Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Italia

Tag: italia

Birdwatching: osservare gli uccelli in volo per rigenerarsi

0

Lasciarsi affascinare dalla maestosità di un rapace, restare incantati di fronte all’eleganza di un airone, farsi rapire dai colori e dal canto dei volatili: il birdwatching, ovvero l’osservazione degli uccelli liberi in natura, è un’attività in continua crescita in Italia. «Il mondo del Birdwatching è un’infinita scoperta perché infinite sono le specie di uccelli da osservare, diverso come i tanti habitat in cui praticarlo, colorato come le quattro stagioni dell’anno», scrive la Lega italiana protezione uccelli (Lipu).

Eco-volontariato Lipu: una Vacanza per Salvare Uccelli

0
Lipu

«Al cuore della nostra missione c’è la tutela degli uccelli selvatici. Il mondo degli uccelli è unico, straordinario ma in pericolo. Salvare gli uccelli significa avere a cuore l’ambiente e rendere migliori, più belle e più sane, anche le nostre vite».

Fondata nel 1965, la Lega italiana protezione uccelli (Lipu), che ha come suo simbolo l’upupa (uno splendido migratore utile all’ambiente che nidifica nelle nostre campagne ma è perseguitato da tempo), si batte per la conservazione della natura, la tutela della biodiversità e la promozione della cultura ecologica in Italia. Una grande comunità, forte di 30mila sostenitori, circa 100 sezioni locali, oltre 600 volontari attivi e numerosi operatori, tecnici ed educatori, che oggi gestisce 30 Oasi e Riserve naturali protette, oltre a 11 Centri di recupero o primo soccorso di animali selvatici (15mila gli esemplari salvati ogni anno), in varie parti d’Italia.

Eco-volontariato: Ecco come Aiutare le Tartarughe Marine con il Wwf

0
eco-volontariato
Caretta caretta, Loggerhead turtle hatchling on the Cirali beach. Mediterranean Sea, Turkey - © Michel Gunther WWF

Ogni anno più di 40.000 tartarughe marine muoiono a causa delle attrezzature da pesca e del degrado delle coste. In prima linea per il loro salvataggio è il Fondo mondiale per la natura (Wwf), che da oltre 40 anni promuove progetti per la salvaguardia di questi splendidi animali marini in 44 Paesi del mondo. Tra questi l’Italia, dove sono attivi cinque centri di recupero (Policoro, Favignana, Lampedusa, Molfetta e Torre Guaceto), che offrono possibilità di volontariato per un’estate alternativa all’insegna della tutela dell’ambiente e degli animali.

Giardino delle Cascate: dopo 56 Anni Riapre il Gioiello dell’Eur

0
Giardino delle Cascate

Dopo ben 56 anni riapre al pubblico lo spettacolare Giardino delle Cascate dell’Eur, un gioiello di architettura paesaggistica realizzato nel 1961 su progetto di Raffaele De Vico. Esempio di moderno giardino di paesaggio ispirato alla tradizione italiana, si fa apprezzare per la sua simmetria e regolarità e colpisce il visitatore con giochi d’acqua, fontane zampillanti, scogliere, pietre naturali e numerose piante di varie specie. Un momento di pace e relax, in barba al caos e allo stressante traffico cittadino quotidiano.

Circo senza animali: sarà presto realtà?

0
Circo senza animali

Niente più gabbie, fruste, catene e domatori. In Italia il circo con gli animali potrebbe avere i giorni contati: è in esame al Senato il disegno di legge 2287 bis, che qualora fosse approvato porrebbe fine a questa usanza, considerata innaturale e crudele da animalisti e non solo.

“M’illumino di meno” 2017: il tema è la condivisione

0

Il 24 febbraio 2017 torna “M’illumino di meno”, la festa per il risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili promossa da Caterpillar Radio2, giunta ormai alla 13a edizione e incentrata quest’anno sul tema della condivisione.

«Oltre agli spegnimenti quest’anno invitiamo tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. È dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti gli ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione.

L’Ipogeo del Giardino di Babuk

0
Ipogeo del Giardino di Babuk

” L’Ipogeo del Giardino di Babuk” è un misterioso percorso che si sviluppa sotto Napoli e precisamente sotto il fabbricato di Via Giuseppe Piazzi n°55, un palazzo eretto sul finire del XVI secolo dalla famiglia Caracciolo del Sole; questo sito incredibile è di proprietà del profes­sor Gennaro Oliviero, docente per diversi anni di Diritto del la­voro alla Federico II e compo­nente dell’associazione «Amici di Marcel Proust», il quale ha trasformato il giardino mettendo fiori, alberi di limone e fontane e riscoprendo anche ceppi di antichissimi alberi e affreschi.

“Prosciutto crudele di Parma”: Suini Maltrattati in un Allevamento Romagnolo

0
Prosciutto crudele

Andare oltre l’apparenza è sempre utile. Anche dietro a un marchio considerato un’eccellenza del made in Italy può nascondersi una terribile realtà di sofferenza. Per sei mesi un team investigativo di Essere Animali – l’associazione no profit che promuove un cambiamento culturale, sociale e politico volto a superare tutte le forme di sfruttamento nei confronti degli animali – ha documentato le incredibili condizioni di vita dei suini in un allevamento intensivo fornitore del celebre Prosciutto di Parma. Una bolgia infernale lo spettacolo che si sono trovati di fronte, ripreso in un video inserito in un sito specifico (www.prosciuttocrudele.it), che ha trovato anche ampia diffusione in importanti media a livello nazionale (Tg3, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano).

Troppa carne rossa negli ospedali: il pericolo per i pazienti oncologici. Il servizio de “Le Iene”

0

Carne servita fino a 16 volte a settimana. Succede in alcuni ospedali italiani nei confronti dei malati di tumore, in barba ai pareri della comunità scientifica e delle regole inserite nel Codice europeo contro il cancro, un’iniziativa promossa dalla Commissione europea per informare i cittadini sulle azioni da intraprendere per diminuire il rischio di contrarre questa malattia. La denuncia viene dalla trasmissione di Italia 1 “Le Iene”, nel servizio “Cosa e come deve mangiare chi ha il cancro”, andato in onda il 18 dicembre e realizzato da Marco Occhipinti e Nadia Toffa, con Giulia Mascaro.

Quartiere Coppedè: un angolo da fiaba della Capitale

0

Suggestivo, fantasioso, eclettico e sfarzoso: con questi quattro aggettivi potremmo definire il quartiere Coppedè a Roma, un angolo elegante e pittoresco della Capitale, meno conosciuto rispetto alle principali attrazioni della Città Eterna.

Creazione artistico-architettonica tra le più innovative di inizio Novecento, è un luogo incantevole che sorge nel quartiere Trieste-Salario, tra piazza Buenos Aires e via Tagliamento. Si tratta di un complesso di sette fabbricati, dieci palazzine e 18 villini con fulcro centrale in piazza Mincio, progettato dall’architetto, scultore e decoratore fiorentino Gino Coppedè (1866-1927), su commissione della Società Anonima Edilizia Moderna. Il risultato? Un insediamento di circa 30mila mq caratterizzato da un incredibile mescolanza di stili architettonici, dal Liberty all’Art Déco, al neogotico, al barocco, al manierismo fino all’arte greca (non a caso riconducibile alla corrente del Neoeclettismo), che vide la luce negli anni dal 1915 al 1927 e ancora oggi immerge i visitatori in un’atmosfera fiabesca e surreale, tra archi, fontane, torri, loggiati, vetrate, balconi, stucchi, fregi e un’infinita serie di decorazioni multicolori.