Home Tags Dolore

Tag: dolore

Elefante che piange: le emozioni nel mondo animale!

0

elefante dolore

Un elefante che piange… vi sembra una fantasia? E’ invece la realtà!

Storie di elefanti che piangono: c’è stato il caso dell’elefantino a cui hanno ucciso la mamma, il caso di Raju l’elefante costretto ad elemosinare e fare lavori forzati in India e finalmente liberato… insomma pare proprio che gli elefanti piangano con copiose lacrime, anche secondo lo psicoanalista e sanscritista statunitense Jeffrey Moussaieff Masson gli animali hanno emozioni, ha infatti scritto un libro proprio sulla psicologia animale: Quando gli elefanti piangono. La vita emotiva degli animali

Gli elefanti producono lacrime quando sono sottoposti a forti stress emotivi, proprio come l’essere umano e secondo Masson lacrimano a causa di forti emozioni anche gorilla, scimpanzé, cavalli e orsi.

Da oggi le carie si cureranno senza trapano e dolore!

0

Le carie sono un problema da non trascurare: la non cura dei denti, infatti, non solo porterà via via col tempo ad aggravare la situazione della nostra carie (che di certo non resterà così come l’abbiamo lasciata ma andrà via via peggiorando), ma può anche avere ripercussioni nel nostro organismo, trattandosi di una patologia infettiva per la quale, a causa del mutarsi delle condizioni, batteri normalmente non nocivi provocano dei danni.

Insomma, la salute dei nostri denti è importante, ma quando si tratta di andare dal dentista… beh, farsi prendere dal panico è reazione comune a molti.

Paura del dentista? Ora le carie si cureranno senza trapano e dolore!

Fatima: la donna uccisa col suo bambino e la disperazione di un padre e marito [Video]

0

La Siria è una terra di mezzo, una di quelle terre in cui la posizione geografica “favorevole” ha decretato la fine della pace e l’inizio dell’inferno, è una di quelle terre dove il fuoco sembra non riesca a smettere di incedere a passo veloce con la potenza di un predatore inferocito in cerca di vendetta, è una di quelle terre dove sono gli innocenti a pagare, a pagare il prezzo di un potere che non si sa neanche più dove realmente risieda.

Il Dolore per la Perdita di un Padre Dietro a dei Tweet Ironici

0

Grazie a Laurie Kilmartin, una scrittrice comica, molti papà in questi giorni hanno ricevuto abbracci, telefonate e apprezzamenti dai propri figli… Questo perchè in questi giorni lei ha passato le giornate a condividere su twitter la storia, le sue reazioni, verso suo padre che sta morendo in un ospizio.

Non pensate che sia una cosa di cattivo gusto, l’ho fatto anche io in un primo momento…  Ma poi ho cominciato a leggere i tweet… divertenti, ironici se non fosse che dopo un po’ ti ritrovi con le lacrime agli occhi. Probabilmente questo era l’unico modo che Laurie conosceva per affrontare questo enorme dolore. Lei che la sua vita è fatta di satira e ironia, non sapeva probabilmente, come reagire ad un tale sconforto e così lo ha fatto attraverso tweet forti che fanno ridere e piangere allo stesso tempo.

Il video della disperazione di una mamma pinguino per la morte del proprio piccolo

0

Un video che non ha bisogno di molte spiegazioni.

Un video che però vogliamo mostrarvi perchè evidenzia un fatto importante: anche gli animali provano emozioni. Tutti gli animali provano emozioni: galline, mucche, cani, giraffe… E proprio perchè conoscono e vivono l’affetto, la tristezza e la serenità non possiamo continuare a trattarli come abbiamo fatto fino ad ora.

Proprio in questi giorni abbiamo scritto l’articolo I cani e gli esseri umani provano emozioni allo stesso modo: ce lo conferma la scienza e alcuni mesi fa vi abbiamo proposto Gli animali hanno una coscienza: ma i media non diffondono la notizia. Prese di posizioni importanti che però non sembrano avere il giusto peso nella nostra società.

26 Cartoni di Senzatetto… e Voi Cosa Scrivereste?

2

Please Help Me“, quante volte ci capita di passare, spesso distrattamente davanti a qualche mendicante negli angoli delle strade, ma quante volte ci fermiamo e ci interroghiamo su queste persone? Quante volte passiamo impettiti davanti a cartoni scritti a mano, spesso con errori, cartoni che esprimono il dolore dell’essere emarginati, senzatetto, abbandonati, poveri e miserabili… Eccone ora qui una raccolta, 26 cartoni dei senzatetto di New York che non hanno bisogno di essere spiegati, non hanno bisogno di altre parole…. leggeteli e immaginate cosa scrivereste sul vostro cartone se all’improvviso dovreste perdere tutto….

Gli Effetti della Povertà sul Volto [Video]

0

“La vida pasa para todos pero no para todos pasa igual”

Già, la vita passa per tutti, ma non passa per tutti nello stesso modo questo è il messaggio dello spot di 50 secondi titolato ‘Effetti della povertà‘ (#efectosdelapobreza), mandato in onda dall’organizzazione non governativa Manos Unidas.

Lo spot mostra gli effetti della fame, dello sfruttamento, delle malattie e delle ingiustizie sul volto di una giovane donna. Testimonial dello spot la giovane attrice spagnola Imma Cuesta, che si presta alla simulazione virtuale dell’invecchiamento precoce.

Lo spot vuole dimostrare al mondo quanto sia evidente sulla pelle il segno dei disagi subiti dalle persone afflitte dalla povertà.

Le 36 Foto che Raccontano la Storia Meglio dei Libri

0

“Un’immagine vale più di mille parole

L’editore Arthur Brisbane, già nel 1911 aveva le idee ben chiare su come fare colpo sulla gente, e in effetti le immagini valgono molto di più che le parole. Il concetto è definito, l’effetto è immediato, con un’immagine si capisce subito tutto, si trasmettono sensazioni, si catturano le sfumature.
In queste foto storiche possiamo apprendere tutto senza perderci nulla, le parole non saprebbero descrivere il dolore o il sorriso, la paura o la gioia.
Possiamo studiare gli avvenimenti ma mai come una foto può farci capire cosa realmente vogliono dire le parole che abbiamo imparato. Un esempio? La guerra… cosa sappiamo della guerra? Due o più nazioni che si scontrano, c’è un vinto e un vincitore, ci sono i danni economici e strutturali, ci sono i feriti e i morti… ma dietro a tutto questo cosa c’è? Solo con questa immagine di una bambina che stringe la sua bambola davanti alle macerie della propria casa bombardata a Londra nel 1940, possiamo realmente “sentire” una guerra.

Alcune di queste foto rimarranno nei vostri pensieri, altre ci sono già state, alcune vi faranno riflettere, ma tutte vi daranno l’idea di come i tempi sono cambiati e di quanto, una volta, bastasse poco per farci felici.

L’inaugurazione del volto della Statua della Libertà, 1885

Elvis Presley arruolato nell’esercito, 1958

Il disastro di Hindenburg, il 6 maggio, 1937 lo zeppelin più grande mai costruito bruciò completamente in circa mezzo minuto. 35 furono le vittime.

Annette Kellerman, nel 1907, promuove il diritto delle donne di indossare un costume da bagno intero aderente. Venne arrestata per atti di indecenza.

Donna con la carrozzina antigas, Inghilterra, 1938

Test di giubbotti antiproiettile nel 1923, venivano indossati da persone e non da manichini.

Annie Edson Taylor, il 24 Ottobre 1901, giorno del suo 63esimo compleanno, fu la prima persona a gettarsi dalle cascate del Niagara in un barile, rimanendo illesa


Animali utilizzati come componente della terapia medica, 1956… la prima pet-terapy della storia.

  Vecchietta armena di 106 anni che fa la guardia alla casa, foto scattata nel 1990 anno della dichiarazione d’indipendenza dall’Unione Sovietica

Le 10 immagini più commoventi del web

1

Queste 10 immagini stringono il cuore…

Un vigile del fuoco da da bere ad un koala durante il Sabato Nero, dove un incendio ha devastato i boschi di Victoria in Australia nel 2009

Ho dovuto dire addio al mio amico quattordicenne oggi. Ti amo Soph. Sentirò la tua mancanza.

Un uomo singhiozzante al rifugio per animali. Dopo essere stato incarcerato per un breve periodo, il suo cane è stato messo sotto sequestro e lui non poteva permettersi i 400$ per riavere indietro il suo amico.

Le aragoste provano dolore. Ma che bella scoperta!

0

La scoperta è stata pubblicata sul Journal of Experimental Biology: le aragoste immerse vive nell’acqua bollente provano dolore.

Ma questo dato di fatto non si conosceva già? Cosa si pensava fino ad ora? Che i loro movimenti in seguito all’immersione in acqua bollente fossero semplicemente dei riflessi automatici. Fino a questo momento si riteneva che i crostacei non avessero la capacità di provare dolore.