Home Tags Leggende

Tag: leggende

Mano di Fatima: la Leggenda del Simbolo della Femminilità

0
ciondolo raffigurante la mano di fatima
Credit foto © Pixabay

La Mano di Miriam o Mano di Fatima, anche nota come Hamsa o Khamsa, significa “cinque” e nelle religioni ebraica e musulmana ha un valore sacro: è un simbolo riconducibile ai primi culti sumerici e babilonesi, prima conosciuta come Inanna e poi Istar, divinità femminili legate alla fertilità, all’amore carnale e alla bellezza e anche alla fecondità della Terra.

Questo amuleto ha la forma di una mano aperta e viene spesso utilizzato come protezione dalle malvagità e dal malocchio.

Legata alla cultura ebraica proprio per questa sua rappresentazione delle cinque dita come i cinque libri della Torah [Genesi (Bereshit), Esodo (Shemot), Levitico (Vayikra), Numeri (Bamidbar) e Deuteronomio (Devarim)], spesso le vengono incise sopra delle preghiere come la Shemà (preghiera della liturgia ebraica), la Birkat HaBayit (Benedizione della casa) o la Tefilat HaDerech (Preghiera del viaggiatore).

Arlecchino e il Vestito dell’Amicizia

0

La storia di Arlecchino nasce tra i banchi di scuola, dall’amicizia dei bambini. Si narra infatti che una volta in una scuola ci fosse un bimbo molto povero di nome Arlecchino; questo bimbo viveva solo con la sua mamma in una casetta piccina illuminata solo da una candela. Un giorno, mentre si avvicinava la festa del Carnevale, la maestra disse ai suoi alunni di procurare ciascuno un costume per la festa in maschera!

Tutti i bambini ne furono entusiasti, anche il povero Arlecchino, pur sapendo che la sua mamma non avrebbe mai potuto comprare un costume, nonostante tutto si sarebbe divertito a vedere gli altri bimbi in maschera…

Leggende della Regina d’Autunno: La Castagna

0
castagna

castagna

❝C’è un frutto rotondetto,
di farina ne ha un sacchetto,
se lo mangi non si lagna:
questo frutto è la castagna.

La castagna è proprio buona,
è lucente, un po’ birbona:
giù dal riccio schizza via:
se ti coglie, mamma mia!

La castagna in acqua cotta
prende il nome di ballotta;
arrostita e profumata
prende il nome di bruciata.

Se la macini è farina
dolce, fine, leggerina:
se la impasto cosa faccio?
Un fragrante castagnaccio!❞

La castagna è il simbolo indiscusso dell’autunno, con il suo color marrone, i suoi ricci e il suo profumo quando viene arrostita e il suo sapore inconfondibile, insomma una vera festa per i sensi!

“Il leone e il suo riflesso”: quando la paura ci fa vivere a metà

0

“Il leone e il suo riflesso” è un breve racconto dedicato a tutti coloro che troppo spesso si lasciano condizionare dalla paura di ciò che potrà accadere, dal riflesso di un pericolo che altro non è se non la proiezione dei nostri stessi timori.

L’insicurezza, un’eccessiva sensibilità, i traumi vissuti, possono portarci a proiettare al di fuori di noi paure e timori che assumono la forma di pericoli, i pericoli a loro volta diventano impedimenti, impedimenti al nostro agire, al nostro essere liberi e padroni di noi stessi.

Folklore e Leggende sul Pettirosso

0

Si dice che un pettirosso che appare alla finestra annunci l’arrivo del freddo e della neve, questo piccolo animale il cui nome scientifico è Erithacus rubecula (Linnaeus, 1758) è un  passeriforme della famiglia dei Muscicapidae; il suo canto lo si può udire per tutto l’inverno ed è a detta di molti un simbolo di rinascita in quanto per molto tempo fu l’uccello simbolo dell’anno nuovo.  

Rosa: storia, leggende e ricette

0
Rosa Rossa

Rosa Rossa

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito.
~ Antoine de Saint-Exupéry

❝Flora, dea della primavera e dei fiori, aveva domandato agli altri Dei di aiutarla a trasformare la sua amica defunta, nella Regina dei Fiori. Un dio le aveva ridato la vita, un’altro l’aveva immersa nel nettare, un’altro le aveva dato il profumo, un’altro il frutto, e la dea Flora le aveva donato i petali. Il risultato era stato, naturalmente, la Rosa.❞

La Fiaba della Nascita dei Papaveri

0
papaveri rossi nel campo
Credit foto © Pexels

Il papavero lo vediamo in primavera spuntare timoroso in mezzo alle spighe di grano, come un fermaglio rosso tra i capelli di una principessa bionda, sui bordi di strade e ferrovie oppure nei prati verdi puntinati di mille colori, ma lui spicca con la sua conformazione esile e con il suo colore acceso.

papaveri rossi nel campo
Credit foto
© Pexels

Simbolo di pigrizia, il papavero rosso è da sempre conosciuto per le sue proprietà sedative e antispasmodiche, si narra che una volta gli amanti usassero prendere in mano un petalo di papavero e che se stretto nel pugno scrocchiava allora era segno di fedeltà verso il partner.