Si chiama Graham Hughes, l’uomo che ha visitato il mondo senza usare aerei. Ecco il suo viaggio

Avete mai pensato di poter attraversare tutto il mondo senza usare l’aereo? Può sembrare impossibile ma Graham Hughes, 33enne, ci è riuscito: è stata un’impresa di 1426 giorni compiuta con meno di 100 dollari a settimana, viaggiando per 160 mila miglia usando solo treni, taxi, autobus e ovviamente i suoi piedi.

Il suo viaggio è iniziato in Uruguay ed è terminato a Juba, capitale del South Sudan. Graham, nativo di Liverpool, ha progettato questa “folle”ed incredibile attraversata nel Capodanno 2009 concludendola quattro anni dopo (dunque nel 2012).

Durante il percorso gli sono capitati tanti eventi curiosi, ma tre di questi non se li scorderà mai:

– quattro giorni a Capo Verde trascorsi in balia di una barca che imbarcava acqua;

– è stato imprigionato per un settimana in Congo;

– è stato messo in salvo da un Ladyboy filippino da un attacco di alcuni fondamentalisti islamici.

Hughes racconta che durante il suo lungo viaggio ha purtroppo ricevuto una notizia molto brutta che riguardava sua sorella morta di cancro. Ma nonostante tutto Graham è stato molto forte e ha deciso di continuare la sua impresa: è felice di aver mostrato che il mondo in fondo non è poi così grande e pieno di insidie ma al contrario è ricco di persone che hanno la bontà e la voglia di aiutarti.

Dopo quest’avventura alla scoperta del mondo intero, Hughes ha filmato la sua spedizione creando un documentario e i fondi raccolti sono stati devoluti in beneficenza aWaterAid’, un’associazione che aiuta i paesi più poveri, ed è inoltre rientrato nel guinness dei primati per “La maggior parte dei paese visitati in un anno soltanto con mezzi di trasporto via terra o mare”.

L’uomo ha voluto dichiarare: “la sensazione principale, oggi, è solo uno di intensa gratitudine a tutte le persone di tutto il mondo che mi hanno aiutato ad arrivare qui, dandomi una casa temporanea, facendomi rimanere sul loro divano o mostrandomi la giusta direzione”. Il suo progetto prende il nome di ‘The Odissey Expedition’.

Queste a seguire sono le 201 tappe che Hughes ha attraversato senza utilizzare alcun aereo:

SOUTH AMERICA

1. Uruguay 2. Argentina 3. Paraguay 4. Bolivia 5. Chile 6. Peru 7. Ecuador 8. Colombia 9. Venezuela 10. Brazil 11. Guyana 12.Suriname

THE CARIBBEAN

13. Trinidad & Tobago 14. Grenada 15. St. Vincent & The Grenadines 16. Barbados 17. St. Lucia – Martinique** 18. Dominica 19. St. Kitts & Nevis 20. Antigua & Barbuda British Virgin Islands US Virgin Islands 21. Dominican Republic 22. Haiti 23. Jamaica

CENTRAL AND NORTH AMERICA

24 Mexico 25 Guatemala 26 El Salvador 27 Nicaragua 28 Honduras 29 Costa Rica 30 Panama 31 Belize 32 The United States of America 33 The Bahamas – The Conch Republic** 34 Cuba 35 Canada

EUROPE

36 Iceland – The Faroe Islands** 37 The Netherlands 38 Belgium 39 France 40 England* 41 Wales* 42 Ireland 43 Northern Ireland* 44 Scotland* 45 Luxembourg 46 Germany 47 Denmark 48 Sweden 49 Norway 50 Finland 51 Estonia 52 Russia 53 Latvia 54 Lithuania 55 Belarus 56 Poland 57 The Czech Republic 58 Slovakia 59 Hungary 60 Romania 61 Moldova 62 Ukraine 63 Bulgaria 64 Greece 65 Macedonia 66 Kosovo* 67 Montenegro 68 Serbia 69 Albania 70 Croatia 71 Bosnia & Herzegovina 72 Slovenia 73 Austria 74 Liechtenstein 75 Switzerland 76 Italy 77 Vatican City* 78 Malta 79 Tunisia (Africa) 80 San Marino 81 Monaco 82 Andorra 83 Spain 84 Portugal

AFRICA

85 Morocco 86 Western Sahara* 87 Mauritania 88 Senegal 89 Cape Verde 90 The Gambia 91 Guinea-Bissau 92 Mali 93 Guinea 94 Sierra Leone 95 Liberia 96 Côte D’Ivoire 97 Ghana 98 Togo 99 Benin 100 Burkina Faso 101 Niger 102 Nigeria 103 Cameroon 104 Chad 105 Central African Republic 106 Equatorial Guinea 107 Gabon 108 Saõ Tomé & Principé 109 Congo 110 Democratic Republic of Congo 111 Angola 112 Namibia 113 South Africa 114 Botswana 115 Lesotho 116 Swaziland 117 Mozambique 118 Zimbabwe 119 Malawi 120 Zambia 121 Tanzania 122 Comoros 123 Madagascar – Reunion** 124 Mauritius 125 Rwanda 126 Burundi 127 Uganda 128 Kenya 129 Ethiopia – Somaliland** 130 Somalia 131 Djibouti

MIDDLE EAST AND ASIA

132 Saudi Arabia 133 Egypt (Africa) 134 Sudan (Africa) 135 Jordan 136 Palestine* 137 Israel 138 Syria 139 Lebanon 140 Turkey Iraqi Kurdistan** 141 Iraq 142 Cyprus (Europe) Northern Cyprus** 143 Libya (Africa) 144 Algeria (Africa) 145 Georgia 146 Armenia 147 Azerbaijan 148 Kazakhstan Karakalpakstan** 149 Uzbekistan 150 Kyrgyzstan 151 Tajikistan 152 Turkmenistan 153 Afghanistan 154 Iran 155 Kuwait 156 Bahrain 157 Qatar 158 United Arab Emirates 159 Oman 160 Yemen 161 Eritrea (Africa) 162 Pakistan 163 India 164 Bangladesh 165 Bhutan 166 Nepal Tibet** 167 China 168 Mongolia 169 South Korea 170 North Korea 171 Japan 172 Taiwan* 173 Vietnam 174 Cambodia 175 Thailand 176 Laos 177 Burma 178 Malaysia 179 Singapore 180 Indonesia 181 Brunei 182 The Philippines 183 East Timor West Papua**

OCEANIA

184 Papua New Guinea 185 Solomon Islands 186 Australia New Caledonia** 187 Vanuatu 188 Fiji Wallis & Futuna** 189 Tuvalu 190 Kiribati 191 Marshall Islands 192 Samoa American Samoa** 193 Tonga 194 New Zealand 195 Nauru Northern Mariana Islands** Guam** 196 Micronesia 197 Palau Hong Kong** Macau**

THE FINAL FRONTIER

198 Sri Lanka 199 The Maldives 200 The Seychelles 201 South Sudan

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

[Fonte: www.mondoaeroporto.it]

 

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 28/03/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655