felicità

L’ha stabilito l’Onu, l’Organizzazione delle Nazioni Unite, con un accordo di 193 Stati membri, che oggi 20 Marzo è la giornata mondiale della Felicità.

Nel comunicato dell’Onu si può leggere: ”Un cambiamento profondo di mentalità è in atto in tutto il mondo le persone riconoscono che il progresso non dovrebbe portare solo crescita economica a tutti i costi, ma anche benessere e felicità’‘.

Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ribadisce che: ”Felicità è aiutare gli altri, quando con le nostre azioni contribuiamo al bene comune noi stessi ci arricchiamo. E’ la solidarietà che promuove la felicità”.

Pensate che 150 paesi sono stati sottoposti a valutazione, tanto che è stato stilato un report (World Happiness Report) che stabilisce che più le persone di quel paese sono felici, più il paese è produttivo.

Negli ultimi 30 anni il grado di felicità è incrementato dello 0.14%, un segno che il mondo è un po’ più felice, che il benessere si fa sentire, sopratutto in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Paesi Bassi, che sembrano essere i paesi più felici. L’Italia si piazza maluccio in classifica, al ventottesimo posto, ma è sempre meglio che il trentesimo posto della Germania.

felicità1

C’è anche un paese dove la felicità è un indicatore dello stato dello sviluppo; dagli anni settanta nel Bhutan,  viene misurato il Gross National Happiness, cioè la felicità nazionale lorda.

Leggi anche Buthan: il paese più felice del mondo!

Se volete conoscere tutti gli eventi che si organizzeranno per questa giornata della felicità, in tutto il mondo, potete visitare il sito www.dayofhappiness.net

A Washington ci sono gli abbracci gratis, a Londra i messaggi positivi e lezioni di yoga in piazza mentre a Bruxelles si promuove la felicità sul posto di lavoro!

Voi cosa cercate di fare oggi per essere più felici?

Leggi anche 5 atteggiamenti da cambiare per essere più sereni!