Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags India

Tag: india

Vacche Sacre: la storia e l’attuale condizione dell’animale più venerato in India

0

In India le mucche e i bovini in genere sono considerati sacri, è proibito non solo mangiarli, ma anche macellarli e/o venderli per il medesimo scopo. La costituzione indiana vieta l’uccisione e la macellazione dei bovini e bufale e vacche e tori possono girovagare liberamente ovunque.

Ma da dove viene il culto della mucca sacra?

Vandana Shiva: l’Avvocato della Natura

0

«Vivere con meno è il nostro risarcimento» (Vandana Shiva)

Vandana Shiva è una filosofa, scienziata (fisica quantistica)  ed ambientalista indiana che da molti anni si occupa di tutelare la biodiversità nel suo paese e nel mondo e di diffondere una cultura di rispetto per la natura e per le popolazioni che abitano nelle zone agricole sfruttate dalle multinazionali dei semi OGM informando e spiegando cosa abbia realmente significato la “green revolution” in Asia, con particolar riferimento al subcontinente indiano e quali siano i rischi che tutti corriamo ed il costo che tutti stiamo pagando a causa di queste politiche agro-economiche globali.

Tiziano Terzani e i suoi meravigliosi insegnamenti

0

Il primo libro di Tiziano Terzani che mi capitò tra le mani era “Un Indovino mi disse”, non ero ancora stata mai in India, ne sentivo il sapore tra le pagine, il viaggio, la ricerca, la predestinazione, c’era qualcosa nelle parole di Terzani che mi spingevano sempre di più verso le mie convinzioni, verso il Viaggio, inteso come ricerca, ma solo dopo venni maggiormente a contatto con questo autore e attraverso le sue parole con l’uomo, il grande uomo, che, a mio parere, tanto ha dato e può dare con la sua esperienza.

L’India verso lo stop definitivo all’uso di animali nei circhi: scoperti maltrattamenti e abusi

0

Finalmente qualcosa di concreto. Arriva dall’India, infatti, il primo passo verso lo stop definitivo all’uso di animali nelle strutture circensi.

Negli anni, l’impiego di animali è stato sempre duramente contestato dalle associazioni animaliste, le quali ritengono che, da un punto di vista etico, non sia accettabile che gli animali vengano utilizzati per il divertimento umano, e che, da un punto di vista pratico, la detenzione, l’addestramento e gli spettacoli non siano compatibili con le caratteristiche etologiche degli animali stessi.

Induismo e Buddismo, due delle religioni più antiche al mondo. Le conoscete?

0

Due tra le religioni più antiche e diffuse al mondo sono Buddismo e Induismo.  Accomunate dalle aree di provenienza e da alcuni principi fondamentali, si differenziano però in molti punti. Definirle non è facile, sono religioni caratterizzate da filosofie complesse all’interno delle quali si diramano diversi filoni, più o meno simili tra loro, a volte nettamente distinti,a volte contaminati.

Acqua rubata ai poveri per darla ai ricchi

0

La sensazione di impotenza che si prova davanti alla grande impellenza dei bisogni primari di gran parte delle popolazioni del mondo può avere varie attenuanti come le condizioni climatiche e il contesto geografico che caratterizza le zone desertiche o a grande rischio sismico, ma quando nulla di questo giustifica carenze primarie come l’assenza d’acqua, allora il senso di impotenza si trasforma, doverosamente,  in indignazione. Nelle zone dell’India del Nord e del Pakistan si vedono spesso bambini che chiedono soldi e cibo, come accade in tutto il resto del paese e del sud est asiatico e come accade in Europa ed in Italia, anche se in una percentuale ridotta, ma da un po’ di tempo a questa parte la situazione è cambiata ed incominciano a chiedere acqua.

Gandhi: ecco perché una parte dell’India non lo ama

1

Mohandas Karamchand Gandhi, il Mahatma nato a Porbandar, il 2 ottobre del 1869 è stato un politico e filosofo indiano, promotore del movimento della non violenza, di importanza determinante per l’indipendenza indiana dall’Inghilterra (l’India era entrata a far arte dell’impero britannico nel 1876, quando la regina Vittoria si proclamò imperatrice delle indie e rimase sotto la supremazia economica e militare dell’Inghilterra fino al 1950, anno in cui fu proclamata l’indipendenza), e fu assassinato da un ribelle nel 1948. Questo è quello che quasi tutti sanno del Mahatma Gandhi.

Gange: il fiume sacro sopraffatto dall’inquinamento

0

 

Holi Mata Ganga, il Gange, il fiume sacro agli hindu che richiama ogni anno milioni di pellegrini sulle sue sponde.

Il Gange ha origine nell’Himalaya tra i ghiacciai sacri a Shiva il danzatore cosmico, il Mahadev degli hindu dall’incredibile potere distruttore, la sua sorgente scaturisce dal ghiacciaio di Gangotri (Uttarakhand) e da li attraversando città sacre come Rishikesh ed Haridwar continua la sua corsa, a tratti placida a tratti burrascosa, verso oriente fin quando, dopo essersi unito con numerosi affluenti ed aver reso sacri i gat (stazioni di posta e preghiera sulle rive del fiume) delle città che bagna, arriva a gettarsi con un delta di 350 km, nel Golfo del Bengala, nella zone dei Sundarbans.

Tutto quello che c’è da sapere sulle spezie e sulle loro magie

0

spezie

Esiste un mondo silenzioso  e colorato che si annida nelle credenze di chi ama e usa le spezie, un mondo fatto di piccoli contenitori e polveri da custodire, fatto di aromi e sentori, di mani che dosano ed olfatto allenato; un grande universo di tradizioni, storie, cultura, proprietà terapeutiche racchiuso in uno scrigno, uno scrigno a forma di sacco che posato sul bancone di un mercato d’oriente o d’occidente è solo in attesa che qualcuno arrivi e gli permetta di raccontare la sua storia.

Solidarietà. Come passare dalle parole ai fatti?

0

Nel 2010 decido di andare in India per assistere al Kumbh Mela, il più grande evento dell’induismo, un incontro tra cielo e terra che si festeggia solo una volta ogni 12 anni nei luoghi sacri dove caddero alcune gocce del latte dell’immortalità contenuto nell’anfora, kumbh appunto, sacra ai Veda, durante il combattimento tra dei e demoni

La folla, l’emozione, la spiritualità, le rive del Gange che accolgono milioni di pellegrini giunti sulle sue sacre sponde per immergersi e purificarsi dai peccati accumulati durante le vite passate; il cibo sacro, rigorosamente vegetariano, i mantra recitati ad alta voce, i baba, gli yogini, i nagha (sacerdoti tribali che scendono dalle montagne dell’Himalaya, dove vivono in isolamento, solo in occasioni particolari), un insieme di ordine e caos profumato di incenso e fiori di calendula.