Inquinamento
Primo piano

India: due miliardi di alberi contro l'inquinamento

Di Daniela Bella - 30 Luglio 2014

Inquinamento-alberi

L’India è tra i Paesi più inquinati al mondo.

Un progetto davvero molto interessante che ha il triplice obiettivo di rispettare e salvaguardare l’ambiente, la popolazione che lo popola e che vuole essere un’occasione di lavoro per i numerosi giovani disoccupati. Un progetto contro l’inquinamento.

E’ questo, infatti, quanto avverrà in India, uno dei Paesi di maggiore sviluppo economico ma che, di contro, per favorire una tale industrializzazione ha dovuto sacrificare quanto di “verde” ci sia nel luogo.

Tant’è che la capitale New Delhi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è la città più inquinata del mondo.

inquinamento

Un progetto per combattere l’inquinamento, la salute e ridurre la disoccupazione.

Per rimediare ad una tale situazione, dunque, il Ministero per lo Sviluppo Rurale dell’India ha deciso di piantare ben due miliardi di alberi ai margini di strade e autostrade e rinvigorire gli spazi verdi già esistenti.

Una soluzione, questa, che oltre a salvaguardare l’ambiente vuole anche preservare la salute degli abitanti. Uno studio ha infatti dimostrato che le foglie degli alberi sono in grado di catturare una notevole quantità di polveri sottili, al punto che le abitazioni protette da questo “scudo” formato dagli alberi assorbono concentrazioni di particelle metalliche più basse del 52-65% rispetto alle abitazione che, invece, sono prive di vegetazione e che, di conseguenza, vengono assorbite anche dall’uomo.

In più, come dicevamo, questo progetto vuole anche abbattere la disoccupazione giovanile, che in India ha ormai raggiunto il 10,2%. Come? Semplice, i due miliardi di alberi saranno piantati da circa 300mila disoccupati.

India

Altri progetti in serbo per l’India.

Ma questo è solo il primo dei tanti progetti ed iniziative intraprese dall’India per sviluppare la propria economia e per ridurre l’impatto ambientale nel Paese. Tante le iniziative per fermare l’inquinamento.

Per prima cosa, infatti, verrà raddoppiata la tassa sul carbone, e cresceranno i finanziamenti statali di progetti per lo sviluppo di energie alternative e sostenibili.

A tal proposito, pare l’India sia sempre più decisa a voler investire nell’energia solare, e per farlo vorrebbe installare dei pannelli fotovoltaici per fornire energia a quattro milioni di famiglie che attualmente vivono senza di essa.

 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)