Home Tags Depressione

Tag: depressione

Lo Spleen di Baudelaire: quando il male di vivere parla al nostro cuore

0
donna triste sulla spiaggia
Credit foto © Pexels

Nella prima sezione della sua opera I fiori del male, Baudelaire colloca quattro componimenti dedicati allo Spleen. Questo concetto, molto affine al male di vivere trattato da altri grandi poeti, utilizza un termine inglese analogo all’omologa parola greca splēn: milza. Quest’organo, secondo gli antichi, era sede delle emozioni umane negative, quelle riferibili a malinconia, tedio, vuoto interiore, irrequietezza e ansia.

Lo Spleen nelle poesie di Baudelaire non identifica un’emozione singola, puntuale; ma uno stato psicologico e fisico che abbraccia l’intera personalità dell’individuo, un “male di vivere” complesso e sfaccettato in grado di deformare e distorcere il modo in cui si percepisce la realtà, sia quella esterna, che quella interna a sé stessi. Vediamo allora, attraverso i versi di Baudelaire, le diverse sfumature possibili del significato dello Spleen.

5 pensieri che ciascuno di noi dovrebbe augurarsi per l’anno nuovo

0
sentiero nel bosco
Credit foto © Pexels

Con il cambio di calendario si fanno largo i pensieri circa i buoni propositi per l’anno nuovo, le riflessioni su come migliorare la propria vita. Spesso ci accingiamo a salutare un periodo che volge al passato e che finisce con un misto di speranza e malinconia, quasi che il nostro animo non riuscisse a cogliere a pieno il passaggio che si sta verificando, temendo forse che il desiderio di rinnovamento si infrangerà non appena ricominciata l’abituale routine dopo le Feste.

Le persone depresse intorno a noi desiderano il nostro aiuto

0
Ragazza che piange e due braccia che la consolano
Credit foto © Pexels

Un maestro zen vide uno scorpione annegare in uno stagno e decise di trarlo in salvo. Quando lo fece, lo scorpione lo punse. Per l’effetto del dolore, il maestro lasciò l’animale che di nuovo cadde in acqua in procinto di annegare. Il maestro tentò di tirarlo nuovamente fuori dall’acqua e l’animale lo punse nuovamente.

Un giovane discepolo che vide la scena gli si avvicinò e gli disse:

“Scusate, maestro, ma perché continuate? Non capite che ogni volta che provate a tirarlo fuori dall’acqua, lo scorpione vi punge?”

Il maestro gli rispose:

Lentamente Muore Chi Si Lascia Soffocare Dalla Routine

0
routine

La routine ci permette di creare uno spazio sicuro e stabile nella nostra vita, ci dà l’opportunità di non andare allo sbaraglio e di non dover pensare a tutto, sempre, grazie alla ripetizione di alcuni schemi. Per esempio, è più pratico avere un menù settimanale che dover pensare a cosa cucinare sempre all’ultimo minuti. La routine ci evita una buona dose di stress e ci fa risparmiare tempo ed energia ma a volte, questo “risparmio energetico” può rivoltarci contro.

Se stai passando un momento difficile, questa lettera è per te…

0
lettera

Forse stai passando un brutto momento: uno di quelli dove hai il buio dentro e senti il bisogno di qualcuno al tuo fianco, qualcuno che ti capisce, che sa cosa stai passando…

Ci sono dei momenti nella vita in cui vorresti piangere ma il fiume di lacrime rimane bloccato come un groppo in gola, ci sono dei momenti in cui hai talmente male dentro che vorresti urlare ma sembra che non ci sia nessuno ad ascoltare, ci sono dei momenti in cui avresti solo bisogno di un abbraccio, di una mano tra i capelli a sostenere i tuoi pensieri, di un “andrà tutto bene” sussurrato all’orecchio ma non c’è nessuno, nessuno a parte te, nessuno a parte me che sto scrivendo ora questa lettera per te.

Come aiutare una persona depressa: cose da fare e NON fare

0
persona depressa

Aiutare una persona depressa non è facile; capita che il cambiamento d’umore ci porti a pensare che si tratti solo di un malessere passeggero dovuto alle più svariate cause: stress, tensioni familiari, stanchezza o anche il famoso “cambio di stagione”. La verità è che la depressione non è un semplice momento durante il quale ci si sente giù di corda ma è una vera malattia alla quale bisogna prestare particolari attenzioni: non è raro che porti purtroppo la persona che ne soffre a farsi del male.

Il dono del dolore: quando cadere ti rende più forte

0
tristezza e dolore

“Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza. I caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici.”
— Khalil Gibran

Il dolore è uno dei nostri più grandi maestri, ci accompagna in ogni fase della nostra vita; peccato che intorno a lui, abbiamo costruito un mito negativo che ci impedisce di capire quali doni e lezioni ci porta. Se ci pensi bene, la nostra vita comincia nel dolore, basta pensare al parto. Da lì, la nostra vita sarà costellata da grandi e piccole sofferenze, tra le quali le più insidiose saranno quelle che rimarranno invisibili agli occhi.

tristezza e dolore

Perchè ho Lasciato il Mio Lavoro Fisso in Anni di Crisi

0
lavoro

Di cosa si pentono le persone in punto di morte?
Il rimorso numero uno, secondo la scrittrice australiana Bronnie Ware, è non aver avuto il coraggio di vivere la vita che si voleva, ma quella che ci si aspettava dagli altri.
Soprattutto le donne.

La depressione è una delle maggior disabilità per le donne occidentali, così come l’abuso di alcolici o droghe per gli uomini. Circa 4 mila persone ogni anno si tolgono la vita in Italia, e per ogni persona che riesce a suicidarsi, molte altre ci hanno provato non riuscendoci.
La maggior parte di queste persone aveva un lavoro, aveva quella solidità economica e lavorativa che ci aspettiamo essere alla base della felicità.

Come ho Ricominciato A Sorridere Nonostante Tutto

0
Sorridere

Chi mi vede passare per strada o a fare la spesa mai direbbe la devastazione che questo ultimo anno è stato per me, non lo nascondo in nessun modo, sia chiaro, anzi chi mi chiede “come va?” ha sempre una risposta reale alla mia condizione che altri potrebbero definire una vera “catastrofe”… ma allora perché sorridere?

Perché abbiamo l’Abitudine di Soffrire in Silenzio?

0
soffrire in silenzio

Ci sono diversi tipi di carattere ma indipendentemente da quello che ognuno esterna c’è sempre la tendenza a non esternare il proprio dolore che può essere fisico o mentale, normalmente tendiamo a chiuderci in noi stessi, a soffrire in silenzio, nella mente, celando quello che stiamo realmente passando e provando a chi ci sta intorno.

E’ una scelta che fa la maggior parte di noi, forse per dimostrare al mondo quanto siamo forti, ma arriva un momento in cui il dolore che proviamo dentro inizia a crepare il guscio esteriore e a romperci in mille pezzi. Quante volte alla domanda “cos’hai?” avete risposto “niente, va tutto bene“, celando quel qualcosa che vi torce le budella, che vi lacera dal di dentro.