Granchi cucinati vivi a Masterchef: per l’Enpa terribile forma di violenza

In una puntata di Masterchef Usa trasmessa in Italia dal canale televisivo Cielo alcuni granchi venivano bolliti vivi per la preparazione di ricette.

L‘Enpa (Ente nazionale protezione animali) ha protestato chiedendo al canale televisivo di rettificare quanto mandato in onda: la televisione è infatti un mezzo di comunicazione subdolo e potente e la puntata di Masterchef Usa potrebbe indurre i telespettatori cha hanno assistito alla puntata a considerare tale prassi corretta.

Questa la dichiarazione dell’Enpa a riguardo: “Bollire vivo un animale è una terribile e inutile forma di incrudelimento che può configurare il reato di maltrattamento. Reato che, lo ricordiamo, è punito dal nostro codice penale. Numerose evidenze scientifiche, una tra tutte pubblicate sul Journal of Experimental Biology, dimostrano come questi animali non solo percepiscano il dolore, ma ne mantengano il ricordo. Stessa evidenza chiarita dal Biologo Robert Elwood che con una pubblicazione apparsa sul “New Scientist” dimostra come i crostacei imparano cosa sia il dolore e ne hanno memoria e per questo evitano nel futuro le esperienze che li hanno condotti a provare questo stato”. 

E ha aggiunto: “Ci riserviamo inoltre di conoscere quali siano state le condizioni di mantenimento degli animali. Infatti, anche nel caso in cui gli animali fossero stati conservati sul ghiaccio o nelle buste adagiate su di esso ciò configura un’ulteriore forma di maltrattamento poiché, come evidenziato dal centro di referenza nazionale per il benessere animale, grazie ad un dettagliato parere del dottor Paolo Candotti, tale modalità di mantenimento o di stoccaggio è da considerarsi una forma di atroce maltrattamento”.

Bollire vivo un animale, qualunque esso sia, è una forma di violenza terribile. Vi consigliamo di leggere l’articolo Le aragoste provano dolore. Ma che bella scoperta!

Fonte: Enpa.it

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 26/02/2013
Categoria/e: Animalismo, Maltrattamento, Primo piano, Sfruttamento.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655