Home Tags Mamma

Tag: mamma

La nonna e il suo ruolo simbolico nella nostra vita

0
nipote che bacia una nonna
Credit foto © Pexels

Già solo pronunciando il termine “nonna” veniamo travolti da una miriade di emozioni, ricordi, vissuti e sensazioni che ci conducono in tempi lontani.

Mia nonna che mi prende il viso tra le mani e sorride. Ci guardiamo con quello sguardo che non dice niente ma dice tutto a chi lo sa. E le cose più belle sono lì dentro.
(Fabrizio Caramagna)

La figura della nonna scandisce, più o meno inconsapevolmente, il nostro modo di vivere. Anche se non l’abbiamo mai conosciuta. Perché il suo ruolo è principalmente quello di ponte, tra un passato lontano ed il presente. E’ la custode dei segreti di famiglia, delle tradizioni, di un’eredità emotiva che ha ricevuto a sua volta e che tramanda alle generazioni successive.

Essere mamme, ma prima di tutto rimanere donne!

0
mamma che tiene in braccio il suo bambino
Credit foto © Pexels

Una mamma è prima di tutto una donna.

Accade spesso di perdere, soprattutto quando si diventa mamma per la prima volta, il vissuto di essere anche una donna e ciò porta alla mancanza di serenità, alla confusione, alla tristezza. Riuscire a mantenere anche questa identità femminile è difficile e la nostra società, poi, non ci aiuta in questo: siamo costrette a rimboccarci le maniche e riconquistare la nostra completezza!

Quando una donna diviene mamma ai giorni d’oggi e nella nostra società è messa alle strette riguardo ad una decisione da prendere: tutto sembra portarla a dover scegliere tra l’essere mamma e l’essere una donna che lavora, che si realizza, che si prende cura di sé. Non viviamo in mondo che agevola la fusione di queste due identità.

Oggi è la Giornata Internazionale dell’Ostetrica, la sconosciuta che entra nell’anima di ogni mamma

0
neonato accudito da una mano femminile
Credit foto © Pexels

Ogni mamma nella giornata di oggi non può che celebrare l’ostetrica che ha incontrato nel suo cammino, soprattutto quella conosciuta durante il parto. Una donna fino a quel momento sconosciuta ma che in poche ore è riuscita ad entrare nella più profonda ed intima interiorità di quella mamma che stava per nascere.

Ci si mette una vita, e spesso non è neppure sufficiente, per conoscere realmente una persona. L’ostetrica invece ci riesce in poche ore poiché la donna in quel delicato momento è nuda, senza difese, non può indossare maschere.

La relazione con nostra mamma può farci guarire o ammalare

0
mamma e figlia foto in bianco e nero
Credit foto © Pexels

Lei è la custode originaria della nostra vita, ci ha accolto nel suo corpo e nella sua mente, ci ha condotto pian piano a divenire adulti. Essere mamma ha un impatto emotivo, sociale, personale e storico molto forte. Si dice infatti che “La mano che fa dondolare la culla è la mano che regge il mondo. “(William Ross Wallace). Il mistero, il fascino e la magia di una mamma con il suo bambino ha qualcosa di sacro e divino.

Diventare mamma

Nel momento in cui un bambino nasce anche una madre sta nascendo.
Lei non è mai esistita prima.
La donna esisteva, ma la madre, mai.
Una madre è qualcosa di assolutamente nuovo.
(Osho)

La Lettera Da Scrivere Alla Propria Madre

0

“Cara mamma,

è passato molto tempo da quando mi tenevi accoccolata nelle tue braccia e ti prendevi cura di me, curavi le mie ferite. Molto tempo. Ma ora, quando cado e mi faccio molto male, sono in grado di curarmi da sola; e quando ce n’è bisogno so anche prendermi cura degli altri perché ho osservato ogni tuo gesto, ho ascoltato ogni tua parola e ho preso nota di tutto tentando di migliorare la tecnica che avevi ricevuta dalla nonna e che avevi migliorata a tua volta.

Mia Figlia Cresce Ed Io Non Sono Pronta A Vederla Volare Lontano Da Me

0

Mia figlia cresce ed io non sono pronta.

Non sono pronta a vederla volare alto, lontana da me, in un mondo che non conosco, fatto di regole nuove, di paure diverse, di dinamiche relazionali che cambiano velocemente.

Ha iniziato a fare a meno del suo peluche per la nanna, a cambiare cuscino, a parlare di regole sociali, di buoni comportamenti, di alcool, droga, morte. A interrogarsi non tanto sulla nascita di un bambino, che ormai sono anni che sa come funziona, ma a chiedersi e chiedermi, se fa male, come ti senti dopo, se hai paura, se sei felice.

La Stanchezza di Una Mamma è un Grido da Ascoltare con Attenzione

0

Le mamme sono stanche. Stanchissime. E la loro stanchezza sembra non cessare mai. Anzi aumenta, si accumula in tutte le pieghe della loro vita. 

La nostra società non ci aiuta ad essere mamme. Ci ostacola in questa nostra missione e spesso esasperate da questo nostro compito ci facciamo travolgere da attività, pensieri, pesi e timori facendoci trasportare passivamente dall’onda della “mamma perfetta”.

Siamo mamme e di conseguenza dobbiamo sacrificare la nostra identità per accudire in quel determinato modo i nostri figli. Che devono essere aiutati quotidianamente a fare i compiti, che devono essere portati settimanalmente a svolgere quell’attività sportiva, che devono trovare in casa tutto pronto.

Inserimento del bambino: consigli Montessori per viverlo al meglio!

0

Oggi vi parlerò di un tema che mette in crisi tantissime mamme. Cari papà, non è discriminazione, credetemi, ma appena vi svelerò la questione in atto mi darete ragione.

L’INSERIMENTO. Inserimento del bambino/a, che sia al nido, alla materna o addirittura alle elementari (anche se non esiste inserimento), è un problema dalle dimensioni cosmiche e credetemi, ci sono passata.
Innanzitutto è nata una distinzione negli ultimi anni: inserimento o ambientamento?
Tanti concordano con la parola ambientamento, poichè significa che il bambino debba far suo l’ambiente, in modo graduale.
Io sono più per entrambe. Perchè se è vero che il bambino debba “ambientarsi”, è anche vero che debba essere “inserito” in un gruppo già preesistente o che si sta formando.

Mia Moglie Non Lavora. E’ Una Casalinga

0

E’ diventato subito virale il post su Facebook di Ryshell Castlberry della Florida, una mamma a tempo pieno ma soprattutto una donna che viene vista come “una che non lavora” o peggio “lei è a casa non ha niente da fare“…

Quante volte lo sentiamo dire o lo diciamo, consapevolmente o meno? Troppe decisamente. E’ ora di sfatare il mito che le mamme (o i papà, perché sempre più spesso sono loro a stare a casa mentre la moglie lavora) che stanno a casa non facciano niente, o perlomeno non lavorino.

Casalinga

Come si calcolano le settimane di gravidanza

0

La gravidanza è uno dei periodi più belli nella vita di una donna. Accade però che, soprattutto se si attende il primo figlio, tante cose non si conoscono e possono perciò suscitare ansia e stress.

Una tra queste è il calcolo delle settimane. Se infatti una gravidanza normalmente dura nove mesi, è di uso comune, soprattutto in ambiti medici, parlare non di mesi ma di settimane di gestazione. Grazie alla conoscenza delle settimane di gravidanza si può essere precisi e risalire alla presunta data di concepimento e alla presunta data del parto.