Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Dolore

Tag: dolore

Genitori Separati: Non E’ Un Fallimento Ma Una Scelta Dolorosa D’Amore

0

Quando due genitori decidono di separarsi, si innescano una serie di emozioni difficili da decifrare e soprattutto da regolare. L’elaborazione del lutto, perché di lutto si tratta, ha necessità di tempo, presenza, consapevolezza, sgravio di sensi di colpa, di inadeguatezza sia verso la relazione in questione (il partner) sia verso i figli.

Perchè si rompe una coppia, ma anche una famiglia e l’idea stessa del termine per come lo si è vissuto fino ad ora.

Perdere La Stima In Una Persona: Un Dolore Da Elaborare

0

Nella nostra cultura, quando si pensa a un grande dolore, si pensa al lutto, a una separazione o alla perdita del lavoro…

Ma c’è un’altra esperienza che può segnare una persona davvero nel profondo. Non si è mai creata una narrativa degna di quest’altro fenomeno altrettanto doloroso: il perdere la stima che riponevamo in una persona.

Manca, in qualche modo, un discorso comune su questo tema, che ci aiuti ad accompagnare l’esperienza con la dovuta comprensione.

Perdere la stima in una persona, sia essa un nostro amico o amica, un compagno, un amante, il nostro capo o collaboratore, richiede in realtà il percorso di una “via crucis” con delle sue tappe, di un “lutto” a tutto tondo.

Quando L’Amore Non E’ Corrisposto

0

L’amore non corrisposto è un fuoco che ci divora pian piano. L’illusione di aver trovato finalmente una persona speciale, la felicità di immaginare il futuro insieme, e poi tutto questo si infrange contro i sentimenti e la volontà dell’altro. La mancanza di reciprocità ci lascia increduli: perché ci siamo innamorati proprio di lui? È come se la vita ci avesse messi davanti alla nostra anima gemella, ma noi, ironia della sorte, non siamo la sua. Come affrontare questa situazione?

La Guarigione E’ Una Nostra Responsabilità, Anche Se Il Dolore E’ Stato Immenso

0

Non ci è dato conoscere la profondità delle ferite delle persone che incontriamo ogni giorno perché non si vedono in superficie e non è raro scoprire un passato doloroso e sofferto nella vita delle persone più solari che conosciamo. Grandi e piccoli drammi si accoccolano intorno al cuore e lo rendono più pesante ma alcuni riescono a non lasciarsi intralciare il cammino da questi pesi e si rimboccano le maniche per guarire loro stessi e andare oltre il segno delle cicatrici che si portavano dentro, accogliendo la vita per ciò che è: fatta di belle sorprese, piccole e grandi sfide.

La Tristezza E’ Un’Emozione Maestra: Ecco Il Dono Che Ci Vuole Fare Venendo Da Noi

0

Se non lo hai mai visto, ti consiglio di vedere il film d’animazione della Pixar: Inside Out. In questo film, potrai vedere due strane protagoniste, Gioia e Tristezza, vivere delle avventure incredibili nel mondo interiore di Riley, una bambina di 11 anni, e scoprire, non senza fatica, la ricetta della felicità.

Allerta spoiler: alla fine del film, rivaluterai il ruolo fondamentale di Tristezza, e la amerai.

Questo film, creato su basi scientifiche, dimostra quanto in realtà tutte le nostre emozioni siano funzionali: è solo questione di quantità, e di saperle vivere senza tentare di bloccarle o ignorarle perché ognuna di loro ha una funzione importante. In poche parole, la tristezza è come quel pizzico di sale che dà sapore alla vita.

Le Relazioni Che Ci Fanno Soffrire Sono Maestre Spietate Di Vita

0
relazioni che fanno soffrire

A volte ci cacciamo in relazioni che ci fanno soffrire, che ci mettono alla prova per diversi motivi: incompatibilità di carattere, sensazioni di non essere amato, valorizzato, riconosciuto, mancanza di rispetto, di comprensione, di complicità,… E col senno di poi, è difficile comprendere il motivo che ci ha spinto a scegliere, di nostra spontanea volontà, di vivere in una relazione del genere.

Rimanere in una relazione problematica: sì o no?

Ciò Che Ti Ferisce Ti Sta Aiutando A Guarire

0

Nel bel mezzo di una discussione, può capitare che all’improvviso ci si senta punti sul vivo da alcune parole che, a dire il vero, non c’entrano nulla con noi; perché? Il motivo di tale reazione ingiustificata sta nel fatto che è stato toccato un nostro punto dolente e una vecchia ferita si è risvegliata di prepotenza, facendoci reagire in modo violento.

Si tratta di una reazione inconscia: al dolore, rispondiamo con la rabbia, e nei peggiori dei casi incolpiamo gli altri senza motivo; tuttavia questa reazione, obiettivamente esagerata, ci dà l’occasione di osservarci con più attenzione e di capire cosa di preciso è scattato in noi per spingerci a mostrare le zanne.

Facciamo Tornare La Gentilezza Di Moda: Ne Abbiamo Bisogno!

0

Quando eravamo piccoli, ci insegnavano a dire “buongiorno”, “per favore” e “grazie”. Era questione di buona educazione. Oggi, sembra che queste piccole parole magiche siano scomparse assieme al sorriso delle persone. In realtà, dietro queste semplici parole dimenticate, c’è un fenomeno ben più grave che sta dilagando: la gentilezza sta lentamente scomparendo dal mondo.

E dire che ci vorrebbe davvero poco per illuminarci la giornata (e illuminare quella degli altri), pensaci! Quand’è stata l’ultima volta che hai visto una persona sorriderti col cuore, ma di quei sorrisi caldi come un abbraccio, che ti danno la sensazione di aver ricevuto qualcosa di profondamente bello. Te lo ricordi?

Karma: quali sono i 12 anelli della sofferenza e come uscirne

0
12 anelli della sofferenza

Alcuni di noi pensano che la nostra vita è predeterminata e che non si può scappare al proprio destino, del tipo: “Se sei nato sotto una cattiva stella, ti toccherà subire una lunga vita di dolori, sfide e sofferenze”. Deprimente, vero?

In realtà è peggio ancora perché questo pensiero ci toglie dalle mani l’unico strumento in grado di uscire da quel girone infernale. Scopriremo più avanti di cosa si tratta, ma prima vediamo assieme qual è la catena del Karma che ci imprigiona nella sofferenza e nell’illusione.

→ Leggi anche: “Il Karma. Cos’è e come funziona”

Le nostre ossa memorizzano i ricordi dolorosi: ecco perchè ci fanno male!

0
memoria delle placche cutanee

Stavo cercando un motivo valido ai miei dolori, nel senso che ho dolori ma non ho avuto traumi fisici che li potessero giustificare, e mi sono imbattuta in uno scritto olistico che parla di “memoria delle placche cutanee“, pare infatti che nel nostro corpo vi siano 24 coppie di punti, o “placche cutanee“, localizzati sui versanti laterali dei processi spinosi delle vertebre, dalla prima cervicale alla quinta lombare con esclusione del segmento sacrococcigeo, che “memorizzano” gli eventi traumatizzanti.

Approfondendo la lettura ho scoperto che questi punti delle nostra ossa hanno la capacità di registrare gli avvenimenti stressanti e dolorosi e di attivarsi secondo alcuni schemi temporali.