Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Montessori

Tag: montessori

I papà di figlie femmine hanno un compito meraviglioso da svolgere!

0

Quando si parla di educazione, di pedagogia, di bambini, si parla sempre alle mamme e con le mamme. Oggi vorrei parlare invece del ruolo che hanno i papà ed in particolar modo i papà di figlie femmine. Perché se biologicamente siamo diversi, emotivamente questa figura apparentemente estranea al mondo femminile, ricopre un ruolo cruciale.

Le piccole bimbe che nascono diventeranno donne in un batter di ciglia e il papà ha dei compiti che solo lui può ricoprire:

1) essere il loro compagno di giochi (sono spassosi, fantasiosi, creativi, spericolati, interpretano il ruolo che gli viene assegnato e si divertono pure!;-) )

Essere Genitori Consapevoli è un Atto di Coraggio: Maria Montessori insegna!

0

Noi genitori ci interroghiamo spesso su ciò che trasmettiamo ai nostri figli. Ci impegniamo affinché vengano tirati fuori da loro valori come l’onestà, la generosità, il coraggio. Ecco, è su questo che oggi mi voglio soffermare.
Dal dizionario leggo:

Coraggio: 

1.Forza d’animo connaturata, o confortata dall’altrui esempio, che permette di affrontare, dominare, subire situazioni scabrose, difficili, avvilenti e anche la morte senza rinunciare alla  dimostrazione dei più nobili attributi della natura umana. 

Avere il coraggio delle proprie azioni od opinioni, sostenerle e difenderle. 

E tanto altro ancora.

I bambini che si sporcano di fango e terra sono bambini con una marcia in più

0

Non mi sono mai capacitata di come ci si preoccupi tanto di non “sporcare” un vestito, di non sgualcirlo, che addirittura venga tenuto nell’armadio gelosamente e che permettiamo (ai nostri bambini o a noi) di indossarlo solo nelle “grandi occasioni”. Il più delle volte queste “grandi occasioni” non arrivano o se arrivano durano appunto un giorno soltanto… Alle volte ci accorgiamo che un abito non va più bene perchè abbiamo cambiato taglia, o perchè i nostri figli sono cresciuti e non li hanno mai indossati… mi pongo dunque due domande:

La Posizione Seduta del Bambino Non va Anticipata

0
posizione seduta

Oggi si è portati a vivere un po’ di fretta e di conseguenza anche a cercare di anticipare sempre un po’ i tempi, e questo viene fatto anche con i bambini, si vuole che siano i primi in tutto e quando questo non accade ci si preoccupa credendo ci siano ritardi o anomalie nello sviluppo motorio e psicologico.

Pensiamo quando non siamo consci di una postura e ci mettono comunque in quella situazione, accade per esempio durante degli esercizi di pilates, l’insegnante ci aiuta a restare in una posizione per noi innaturale e la cosa è alquanto difficoltosa soprattutto i primi tempi; nello stesso modo quando un bambino di pochi mesi viene messo in posizione seduta la sua stabilità non è dettata dalla scoperta della posizione ma da un’imposizione dell’adulto, si troverà quindi in difficoltà.

20 Idee di Vita Pratica Montessori per infondere fiducia e rispetto

0

Il fondamento dei rapporti umani si basa su FIDUCIA e RISPETTO.

FIDUCIA:Dal dizionario leggiamo:”Senso di affidamento e di sicurezza che viene da speranza o stima fondata su qualcuno o qualcosa”.

RISPETTO: “Sentimento che ci trattiene dall’offendere gli altri, ledere i loro diritti o menomare i loro beni.”

Quando si pensa ad un bambino, si immagina spesso un esserino inerme, un vaso vuoto da riempire. Questo concetto non rende ne’ degni di rispetto ne’ di fiducia. Al contrario Egli è una persona con al suo interno tutto ciò che è necessario per crescere e svilupparsi, ma l’ambiente adatto ad accoglierlo fa la differenza. Oggi mi sento di parlarvi in modo pratico ma per farvi comprendere un concetto altro: non concentratevi sull’azione in sé ma su ciò che quest’azione porterà al bambino: autostima, sentirsi rispettato e investito di fiducia.

Casa dei bambini: la scuola dell’infanzia Montessoriana

0

La scuola materna nel metodo montessoriano prende il nome di “casa dei bambini“. Questo perché l’ambiente sembra proprio una casa in miniatura, tutti i mobili sono bassi, a misura di bambino. Dai tavoli alle sedie, le credenze, gli specchi, gli oggetti… tutto è alla portata del bambino, adatto alla sua altezza e alle sue dimensioni, accuratamente scelto e predisposto nell’ambiente in modo che egli possa muoversi con maestria e autonomia potendo così incarnare l’ambiente che lo circonda.

montessori_milano

Consigli Montessori per accogliere il neonato alla nascita

0

Ci siamo, è arrivato il momento… c’è chi sceglie il parto in ospedale, chi il parto in casa, chi il parto in acqua ecc ecc….
Tutte queste scelte sono rispettabilissime e nessuno può permettersi di giudicarle, l’importante è che siano compiute con serenità e consapevolezza secondo il desiderio della madre.
Ciò su cui è interessante riflettere è la necessità di accogliere il neonato in un ambiente che gli ricordi la sua “casa”, il grembo materno che lo ha protetto, nutrito e accolto amorevolmente per 9 mesi.

Svezia, una scuola senza pareti per pensieri senza limiti

0

Il sistema scolastico svedese prevede che i bambini inizino le elementari a 7 anni, e che imparino a leggere, scrivere e contare con lentezza, seguendo i propri tempi, attraverso attività didattiche basate sul gioco e con l’uso di materiali vari, dall’esplorazione della natura ai supporti multimediali. Nei primi anni, non vengono assegnati compiti a casa e il carico di lavoro cresce progressivamente, in modo che i piccoli non si sentano mai sovraccaricati, ma imparino guidati dalla curiosità, con entusiasmo e leggerezza.

Nature Play: La Scuola Come Dovrebbe Essere

0

“La specie più in pericolo in questo periodo? I nostri bambini”

Nature Play è un documentario pluripremiato del regista danese Dan Stilling che rivela i contrasti tra l’ossessione americana di un’educazione fatta di test standardizzati a discapito di tutto il resto, e l’approccio basato sull’abbraccio di tutta la natura della Scandinavia.

Nature Play

Il sistema scolastico americano risulta terribilmente sbagliato, tarpa le ali ai bambini limitando il loro amore istintivo per il gioco, l’esplorazione e l’innovazione, e punta molto invece sui punteggi dei test, i quali richiedono anni di preparazione per raggiungere i punteggi sempre più elevati, che vengono sottratti alla giovinezza dei piccoli.

Il malessere emozionale del bambino: per l’adulto è inaccettabile

0

Nel mio percorso lavorativo e di studio mi sono imbattuta nell’osservazione di molti bambini di età ed esperienze molto diverse tra loro. In alcuni ho notato la tendenza ad “inventare” malesseri fisici per evitare situazioni a loro sgradevoli o semplicemente troppo forti per riuscire ad affrontarle con la giusta serenità. Ho iniziato a pormi alcune domande sulla necessità di ricorrere alla bugia anziché esprimere un malessere, un disagio psichico di fronte all’adulto di riferimento.