Home Tags Inquinamento

Tag: inquinamento

India: due miliardi di alberi contro l’inquinamento

0

Inquinamento-alberi

L’India è tra i Paesi più inquinati al mondo.

Un progetto davvero molto interessante che ha il triplice obiettivo di rispettare e salvaguardare l’ambiente, la popolazione che lo popola e che vuole essere un’occasione di lavoro per i numerosi giovani disoccupati. Un progetto contro l’inquinamento.

E’ questo, infatti, quanto avverrà in India, uno dei Paesi di maggiore sviluppo economico ma che, di contro, per favorire una tale industrializzazione ha dovuto sacrificare quanto di “verde” ci sia nel luogo.

Tant’è che la capitale New Delhi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è la città più inquinata del mondo.

inquinamento

Olio esausto: voi dove lo buttate?

1
olio vegetale esausto

Spesso siamo abituati a gettare nello scarico del lavandino l’olio esausto usato per cucinare. Un errore che non dobbiamo più fare: vi spieghiamo il perchè grazie ad un progetto davvero utile ed interessante.

RECOIL è un progetto realizzato in con il contributo dello strumento finanziario LIFE+ della commissione europea.

Ma cos’è il progetto RECOIL?

Come tutti sanno l’olio minerale delle auto deve essere smaltito secondo rigide normative, questo perché è un potente inquinante. Ma se ci fermiamo a pensare un attimo possiamo capire che anche l’olio vegetale esausto, cioè usato, cotto e a volte bruciato, è anch’esso un rischio per l’ambiente, soprattutto perché viene considerato come un normale rifiuto e la maggior parte delle persone lo getta nel lavandino dopo l’uso.

Auto: entro 10 anni spariranno da Helsinki

0

Helsinki-auto

Una città senza auto? E’ possibile ed il sogno si potrebbe realizzare a breve.

Fra dieci anni il sistema di trasporto pubblico a Helsinki sarà molto diverso da quello attuale. Il servizio sarà gestito da operatori del trasporto, che faranno in modo di soddisfare le esigenze del cittadino che potrà richiedere ciò di cui ha bisogno con un semplice clic.

Questo sistema non riguarderà solo il trasporto pubblico all’interno della città, ma anche bike sharing, traghetto, carpooling, treno, taxi o tasse di parcheggio nel centro della città.

Auto ad aria Compressa Zero emissioni e Costi ridotti [Video]

0

Autoblog-TuttoAuto-Eolo-auto-l-auto-con-aria-compressa

Auto ad aria compressa, con zero emissioni, zero inquinamento, zero petrolio… non è un sogno, ma un progetto elaborato più volte, realizzato ed è ora realtà.

Uno dei personaggi della storia di queste auto etiche è Cyril Guy Nègre un ingeniere francese che progettava i motori per le auto da Formula 1.

Nègre presentò nel 2001, al Motorshow di Bologna un’automobile, da lui definita come rivoluzionaria, funzionante con un motore ad aria compressa, costruita interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e resina, leggerissima ed ultraresistente. Il nome commerciale della macchina era Eolo.

Un aereo senza carburante? Si chiama Solar Impulse 2 e farà il giro del mondo

0

Si chiama Solar Impulse 2, lo straordinario aereo alimentato a energia solare che lo scorso 2 giugno alle ore 5.35 di mattina ha effettuato il suo primo volo tra i cieli svizzeri, restandoci per quasi 2 ore e 17 minuti e raggiungendo un’altitudine di 1.800 metri ed una velocità di 140 km/h.

Nel 2015 il velivolo farà il giro del mondo.

Solar Impulse 2, insieme al suo pilota ed esploratore Bertrand Piccard, sarà destinato a fare il giro del mondo nel 2015. L’aereo monoposto super ecologico è partito dal campo di aviazione Payerne in Svizzera nel cantone di Vaud, è rimasto in volo per 2 ore e 17 minuti per poi atterrare di nuovo a Payerne.

Diabolik: il famoso fumetto verrà stampato su carta ecologica

0

Chi di voi non ha mai letto l’accattivante ed avvincente Diabolik? Le avventure contenute in questo famosissimo fumetto appassionano ancora oggi grandi e piccini. La novità è che le pagine delle sue avventure saranno dora in poi stampate su carta ecologica.

Un bel messaggio al mondo, un messaggio che sensibilizza sul rispetto ambientale.

Il ladro nero famoso in tutto il pianeta è stato inventato dalle sorelle Giussani e l’editore Astorina ha deciso di attuare questo cambiamento green.

Stampare on line in modo ecologico? Si può, grazie a EcoPrintWeb

0

E’ possibile stampare biglietti da visita, volantini, locandine o addirittura un libro in modo ecologico?

Dalla risposta a questa fondamentale domanda è nato EcoPrintWeb, il primo portale di stampa sostenibile on line.

In molti  forse non ci pensano ma stampare riviste, libri e tutto ciò che ha a che fare con la carta è un processo molto complesso e anche molto inquinante: basti pensare all’uso di solventi necessari a comporre l’inchiostro, alla deforestazione irrispettosa, agli additivi talvolta utilizzati per la bagnatura e tanto altro ancora.

L’azienda che ha ideato questo primo portale di stampa ecologica online dichiara a tal proposito sul suo sito:

La Terra chiede aiuto: il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente

0

Oggi, 5 giugno, abbiamo il dovere di fermarci e di ascoltare l’urlo silenzioso ma drammatico della Terra: è infatti la Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Una Terra violentata, sfruttata, maltrattata e per niente rispettata. Una giornata, quella di oggi, che dovrebbe essere vissuta in festa, con gioia, a testa alta. Ed invece dobbiamo abbassare lo sguardo, chiedere perdono ed agire al più presto per trovare una soluzione ai tanti danni, spesso irreversibili, compiuti nei riguardi dell’Ambiente.

Sigaretta: quanto inquina? Più dello scarico di un Tir

1

Il fumo di sigaretta inquina, ma vi siete mai chiesti quanto?

Le sigarette producono più smog di quello sprigionato dallo scarico di un Tir.

Questo è ciò che sostiene lo studio-esperimento “Tir contro sigaretta”, realizzato dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, che dichiara e conferma che le sigarette inquinano più dello scarico di un Tir. Fumare per circa 8 minuti fa sprigionare nell’aria una quantità di polveri fini e ultrafini (Pm1, Pm2,5 e Pm10) pari a quattro/sei volte di più ad un motore acceso di un Tir per lo stesso tempo al minimo di giri.

“Respira il mare”, a Bibione le spiagge sono libere dalle sigarette

0

Giusto l’altro giorno in un precedente articolo (che potete trovare qui) vi abbiamo parlato di quanto le cicche delle sigarette, se gettate in strada, sulle spiagge o sul terreno, possano essere molto dannose per l’ambiente e per le fonti d’acqua. Questo perchè i prodotti di scarto del tabacco continuano a restare presenti: da essi possono fuoriuscire sostanze chimiche che il filtro ha assorbito durante la combustione della sigaretta e che perdurano fino a 10 anni dopo l’immissione nell’ambiente.

Inoltre c’è da aggiungere che i filtri delle sigarette sono di plastica e, dunque, non biodegradabili.