Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Lettura

Tag: lettura

“Qualcosa” Di Chiara Gamberale: Un Libro-Poesia Per L’Anima

0

Qualcosa” di Chiara Gamberale: un libro che è un po’ un romanzo, un po’ una fiaba, un po’ un manuale di vita, un po’ la storia di ognuno di noi. Pubblicato dalla casa editrice Longanesi nel 2017 e splendidamente illustrato dalle immagini di Tuono Pettinato, racconta in modo impeccabile e coinvolgente la storia di una principessa e del suo viaggio fuori dal regno del conosciuto e dentro di sé.

PERCHÈ SCEGLIERLO?

Cercasi Volontari Disposti A Donare La Propria Voce Per AudioLibri Ai Non Vedenti

0
audiolibri

Ho la casa piena di libri, ho un tablet pieno di e-book, mi piace leggere, ogni cosa, divoro le pagine con energia, non importa il formato basta che ci sia qualcosa che stimoli la mia mente. C’è chi asserisce che un e-book non sostituirà mai il piacere di tenere in mano un libro vero, di sfogliarne le pagine, toccare la carta e annusarne il profumo… c’è anche chi dice che gli e-book siano meglio perché non serve abbattere alberi per produrli e occupano meno spazio… ma c’è anche chi i libri non può più leggerli o non ha mai potuto. Potete immaginare un mondo in cui la vostra sete di conoscenza o curiosità non può trovare una fonte dove dissetarsi? Voi direte ma è impossibile, chiunque può avere accesso ad un libro o un e-book, anche solo ad un giornale… ma c’è qualcuno che nonostante possa prendere in mano un libro, sfogliarlo o annusarlo non potrà mai leggerlo, sono le persone ipovedenti.

Biblioterapia: la lettura che guarisce e ti fa vivere meglio

0

Avete mai sentito parlare di biblioterapia? Ebbene sì, la lettura può diventare terapeutica in quanto strumento di crescita individuale e collettiva, che consente di acquisire conoscenze, promuovere consapevolezza, allargare gli orizzonti. Peccato che nel Bel Paese non vada di moda.

Secondo l’Istat il 42% degli italiani sfoglia almeno 1 libro all’anno ma solo il 13,7% rientra nella categoria dei lettori assidui, che leggono in media 1 libro al mese.

Se la lettura fosse popolare quanto l’osannato benessere, si scoprirebbe presto che oltre a renderci più informati, anch’essa fa bene alla mente e al cuore. Stando a uno studio pubblicato sulla rivista Neurology, leggere stimola infatti l’attività cerebrale incrementando la connettività, migliorando la memoria e le diverse funzioni cognitive. E poi emoziona!

L’incanto di Leggere e Scrivere secondo il Metodo Naturale

0

“…dato che la maggior parte della gente legge soltanto se lo trova valido a livello personale, tutti gli sforzi compiuti fin dall’inizio per insegnare a leggere dovrebbero essere rivolti a ciò. Purtroppo, la lettura è invece insegnata il più delle volte come capacità di decifrare…”

“…Noi insegniamo ai bambini a leggere nella speranza che quando leggono avrà in futuro un significato per loro. Ma è molto meno facile che una capacità che non sia stata intrinsecamente ricca di significato fin dagli inizi del suo apprendimento diventi ricca di significato in un secondo tempo, specie se paragonata a un’attività che abbia fatto vibrare fin dall’infanzia le corde più profonde del nostro essere”.

Leggere fa Bene alla Salute, Ecco Perchè

0
Leggere fa Bene

Eurostat è l’ufficio statistico dell’Unione Europea la cui missioni è darci statistiche di alta qualità su ogni sorta di argomento. Siamo andati a vedere quelle sulla LETTURA.

Leggere fa Bene

Si sa bene che in Italia si legga poco, ma chi in particolare sta leggendo pochissimo?
Le persone sopra i 55 anni
Solo un over 55 su due ha dichiarato di aver letto ALMENO un LIBRO negli ultimi dodici mesi.
Fanno peggio di noi solo i greci, i portoghesi e i rumeni, fanalino di cosa in Europa.

La Storia della Biblioteca Mattia Pustorino che Regala Sogni

0

E’ arrivata in redazione una lettera molto bella, non soltanto per i complimenti che quelli ci fanno sempre piacere e leggiamo sempre con orgoglio, visto che ci spronano a fare sempre meglio e a rendere i contenuti del nostro portale sempre più interessanti, ma perché è la storia di una donna che dal nulla ha creato la biblioteca Mattia Pustorino dove i giovani potessero incontrarsi, leggere e sognare.

La lettera la trovate di seguito e vi consiglio di leggerla tutta perché è un vero insegnamento di vita, una nota di positività che in questo periodo è indispensabile per continuare ad andare avanti, a credere in un futuro migliore.

Little Free Libraries le Mini Librerie per la Condivisione Gratuita

0
LittleFreeLibrary

Sembrano casette per gli uccellini ma invece che contenere cibo o dare rifugio agli animaletti, danno rifugio ai libri, sono le Little Free Libraries che stanno spopolando oltreoceano, un modo per condividere la cultura e allargare i propri orizzonti letterari.

Si tratta di piccole costruzioni che spuntano un po’ ovunque, vicino alle case, vicino ai locali o vicino a punti di interesse, contengono dei libri che chiunque può prendere in prestito o chiunque può lasciarne qualcuno a disposizione, è un modo carino per scambiarsi libri gratuitamente.

Little Free Library

Antiprincipesse: Frida Kahlo in un libro per bambini

0

❝Principesse? No, grazie. Noi vogliamo le donne vere.❞

Sembrano dire questo i libri per bambini di Nadia Fink, illustrati da Pitu Saà, senza fronzoli senza invenzioni, sì avete capito bene senza invenzioni perché le protagoniste sono donne realmente esistite, donne che hanno fatto la storia, donne forti e di carattere che non avevano bisogno del principe azzurro per salvarsi: sono le #Antiprincipesse.

Frida Kahlo

La prima anti-principessa che la scrittrice ha voluto pubblicare non poteva non essere che la straordinaria artista Frida Kahlo simbolo perfetto per la diffusione della cultura dell’America Latina, un altro degli scopi della Fink.

La lettura: consigli Montessori per stimolarla

0
Studio shot of girl with book

“Io chiamo lettura l’interpretazione di un’idea, da segni grafici. Il bambino che non ha sentito dettare la parola e che la riconosce vedendola composta sul tavolino con lettere mobili, e sa dire cosa significa (è un nome di bambino, di città, di un oggetto ecc.), quegli legge” (Maria Montessori)

Spesso siamo portati a pensare che un bambino che sa scrivere sappia anche leggere. In realtà le due cose non sono strettamente correlate. Un bambino che sa scrivere sa mettere insieme diversi suoni, un bambino che sa leggere sa interpretare il senso e il significato della parola letta. Badate bene che pare sia la stessa cosa ma in realtà non lo è.

Leggere rende più empatici

0
leggere rende più empatici

leggere rende più empatici
Si è sempre detto che leggere accresce la cultura ma fa anche molto di più: leggere rende più empatici; a dimostrarlo ci sono degli studi pubblicati nel 2006 e nel 2009 da  Raymond Mar, uno psicologo della York University in Canada, e Keith Oatley, professore emerito di psicologia cognitiva presso l’Università di Toronto.

Questi due illustri personaggi riescono a dimostrare come gli individui che leggono spesso narrativa sembrano essere maggiormente in grado di capire gli altri ed entrare in empatia con loro vedendo e percependo il mondo dalla loro prospettiva. Inoltre il collegamento è anche inverso, chi è più empatico, potrebbe avere voglia di leggere più romanzi rispetto agli altri. Questa connessione tra empatia e lettura è stata riscontrata anche nei bambini, le storie che vengono lette ai bambini li rendono più acuti nel “sentire” gli altri.