Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Amore

Tag: Amore

La Lettera D’Amore Che Vorrei Ricevere

0
Credit foto © Pixabay

Ricevere una lettera scritta a mano è già di per sé un atto d’affetto immenso. Sapere che una persona ha scelto di dedicarci tempo, cura, pensieri e manualità è un regalo tra i più preziosi. Se poi la lettera è uno scritto di amore puro e incondizionato ha il potere di accarezzare tutta la nostra anima e di avvolgerci in un abbraccio di profonda tenerezza e di collegamento con l’intero universo.

Scrivere una lettera d’amore è prendere una pagina bianca e mettere in fila tutta la luce raccolta in fondo al cuore.
(Fabrizio Caramagna)

L’ Intimità È Uno Spazio Sacro Dove La Coppia Si Rivela

0
uomo-e-donna-tra-gli-alberi-coppia-felice
Credit foto © Pexels

Le relazioni umane sono caratterizzate da una certa complessità in quanto sono il luogo prediletto dove si proietta tutto di noi: le speranze, l’ombra delle ferite pregresse, le nostre aspettative illusorie e le nostre fragilità. Riuscire ad instaurare una relazione intima con un’altra persona non è affatto semplice. Già capire in cosa consiste l’intimità è arduo in quanto viene troppo spesso limitata alla sfera sessuale quando difatti coinvolge la multidimensionalità di ogni persona.

Il Dono Sacro Racchiuso In Ogni Bacio

0
madre-che-bacia-bambino-sulla-guancia
Credit foto ©Pexels

Una madre provata dal parto riceve per la prima volta il suo bambino tra le braccia. Lo avvolge come una coperta, sorride, piange e d’istinto posa sulla sua testolina un bacio delicato come un battito di ciglia per salutare quella vita che ha custodito nel suo ventre per tanti mesi.

Due innamorati si danno il primo appuntamento. Non si sono ancora dichiarati. Le parole scorrono senza che nessuno dei due ci badi più di tanto; poi, ad un tratto, le mani si sfiorano. Gli sguardi diventano di colpo più intensi e un curioso magnetismo sembra rapirli. Il mondo scompare mentre si scambiano il primo bacio.

L’Abbraccio E’ Il Posto Più Bello In Cui Stare

0

Le nostre braccia hanno il potere di creare un cerchio potentissimo. E in questo cerchio si forma un vero e proprio mondo a sé: è il mondo dell’abbraccio!

Nell’abbraccio – ciò che è stato spigolo, linea interrotta, groviglio – diventa di nuovo, come per miracolo, cerchio perfetto.
(Fabrizio Caramagna)

Quando i nostri corpi si uniscono e le nostre braccia s’intersecano, il tempo si ferma. Tutto può accadere in quella fusione di corpi. L’abbraccio è il regno dei silenzi, delle emozioni, del contatto di anime. Lo sanno bene i bambini che ricercano il più possibile quello stato di benessere, di protezione, di contenimento e di amore che solo le braccia umane posso donare.

Smetti Di Pensare Di Non Essere All’altezza

0
uomini e donne

Smetti di pensare di non essere all’altezza.

Smetti di pensare di non essere desiderato.

Smetti di pensare che non ti vorrà. Che è impossibile che voglia te.

Questi consigli sono rivolti a tutti, ma in maniera particolare agli uomini. Questo paese è pieno di donne belle e intelligenti che restano sole, perché ogni uomo ha pensato che “lei è talmente bella e intelligente che non potrà mai volere me”.

È in questo modo che la disconnessione tra persone e trai i sessi si amplifica e, da errore percettivo iniziale, diventa esponenziale. È in questo modo che ci perdiamo l’un l’altra per sempre. Ma soprattutto, è in questo modo che perdiamo vita.

Rinuncia Ad Avere Ragione

0

Infinite volte continua a capitarci, da che eravamo bambini ad oggi, di sprecare un sacco di energie cercando di convincere un’altra persona del nostro pensiero. Del nostro sistema di valori, delle nostre convinzioni, delle nostre esperienze.

È tempo perso. Si tratta di una delle attività non solo più inutili, ma anche più nocive, dal momento che non fa che fomentare separazione e tentativi di prevaricazione.

È una pratica che ci toglie tantissime energie, distoglie la nostra attenzione come una sirena e, come se non bastasse, non ci porta ad alcun risultato. Mai. Senza eccezioni. E lo facciamo tutti.

Insegniamo Ai Nostri Figli A Vivere Anche Senza Di Noi

0

Da genitore le riflessioni che nascono sono milioni in un giorno. Una in particolare mi è nata tra un film e una chiacchiera con un’amica.

IL COMPITO PIU’ DIFFICILE PER UN GENITORE E’ INSEGNARE AL PROPRIO FIGLIO A VIVERE ANCHE SENZA DI LUI.

Questo vale per tutti i genitori, biologici e non. Solo che quando si pensa di prendere in affido un bambino, ci si blocca dinnanzi alla possibilità che egli non possa vivere per sempre con noi. Ma non è forse la stessa cosa per un figlio naturale? Certo, sicuramente un figlio biologico sarà lui a scegliere quando e come andare via, mentre un bambino in affido no. Alle volte capita che venga reinserito in famiglia e non si abbiano più rapporti con i genitori affidatari, ma il più delle volte non è così e in ogni caso, il compito per cui siamo chiamati, resta il medesimo.

Quando L’Amore Non E’ Corrisposto

0

L’amore non corrisposto è un fuoco che ci divora pian piano. L’illusione di aver trovato finalmente una persona speciale, la felicità di immaginare il futuro insieme, e poi tutto questo si infrange contro i sentimenti e la volontà dell’altro. La mancanza di reciprocità ci lascia increduli: perché ci siamo innamorati proprio di lui? È come se la vita ci avesse messi davanti alla nostra anima gemella, ma noi, ironia della sorte, non siamo la sua. Come affrontare questa situazione?

Edera, Abbracciando Le Altre Piante, E’ Il Simbolo Dell’Amore Fedele Ed Eterno

0

Edera è come un serpente. Legata al buio e al freddo, il suo fiore per le api è l’ultimo bottino prima della stagione invernale. Le infiorescenze sferiche somigliano a pianeti profumatissimi e tra di esse le api si aggirano ubriache, producendo un miele cristallino, candido, indescrivibilmente buono.

Il suo apparato radicale è potente. Edera striscia e si arrampica sulle altre piante, ma non è un parassita in quanto non succhia la linfa degli alberi che la ospitano. Alla lunga però, se prospera eccessivamente, questa rampicante vigorosa può causare il deperimento della pianta ospite per privazione di luce.

“Felice È Chi Sa Amare”: La Splendida Riflessione sull’Amore di H. Hesse

0

Hermann Hesse, scrittore e poeta nato nel 1877 e deceduto nel 1962 in Svizzera, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1946, è conosciuto per i suoi scritti di una profondità fuori dal comune. Conobbe Carl G. Jung durante un periodo importante della sua vita; e la sua capacità di scrutare l’animo umano, forte anche delle sue esperienze in terapia col famoso psichiatra e psicanalista svizzero, lo incentivò ad illustrarne i turbamenti grazie alla scrittura, questo fatto gli valse l’appellativo di “scrittore della crisi”.

Hermann Hesse