora più conosciuto in Occidente per il suo amore verso i bambini.

San Nicola nacque intorno al 260 d.C. a Patara, un’importante città della Licia, attuale Turchia, si trasferì a Myra dove venne ordinato sacerdote e alla morte del vescovo metropolita di Myra, intorno all’anno 300 dopo Cristo, venne acclamato dal popolo come nuovo vescovo. La sua storia è tutta velata da molti misteri come la morte dei genitori che si presume avvenne a causa della peste, i quali però, pare, gli lasciarono un ricco patrimonio che lui distribuì tra i poveri.

Il Significato dell’Arcobaleno, il Legame tra Cielo e Terra

0
Arcobaleno

Nella Genesi (9,13) l’arcobaleno è un segno del patto tra Dio e l’umanità: si narra infatti che Dio lo fece apparire nel cielo dopo la sopravvivenza di Noè e della sua Arca al diluvio universale, come promessa che non avrebbe mai più inondato la terra.

Per gli egizi erano le sette stole di Iside mentre per i babilonesi erano la collana di Ishtar tempestata di pietre iridate mentre in Tibet si credeva che rappresentasse il legame tra cielo e Terra: attraverso una scala scesero i primi sovrani del regno (in particolare Buddha) e alla loro morte i loro corpi si trasformavano in arcobaleni tornando nel regno dei cieli.

La Simbologia della Tartaruga: Una Connessione tra Cielo e Terra

0
Simbologia della Tartaruga

Il più antico fossile di tartaruga rinvenuto risale a 215milioni di anni fa, questo fa pensare che questo animale possa aver attraversato intere ere senza subire l’estinzione che ha invece portato alla fine dei dinosauri; ed è proprio per questa sua peculiarità che la tartaruga è da sempre considerata un animale speciale, un simbolo di connessione tra la terra e il cielo, saggezza e immortalità: infatti il suo carapace tondeggiante rappresenta la cupola celeste, il Cielo, mentre la parte inferiore, piatta, rappresenta la Terra; la sua capacità di adeguarsi, e sopravvivere per milioni di anni la rende saggia e praticamente immortale.

Leggenda Sioux sulle relazioni di coppia: il vero amore unisce ma non vincola

0

Nel libro “American Indian Stories”, l’autrice Sioux Zitkala-Sa, ha raccolto una serie di racconti e leggende del suo popolo d’origine. Fra questi una curiosa leggenda riguardante le relazioni di coppia.

La leggenda racconta che un mattino una coppia di indigeni Sioux raggiunse lo sciamano del villaggio. Il ragazzo era un guerriero molto coraggioso, la ragazza una donna decisa molto innamorata del futuro sposo. I due chiesero consulto allo sciamano perché temevano che la loro relazione potesse in futuro spezzarsi e volevano quindi che lo stregone fornisse loro una protezione. Lo sciamano prese la mano della ragazza e le disse che per far durare la relazione, avrebbe dovuto salire su una collina catturando con le mani il più forte falco, per poi riportarglielo vivo il terzo giorno dopo la Luna piena. Il ragazzo avrebbe dovuto scalare una montagna e prendere l’aquila più vigorosa e selvaggia, quindi portarla allo sciamano lo stesso giorno in cui la ragazza avrebbe portato il falco.

Il Mito di Atlantide di Platone: Realtà o Leggenda?

0

Al di là di quello stretto di mare chiamato Le Colonne d’Ercole, si trovava allora un’isola più grande della Libia e dell’Asia messe insieme, e da essa si poteva passare ad altre isole, e da queste isole alla terraferma di fronte. In quell’isola chiamata Atlantide v’ era un regno che dominava non solo tutta l’isola, ma anche molte altre isole nonché alcune regioni del continente al di là: il suo potere si spingeva, inoltre, al di qua delle Colonne d’Ercole; includendo la Libia, l’Egitto e altre regioni dell’Europa fino alla Tirrenia.” Crizia, Platone