Home Tags Africa

Tag: africa

Partorisce incatenata, la storia drammatica di una prigioniera eritrea: firmate la petizione!

0

Torture di ogni genere, tra scariche elettriche, ustioni, stupri e violenze, in attesa che i familiari dei migranti rapiti paghino il riscatto chiesto dai trafficanti di esseri umani.

Queste la sorte di migliaia di persone che, dall’Africa Orientale, vengono ogni anno rapite da organizzazioni criminali di trafficanti di esseri umani, per poi essere torturate nel Sinai egiziano fino a che le loro famiglie, disperate, non riescono a pagare riscatti esorbitanti per la loro libertà.

I migranti vengono rapiti durante la traversata e vengono presi in ostaggio in attesa che familiari, amici o altre persone paghino il riscatto.

Africa: una terra in vendita. Sapete cos’è il land grabbing?

1

Xai Xai, questo il nome decisamente troppo orientale, di una città africana nel sud del Mozambico che precedentemente aveva avuto un nome portoghese  (in epoca colonialista), ora cambiati gli “acquirenti” cambiato il nome, questa città come molte altre e come molti villaggi, è stata rilevata, o sarebbe meglio dire acquistata dalla Cina.

Xai-Xai rientra tra in uno dei 902 contratti transnazionali firmati nel mondo tra governi locali e paesi stranieri acquisitori che hanno come oggetto di scambio terreni  e villaggi e quindi, inevitabilmente, anche la popolazione locale che ha come unica alternativa quella di abbandonare casa e terra. I contratti transnazionali permettono  la cessione del terreno ad un investitore straniero che lo userà per coltivare e/o costruire o quant’altro, in tutto il mondo sono circa 33 milioni gli ettari di terra ceduti in questo modo.

L’Africa si “Rompe”, Nasce un Nuovo Oceano

0

Ad affermare una cosa così, che ha quasi dell’incredibile, è Carolina Pagli dell’Universita’ di Plymouth: “Il continente africano si sta rompendo per formare un nuovo oceano“.

I dati sismici sull’Afar Etiopico sono stati presentati a Geoitalia 2013, dal 16 al 18 settembre a Pisa da Derek Keir dell’Universita’ di Southampton. Oltre 1000 scienziati di alto profilo, provenienti da tutto il mondo, hanno illustrato ricerche su temi riguardanti le geoscienze.

Cacciatore di elefanti ucciso dalla sua stessa preda

0

In Africa il mercato illegale dell’avorio non cessa purtroppo la sua crudele attività.

Ogni giorno elefanti e rinoceronti vengono uccisi per le loro corna e zanne. La richiesta mondiale di avorio è in crescita e di conseguenza aumentano anche i bracconieri che illegalmente si intrufolano nei parchi protetti e fanno una strage di questi animali.

Ed è quello che è accaduto nello Zimbabwe: qualche mese fa tre cacciatori d’avorio si sono introdotti nel Charara National Park ma uno di loro è stato ucciso da un elefante che improvvisamente lo ha travolto uccidendolo. Probabilmente ha visto che l’uomo voleva sparargli e si è difeso.

Ecco perchè i bimbi africani non piangono

9

mamma_africana2

Ho tradotto per voi questa splendida storia di J. Claire K. Niala una donna africana che vive nel Regno Unito e che racconta i primi mesi della sua vita insieme a quella della sua bambina, racconta di come non è stato facile e di come ha affrontato le difficoltà ma soprattutto racconta di come ha capito che bisogna saper “leggere” i nostri figli…

Sono nata e cresciuta in Kenya e Costa d’Avorio e dall’età di 15 anni ho vissuto nel Regno Unito. Tuttavia, ho sempre saputo che volevo crescere i miei figli (quando li avrei avuti) a casa in Kenya. Si ero certa che ne avrei avuti.

Tippi, la bambina cresciuta con gli animali della savana

2

Tippi è nata e cresciuta nella meravigliosa Africa. I suoi genitori sono francesi ma lavoravano come fotografi naturalisti in Namibia.

Il rapporto che la piccola è riuscita ad instaurare con gli animali in libertà è stato fin da subito sorprendente, tanto che i suoi genitori hanno deciso di lasciarla vivere in armonia con la natura a 360 gradi. Vederla accarezzare tranquillamente un ghepardo o giocare con un serpente o ancora cavalcare un elefante è formidabile: è come se conoscesse il linguaggio degli animali, anche dei più pericolosi.

Lo scoiattolo si sente in pericolo: la sua reazione è da film [Video]

1

La nuova serie di documentari dedicata all’Africa  in onda su BBC One è davvero meravigliosa: i luoghi sono splendidi e anche gli animali che li abitano. In una puntata presso il deserto del Kalahari, nell’Africa meridionale c’è un momento particolare che sembra un vero e proprio cartone animato.

Un leopardo si lascia sfuggire il pasto: la fortunata gazzella infatti riesce a salvarsi la vita. Il leopardo, allora, affamato si guarda intorno per trovare altro cibo ma riesce a vedere solo un piccolo scoiattolo che sta tranquillamente rosicchiando qualcosa da mangiare.

La meravigliosa storia del leone Christian

0

Sembra una favola ed invece è realtà.

Nel 1969 a Londra due ragazzi australiani videro un vero cucciolo di leone in vendita da Harrods. Vedendolo chiuso da solo in quella gabbia decisero di prenderlo per dargli una vita migliore.

Lo chiamarono Christian e riuscirono ad allevarlo nel prato vicino ad una chiesa, grazie al consenso del vicario.

Ben presto, però, Christian divenne grande e quel piccolo spazio non andava più bene per lui. Decisero di reintegrarlo in Africa. I ragazzi non lo abbandonarono ma aiutarono attivamente questo difficile passaggio nella natura.

Donne Etiopi sterilizzate per entrare Israele

0

I contraccettivi iniettabili sono il metodo principale di pianificazione familiare in Africa sub-sahariana e hanno svolto un ruolo importante nel recente aumento della diffusione dei contraccettivi nella regione. L’Etiopia è il secondo paese più popoloso dell’Africa, con i più alti livelli di fertilità in zone rurali e tra le donne più povere e meno istruite. Le donne etiopi considerano i contraccettivi iniettabili il loro metodo preferito di contraccezione, non per questo devono essere costrette o ancor peggio imposto di nascosto.

Le donne Etiopi che emigrano in Israele vengono sottoposte a trattamenti medici contraccettivi forzati o fatti passare per normali vaccinazioni.

Coltan: il tuo cellulare è coperto di sangue, lo sapevi?

3

Che bello l’ultimo cellulare… e il tablet? Li voglio. Ma non so cosa c’è dietro, immagino gente china in laboratori quasi sterili che monta e assembla, ma non so cosa c’è dietro. Immagino gente che vestita di bianco li testa, li tocca coi guanti per nonfarci rimanere le impronte, ma non so cosa c’è dietro…. Già perchè dietro al mio bel cellulare c’è una guerra, c’è del sangue versato, popolazioni che si combattono, bambini sfruttati.… E voi lo sapevate?