Home Tags Carl gustav jung

Tag: carl gustav jung

Carl Gustav Jung: 10 frasi per innamorarsi della vita

0
Credit foto © Pexels

Carl Gustav Jung è stato uno psichiatra svizzero e considerato il padre della psicologia analitica. I suoi libri, i suoi pensieri e le sue teorie hanno rivoluzionato il modo di approcciarsi alla psicologia e alla vita in generale.

Non esiste altro modo per raccontare il suo pensiero che riportare le sue frasi più significative, commentandole insieme.

10 frasi di Jung per innamorarsi della vita

Credit foto
© Pexels

1- La vostra visione diventerà chiara solo quando guarderete nel vostro cuore. Chi guarda all’esterno, sogna. Chi guarda all’interno, apre gli occhi.

Velo di Maya: cos’è e perché ci rende prigionieri

0
donna-indù-e-il-velo-di-Maya
Credit foto © Pexels

Il “velo di Maya” è un’espressione coniata dal filosofo tedesco Arthur Schopenhauer, grande studioso delle filosofie induiste. Secondo lui, il velo di Maya era l’illusione che impediva all’essere umano di fare esperienza della Verità, del principio assoluto di realtà.

Nell’antica India, Māyā significava originariamente “creazione”. Nel Ṛgveda (VI, 47,18) si può leggere “Con i poteri della propria māyā Indra si presenta in differenti forme”. Maya rappresentava quindi il potere di dare una forma, dal quale proveniva il mondo materiale, plasmato dagli dei.

Il Culto Degli Antenati: Perché Farlo Diventare Parte Della Nostra Vita

0
Credit foto ©Pixabay

Il Culto degli Antenati, un modo per celebrare il passato

Credit foto
©Pixabay

Viviamo in una società che tende a voler dimenticare il passato perché lo riteniamo la sede degli errori commessi, nostri e altrui. Quando lo rievochiamo è solitamente per interpretare il nostro presente in base a ciò che abbiamo vissuto o per portare nella mente e nel cuore ricordi cari o drammatici. Difficilmente guardiamo al passato come la lente d’amore che illumina la nostra vita.

Se infatti ci spogliassimo dal giudizio, dal senso di colpa, dal ritornare sempre sugli stessi avvenimenti trascorsi con le solite interpretazioni si aprirebbe un mondo meraviglioso: il mondo dei nostri antenati.

La Sincronicità: L’arte Di Seguire I Sassolini Sulla Tua Strada

0

Abbiamo tutti sentito parlare della sincronicità, concetto teorizzato dal celebre psicanalista svizzero Carl G. Jung nel secolo scorso, e che non manca di porre interrogativi sulla struttura della realtà intesa come tessuto organico tra psiche e materia; ma cosa rappresentano e come possiamo riconoscere gli eventi sincronici nella nostra vita?

Pensiamo ad un vecchio amico ed ecco che il telefono squilla: è lui; un libro cade dalla libreria e si apre su un passaggio che parla di ciò che stiamo vivendo in quel momento; guardiamo un film e la trama rispecchia la nostra ultima discussione col partner, ecc.; queste “coincidenze” che rispondono in uno strano modo alla nostra realtà interiore erano per C. G. Jung degli eventi sincronici, ovvero, che accadevano in simultanea all’infuori della dinamica di causa-effetto, ovvero, erano acausali.

“Felice È Chi Sa Amare”: La Splendida Riflessione sull’Amore di H. Hesse

0

Hermann Hesse, scrittore e poeta nato nel 1877 e deceduto nel 1962 in Svizzera, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1946, è conosciuto per i suoi scritti di una profondità fuori dal comune. Conobbe Carl G. Jung durante un periodo importante della sua vita; e la sua capacità di scrutare l’animo umano, forte anche delle sue esperienze in terapia col famoso psichiatra e psicanalista svizzero, lo incentivò ad illustrarne i turbamenti grazie alla scrittura, questo fatto gli valse l’appellativo di “scrittore della crisi”.

Hermann Hesse

Sognare Rimanendo Vigili Significa Viaggiare Dentro Di Sé

0

Viviamo in questo mondo spesso senza esserne consapevoli. Ci lasciamo quasi trascinare dalla routine, dagli obblighi, dalle preoccupazioni e da tutta quella serie di pensieri che lasciamo definirci. Lasciamo che la voce del mondo apparente, quello dell’esteriorità, prenda il sopravvento su quella della nostra interiorità, portandoci ad un grande stato di confusione: non sappiamo più chi siamo, cosa facciamo e perché lo facciamo. La vita sembra priva di senso anche se in realtà il suo significato profondo è sempre rimasto intatto lì dov’era, dentro di noi. Siamo noi ad aver smarrito la strada di casa.

Hermann Hesse: Cosa Ci Insegna La Sua Vita

0
Foto: LaPresse

Hermann Hesse, artista e Premio Nobel per la letteratura, nacque il 2 luglio 1877 in Germania, in una famiglia pietista che gli impartì un’educazione assai rigida, dove l’arte non aveva il suo posto ed era considerata come superficiale.

Hermann Hesse un giorno scrisse in proposito alla sorella Adelaide: “Accadeva spesso che mamma e papà esprimessero approvazione per una poesia o un componimento musicale, aggiungendo però subito che tutto ciò, naturalmente, era solamente atmosfera, solamente vuota bellezza, solamente arte, senza mai attingere un valore elevato come la morale, la volontà, il carattere, ecc. Questa teoria mi ha rovinato l’esistenza e da essa mi sono distaccato senza possibilità di ritorno“.

Per Conquistare Il Tuo Tesoro Interiore Dovrai Affrontare La Tua Ombra

0
occhio-tesoro interiore

Quando si decide di fare un serio lavoro su di sé, passata l’euforia degli inizi dove tutto sembra nuovo e meraviglioso, arriva il momento dove ci si ritrova a dover scavare in profondità per portare in superficie tutta quella serie di cose che, in tempi normali, non si vorrebbe vedere. Anzi, di solito si ha ben cura di lasciarle nascoste e ben sepolte lì dove sono; non sia mai che qualcuno se ne accorga, o peggio, che ci rendiamo conto di non essere la persona che credevamo.scavare con le mani

La Meravigliosa Lettera Di Carl G. Jung Sul Significato Della Vita

0

Spesso sono gli eventi tragici a ricordarci del significato della vita e forse è proprio la morte ad adempiere al meglio a questo compito ingrato. Ma qual è il senso della vita se ogni esistenza è chiamata a finire? Come comprendere e affrontare il lutto e la morte, sapendo che presto o tardi ognuno di noi verrà travolto dalla Grande Falciatrice?

→ Leggi anche : Il lutto è un rito di passaggio.

Diario Dei Sogni : 3 Buone Ragioni Per Tenerlo (E Come Scriverlo)

0
diario dei sogni

Tenere un diario dei sogni è una buona idea se vuoi cominciare a capire il linguaggio del tuo inconscio, è utile se vuoi allenare il tuo cervello, ma è assolutamente indispensabile se vuoi fare un lavoro di introspezione per capire meglio chi sei.

sogni

I sogni, attraverso il loro linguaggio simbolico, possono mostrarti quali blocchi ti ostacolano nella tua vita e indicarti, nello stesso tempo, le chiavi più adatte a sbloccare la situazione e risolvere i tuoi problemi.

L’unica cosa che ti servirà è un po’ di auto-disciplina, perché tenere un diario dei sogni richiede di dedicarci un po’ di tempo ogni giorno; saranno tuttavia dei minuti ben spesi che ti ripagheranno ampiamente, ecco perché…