Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Piante

Tag: piante

Edera, Abbracciando Le Altre Piante, E’ Il Simbolo Dell’Amore Fedele Ed Eterno

0

Edera è come un serpente. Legata al buio e al freddo, il suo fiore per le api è l’ultimo bottino prima della stagione invernale. Le infiorescenze sferiche somigliano a pianeti profumatissimi e tra di esse le api si aggirano ubriache, producendo un miele cristallino, candido, indescrivibilmente buono.

Il suo apparato radicale è potente. Edera striscia e si arrampica sulle altre piante, ma non è un parassita in quanto non succhia la linfa degli alberi che la ospitano. Alla lunga però, se prospera eccessivamente, questa rampicante vigorosa può causare il deperimento della pianta ospite per privazione di luce.

Ogni Pianta Sta Cantando Una Melodia Di Cui I Pianeti Sono Le Note

0

Dentro ognuno di noi c’è una pianta. Cresce a testa in giù. Nei polmoni, lungo i rami, respirano le foglie e più sotto, nella nostra parte metabolica e riproduttiva, si aprono i suoi bellissimi fiori. Il suo tronco corre nella spina dorsale, il sistema nervoso sono i rami e le radici crescono nel cervello.

Ho sempre sentito molto viva questa rappresentazione, il fruscio delle foglie nei miei polmoni, i fiori che si aprono e si chiudono nella mia pancia, il pulsare del sistema nervoso, che capta segnali e nutrimento e informazioni.

“Gli Alberi Nutrono i Semi Come I Genitori Farebbero Con Un Bimbo”: Le Meravigliose Parole Dello Scienziato Stefano Mancuso

0
Piante intelligenti

Ormai è assodato che gli organismi viventi appartenenti al regno animale abbiano una propria intelligenza che permette loro la sopravvivenza, ma si può dire lo stesso degli organismi viventi appartenenti al regno vegetale?

Secondo Stefano Mancuso, scienziato di fama internazionale che dirige il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV) dell’Università degli Studi di Firenze, la risposta è sì.

Piante intelligenti

Se pensiamo che 470milioni di anni fa la Zygnematophyceae fu la prima piantina (in realtà un’alga) che ebbe il coraggio di emergere dalle acque per compiere i suoi primi passi all’aria… è facile immaginare quanta strada questi organismi abbiano fatto per diventare le enormi foreste che popolano la Terra oggi.

Mandragora: la Pianta che si Trova a Metà tra il Regno Vegetale e Quello Animale

0
mandragora

Chi ha letto i libri di Harry Potter o visto i film avrà sicuramente un immagine ben chiara di questa pianta che la scrittrice descrive così:

«Al posto delle radici, dalla terra venne fuori un minuscolo neonato coperto di fango e terribilmente brutto. Le foglie gli spuntavano direttamente dalla testa. Aveva la pelle verdastra tutta chiazze ed era chiaro che stava urlando con quanta forza avesse nei polmoni.» Harry Potter e la Camera dei Segreti – Capitolo 6

mandragora

Sembra spaventosa e in effetti la pianta di mandragora (o mandragola) è piuttosto particolare, vediamo perché.

Il bialbero di Casorzo una Straordinaria Meraviglia della Natura

0
Bialbero di Casorzo
Immagine da Wikipedia

Bi-albero?? Cioè un albero doppio?

Si, ma non solo, sono due alberi cresciuti uno sopra l’altro! Come può essere possibile? Sicuramente sarà un fotomontaggio, ormai con photoshop si può fare di tutto… ma no, questa volta non è stato un programma di grafica a metterci lo zampino, ma proprio Madre Natura!

Si perchè il bialbero di  Casorzo lo si può ammirare dal vero e precisamente sulla strada che unisce Casorzo e Grana, nella provincia di Asti in Piemonte, si tratta di un ciliegio nato letteralmente sopra un gelso, due alberi differenti che si sono uniti in un unica anima.

Le piante sono intelligenti e dotate di coscienza

0

L’idea che le piante siano esseri viventi degni di rispetto ha preso piede solo negli ultimi anni grazie al diffondersi di una nuova sensibilità nei confronti dell’ambiente. Se la natura nel suo complesso viene tenuta in alta considerazione, le singole piante tendono a essere sottovalutate rispetto ad altri esseri probabilmente perché ci risulta impossibile comprenderle. Eppure non è affatto detto, per esempio, che una pianta soffra meno di un animale solo perché non piange e non urla. La sofferenza potrebbe non essere esclusiva degli esseri umani e animali, come numerosi esperimenti condotti sulle piante hanno tentato di provare nel corso del tempo. E così molte altre cose.

Acqua Di San Giovanni: Come Prepararla E Il Suo Potere Curativo

1
Acqua Di San Giovanni

La notte tra il 23 e il 24 giugno è la notte di San Giovanni, da sempre considerata una notte magica, che segue il solstizio d’estate quando il sole è al suo apice e imprime forza e vigore alla natura e alle sue creature.

Gli antichi credono che questa notte sia particolarmente magica perché proprio in questa notte “cadde la rugiada degli Dei“, leggenda nata dalla credenza che il solstizio d’estate sia la porta attraverso la quale gli dei facevano passare i nuovi nati sotto forma di rugiada.

San Giovanni

Il Ginkgo biloba: ecco come prepare l’elisir dell’eterna giovinezza

0

ginkgo-biloba

Ultimo e unico rappresentante di una classe di piante (le Ginkgoinae) estinta da tempo, il Ginkgo biloba  è un vero fossile vivente risalente al Mesozoico, largamente coltivato in tutto il mondo a scopo ornamentale e presente allo stato spontaneo solo nell’entroterra cinese. Albero di grande taglia originario dell’Asia orientale e in particolare della Cina, si caratterizza per la sua notevole longevità – attorno ad alcuni templi in Cina, Giappone e Corea vivono esemplari di oltre duemila anni – e la sua grande capacità di adattamento, poiché cresce bene su tutti i terreni, è indifferente alle condizioni climatiche, resiste sia al caldo che al freddo, sopporta bene l’umidità come lunghi periodi di siccità, non subisce gli attacchi di agenti patogeni e non soffre l’inquinamento atmosferico.

11 piante antizanzare da posizionare in terrazze, giardini e vicino alle finestre

3

piante-antizanzare

È in arrivo l’estate, che oltre al bel tempo, al caldo e alla voglia di stare all’aria aperta, porterà con sé anche qualche fastidioso insetto di troppo (come non pensare al ritorno delle zanzare), che sicuramente ci porterà a guardarci intorno per evitare di essere punti! Al di là dei nocivi e poco selettivi rimedi chimici, ricchi di controindicazioni, possiamo rivolgerci ancora una volta a madre natura per scoprire le proprietà repellenti di molte piante antizanzare di facile coltivazione (da porre in giardino o in vaso sui balconi), capaci di fornire soluzioni a impatto ambientale nullo. Vediamo quali sono.

Le leggende dell’Albero di Melo

0
albero di melo
Foto: Valeria Bonora ©2015

L’origine dell’albero di Melo si può far risalire a Valilov, un territorio che comprende il Kazakistan al confine con la Cina, il Turkmenistan, l’Uzbekistan, il Tagikistan, il Kirgizistan, ma alcuni ritrovamenti archeologici lo fanno risalire a periodi preistorici.

Ora è coltivato in tutto il mondo grazie alla diffusa coltivazione che ne fecero gli Egiziani, Greci e Romani; ad oggi sono conosciute circa 7.000 varietà di questa pianta.