Ambiente
Inquinamento
Notizie
Primo piano

Ilva: a Taranto raddoppiano i tumori

Di Elena Bernabè - 4 Ottobre 2012

Abbiamo già parlato di come le acciaierie Ilva a Taranto siano pericolose per la salute dell’uomo: adulti e bambini sono a rischio tumori; in genere uno su due è ammalato. Una situazione davvero critica e drammatica.
Ora si aggiunge un altro dato preoccupante: nei primi sei mesi del 2012 è aumentato incredibilmente il ricovero per tumori. Si parla di un +50% rispetto al primo semestre del 2011.
Lo ha dichiarato la responsabile controllo spesa farmaceutica della Asl, Rossella Moscogiuri: i suoi dati rivelano un incremento del 60% di day hospital e del 40% di accessi ambulatoriali nel reparto di oncologia. E queste le sue parole “A Taranto si registra un’alta percentuale di patologie respiratorie insieme a una più alta spesa farmaceutica rispetto alla media nazionale”.
A Taranto ci si ammala e si muore.
Il Senato ha deciso di approvare in via definitiva il decreto sull’ Ilva: disposizioni urgenti per il risanamento ambientale e la riqualificazione del territorio di Taranto.
Verrà attuato nel modo più adeguato? Servirà davvero? Noi ci auguriamo di si e continueremo a seguire questa drammatica situazione.





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)