Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Storia

Tag: storia

Cos’è il Daimon: Un Essere Reale che ci Guida o è Frutto della Fantasia?

0
lyra-bussola-d'oro

Ricordate il daimon di Lyra de “La Bussola D’oro”? Si chiamava Pantalaimon e rappresentava la manifestazione fisica dell’anima della bambina sotto forma animale, un compagno inseparabile destinato a scomparire solo alla morte della persona. Nel romanzo di Philip Pullman il Magisterium rapiva i bambini per privarli prematuramente del rispettivo daimon, provocandone la morte o una menomazione psichica. Difatti il daimon rappresentava un canale di collegamento con la Polvere, sostanza cosmica che favoriva l’indipendenza e la libertà della persona, caratteristiche scomode al Magisterium.

Ma il daimon è frutto della fantasia o qualcosa di più?

Il daimon nel mondo antico

lyra-bussola-d'oro

La Storia di Esther Honiball che Visse Fino a 90 Anni Mangiando Frutta

0
Hessie Honiball

Benvenuti all’interno della nuova rubrica mensile “Donne vegetariane del passato”.
Io sono Aida Vittoria Eltanin, l’autrice del libro “La Salute di Eva“, e in questi articoli vorrei farvi conoscere alcune incredibili vegetariane che la storia ha dimenticato, ma che hanno fatto la storia.

Eccoci al primo articolo e  alla prima vegetariana da riportare a galla:
Esther Honiball.

Hessie Honiball
Photo found at LitNet

 

Il Tango e la Sua Storia

0
tango

Tutto ciò che riguarda il tango (etimologia, musica, danza) è avvolto dal mistero e dalla nebbia, come i luoghi da dove presumibilmente è uscito…

Tutti conoscono il tango argentino e tutti immaginano subito i due ballerini che volteggiano sulla pista da ballo e si muovono tra le note con evoluzioni e passi complessi, ma soprattutto quando si sente la parola tango si pensa subito ad un ballo sensuale e coinvolgente.

Origini e Significato del Simbolo dell’Infinito

0

C’è un concetto che corrompe e altera tutti gli altri. Non parlo del Male, il cui limitato impero è l’etica; parlo dell’Infinito.
~ Jorge Luis Borges

Ci sono diverse teorie sulla nascita del simbolo dell’infinito (∞ – lemniscata), un simbolo matematico usato per la prima volta da John Wallis nel 1655, il quale lo scelse per identificare un numero grandissimo proprio perché quei due occhielli possono essere percorsi senza fine. Un’altra teoria nasce dal fatto che M, il numero romano che indica 1000 (quindi una quantità molto grande), veniva a volte scritto come CIƆ, oppure venne scelto come deformazione delle prime due lettere della parola latina uguale (aequalis) perché all’inizio veniva usato per indicare l’uguaglianza.

Valle d’Aosta: segreti e meraviglie da ammirare

0
Val D'Ayas

La Valle d’Aosta fu, all’inizio, abitata dai Salassi, un popolo celtico che la leggenda narra discenda direttamente da Ercole, i quali fondarono la città di Cordelia intorno all’anno 1.000 a.C., anche se i primi megaliti risalgono addirittura al 3.000 a.C..

Val Ferret

Nel 25 a.C. i Romani fecero il loro ingresso nella valle fondando Augusta Prætoria Salassorum dove oggi sorge la città di Aosta. La Valle era importante per i romani dal punto di vista bellico perché da qui si potevano tenere sotto controllo i valichi del Piccolo e del Gran San Bernardo, importanti punti d’accesso a Francia e Svizzera.

Ferragosto tra storia e merende nei prati

0
Ferragosto al mare

Ferragosto al mare

La festa di Ferragosto è una di quelle feste di conclusione, di chiusura perché simboleggia il termine dell’estate, l’ultima festa prima dell’autunno.

Nei tempi antichi questa festa veniva celebrata a Settembre, quando i cicli dell’agricoltura iniziavano a concludersi con il raccolto dei cereali, e si apprestano a vendemmiare e a raccogliere le olive.

La festa era ricca di riti propiziatori e banchetti, un momento per riposarsi prima di affrontare il freddo e lungo inverno. Poi però nel 18 a.C., il primo imperatore di Roma, Augusto, decise di spostare la festa assieme alle feste di  Vinalia rustica e i Consualia, che si celebravano nel mese che porta il suo nome, da qui il nome di feriae Augusti, ovvero giorni di festa di Augusto.

La vera storia di Pocahontas, dei nativi e dei coloni

0
Tutti conoscono Pocahontas come una delle principesse della Disney, carnagione scura, capelli neri e spirito ribelle, ma chi era nella realtà Pocahontas? E’ esistita davvero? E fece davvero tutte quelle cose descritte nel film di animazione?
Pocahontas - Disney

Sì, Pocahontas è esistita veramente, la sua storia è stata raccontata attraverso resoconti storici scritti e attraverso la storia orale. Nacque intorno al 1595 in Virginia, in una delle tribù vicine alla regione di Tidewater. Suo padre, Wahunsunacock (conosciuto anche come Powhatan), era il  leader della Confederazione di Nativi Americani conosciuta col nome di Powhatan, per questo motivo lei venne sempre considerata figlia di un re, anche se in realtà la sua posizione sociale non è da considerarsi tale visto che la loro società era strutturata in maniera differente, i padri avevano più mogli che servivano prevalentemente per fare figli, ma che non venivano elevate di rango, inoltre la discendenza “regale” era tramandata in maniera patriarcale quindi Pocahontas essendo “nobile” da parte di padre non sarebbe susseguita allo stesso dopo la sua morte.

La Storia di Nadia: l’Angelo che ha Amato il Piccolo Mario

0

Inutile raccontare di Mario, la storia è angosciante, abbandonato alla nascita dai genitori che hanno avuto paura, non hanno voluto il calvario di una vita difficile con un figlio malato.

Mario nacque insieme alla sorellina, che morì subito, il 16 Giugno del 2011, ma non voglio parlarvi della sua sofferenza, del suo calvario.

La storia di Mario sarebbe finita velocemente, un grave handicap, un sacco di operazioni mai un abbraccio.

Ma quella che voglio raccontarvi è la storia di un angelo, quella di Nadia, la mamma che ha scelto Mario che gli ha regalato amore, e gli ha fatto sentire la vita seppur breve.

“The Piano”: la vita di un nonnino raccontata mediante la musica di un pianoforte

0

Una toccante animazione ideata e diretta dall’Università di Hertfordshire: “The Piano” è la storia della vita di un uomo ormai anziano raccontata al nipote tramite le profonde note suonate da un pianoforte.

La canzone è “Comptine d’un autre été: l’après midi”, composta da Yann Tiersen. L’animazione è stata diretta da Aidan Gibbons.

L’uomo incontra grazie alla musica sua moglie morta, suonano insieme, lei gli regala un bacio e svanisce. Poi è il momento della guerra e del tragico avvenimento della morte di un amico ed infine, ricorda il suo regalo di bambino, un cavallo di legno. Lo stesso cavallo che usa il suo nipotino per giocare.

La festa del Papà, tra Storia e Tradizione

0

La festa del Papà si festeggia a partire dai primi decenni del ventesimo secolo, nel giorno di San Giuseppe il 19 Marzo.

Ma non è sempre stata questa la data, la prima volta che fu festeggiato il papà fu il 5 luglio 1908 a Fairmont in West Virginia, grazie ad una signora di nome Sonora Smart Dodd che ufficializzò la festa in onore di suo padre per la prima volta il 19 giugno del 1910 a Spokane, Washington.

La tradizione Cattolica vuole che la data sia quella di San Giuseppe, patrono dei falegnami e degli artigiani, è anche il protettore dei poveri, degli orfani e  delle giovani nubili, ragion per cui in alcune zone d’Italia la tradizione vuole che il giorno della Festa del Papà vengano invitati a pranzo i poveri.