Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Fiori

Tag: fiori

Il Carciofo Non E’ Una Verdura Ma Un Fiore Di Rara Bellezza

0
fiore di carciofo

Forse non tutti sanno che il carciofo non è una verdura ma è un fiore, un bellissimo fiore che se lasciato sbocciare è capace di lasciare a bocca aperta chiunque ami il colore viola.

fiore di carciofo

L’origine di questa pianta è antichissima, tipicamente mediterranea era già conosciuta agli egizi che al tempo di Tolomeo Everegete, re dell’Egitto dal 246 al 221 a.C., lo faceva mangiare ai soldati per renderli più forti e coraggiosi; in Italia arrivò grazie agli etruschi, nell’anno mille gli arabi lo portarono dalla Sicilia alla Spagna mentre nel 1466 Filippo Strozzi lo portò da Napoli a Firenze mentre Caterina de’ Medici, golosa dei cuori di carciofo, lo esportò fino in Francia quando sposò il re Enrico II.

Il Girasole e le sue Leggende

0
Girasole

Il girasole, Helianthus annuus, è una pianta annuale della famiglia delle Asteraceae. Il nome deriva da helios, il dio sole, e anthos, fiore. Com’è noto la sua caratteristica è quella di girare il capolino verso il Sole, per questo, e per il suo colore giallo splendente, è un fiore associato alla solarità, all’allegria, al calore estivo che ci rende inclini alla spensieratezza. In alcune tradizioni simboleggia anche la gratitudine e l’ammirazione per qualcuno. Viene talvolta regalato per auspicare la guarigione o in occasione di lauree e altri traguardi decisivi come simbolo di successo.

Girasole

Convolvolo: Leggende del Fiore delle Fate e della Crescita

0
convolvolo

Il Convolvolo è una pianta rampicante il cui nome deriva da “convolvere”, avvolgere in latino. In effetti il Convolvolo si attorciglia facilmente su qualunque supporto ed è anche piuttosto invadente nonostante l’apparente delicatezza dei suoi fiori, simili a campanule.

Digitale Purpurea: Il Fiore della Sensualità Proibita e la sua Leggenda

0
digitalis-purpurea

La Digitale Purpurea appartiene alla famiglia delle Scrophulariaceae, si tratta di una pianta con fiori porpora tubolari che assomigliano a delle campanule. E’ diffusa soprattutto nelle zone temperate europee, in Asia e in America. I fiori sono distribuiti lungo lo stelo e ne esistono molte specie diverse, sia biennali che perenni. E’ una pianta che può sopravvivere sia all’ombra che al sole e di solito non necessita di molta acqua. Si dice sia in grado di crescere prima di altre piante sui terreni che per qualche ragione “traumatica”, per esempio incendi, sono rimasti senza vegetazione, anche detti disturbed grounds. Per quanto riguarda le proprietà si ritiene abbia principi attivi che agiscono sul cuore sebbene si tratti pur sempre di una pianta velenosa. Nel linguaggio dei fiori simboleggia la sensualità proibita, la trasgressione.

Le Campanule sono i Fiori della Speranza: Ecco Perchè

0
campanule

Le campanule appartengono alla famiglia delle Campanulaceae e il nome deriva dalla tipica forma a campana che le contraddistingue. Probabilmente venne introdotto dal naturalista belga Rembert Dodoens nel 500′.

Il significato simbolico di questo fiore è ambiguo: da un latto infatti è considerato simbolo di speranza e perseveranza perché è una pianta molto resistente, dall’altro si dice sia legato alla morte, come confermano alcune leggende che lo vedono protagonista. Ne esistono numerose specie, alcune delle quali spontanee come la campanula rapunculoides e la campanula persicaefolia, che un tempo venivano coltivate come ortaggi per merito delle radici dolciastre. Le foglie e i fiori della pianta sono stati usati spesso dalla medicina popolare nella preparazione di colluttori anti-infiammatori. Le campanule vivono prevalentemente nelle regioni temperate e subtropicali dell’emisfero boreale, sono molto diffuse in montagna, sia in Europa che in Asia Minore. Diverse specie proliferano nel nord America. Scopriamo le leggende più belle che le vedono protagoniste.

La Leggenda del Ranuncolo o Botton d’Oro

0
Ranuncolo

Il ranuncolo, anche noto con il nome di Botton d’oro per la forma che ricorda i vecchi bottoni, è uno dei miei fiori preferiti. Appartiene alla famiglia delle ranuncolaceae e viene chiamato anche trollius europeanus. Il termine trollius è di origine incerta, c’è chi dice risalga al 1555 quando il naturalista Conrad Gessner vide per la prima volta un troll blume, secondo altre fonti il nome sarebbe da ricollegare con i troll del Nord Europa, creature malvage associate alla pianta in quanto molto velenosa. In effetti il Botton d’oro, a dispetto dell’aspetto invitante e del nome squisito, cela una natura insidiosa, dovuta alla presenza dell’anemonina, una sostanza altamente velenosa. E’ un fiore dalla bellezza malinconica, presente soprattutto nelle zone montane europee e fiorisce da maggio ad ottobre. Il nome Ranunculus significherebbe invece “rana” perché questo fiore predilige le zone umide, ombrose e paludose. La leggenda di origine cristiana dice che i ranuncoli furono creati da Gesù che, volendo rendere omaggio alla Madre, trasformò le stelle in fiori.

Festival dei Fiori: Gli Eventi da Non Perdere in Tutta Italia

0
Festival dei Fiori

La primavera-estate è il periodo migliore per chi ama i fiori e in tutta Italia, ogni anno, è un susseguirsi di eventi, festival, mercatini a tema. Si possono acquistare piante e oggettistica da giardino, ci si può meravigliare annusando fiori mai visti prima o perdersi passeggiando tra giardini fioriti. Per me che sono un’appassionata dei fiori è un tripudio di meraviglie. Ecco gli eventi più interessanti da Nord a Sud.

La rocca in fiore a Monselice

Il 19 e il 21 Maggio 2017 Monselice ospita “La rocca in fiore”: per l’occasione bravissimi fioristi decoreranno la Rocca. La mostra prevista concilierà arte, cultura, creatività mentre il paese, in occasione dei festeggiamenti, diverrà la location privilegiata degli appassionati del pollice verde.

39 Fiori Commestibili che Non Conoscevate

0
Fiori commestibili

E’ arrivata la primavera e con lei iniziano a riempirsi i prati e i balconi di fiori, di sicuro avete mangiato i fiori delle zucchine, impanati, in pastella, ripieni e chissà con quante altre ricette, ma esistono tanti altri Fiori commestibili… andiamo a scoprirli e ad imparare a cucinarli!

Allium – Tutti  fiori della famiglia dell’allium (porri, erba cipollina, aglio…) sono commestibili e ottimi da usare in cucina per insaporire pietanze o per abbellirle.

aglio

Aneto – I suoi fiorellini gialli si possono utilizzare come la pianta per preparare sottaceti agrodolci, insaporire salmone, uova, molluschi, patate e zuppe, accompagnare i formaggi e i legumi; inoltre ha un’azione carminativa e antispasmodica, utilizzata anche come rimedio naturale contro l’alitosi, l’insonnia e la cellulite.

Acqua Di San Giovanni: Come Prepararla E Il Suo Potere Curativo

1
Acqua Di San Giovanni

La notte tra il 23 e il 24 giugno è la notte di San Giovanni, da sempre considerata una notte magica, che segue il solstizio d’estate quando il sole è al suo apice e imprime forza e vigore alla natura e alle sue creature.

Gli antichi credono che questa notte sia particolarmente magica perché proprio in questa notte “cadde la rugiada degli Dei“, leggenda nata dalla credenza che il solstizio d’estate sia la porta attraverso la quale gli dei facevano passare i nuovi nati sotto forma di rugiada.

San Giovanni

Il meraviglioso potere educativo dei fiori selvatici

0

“I miei fiori preferiti sono i fiori selvatici,
Spontanei, liberi e indomabili.
Quelli che fioriscono senza essere annaffiati ,
Quelli che profumano di rivoluzione,
Quelli che donano a sè stessi il diritto a crescere
In tutti i luoghi dove la gente pensa
Che non avrebbero mai potuto farlo”

Hermana Águila

fiore-selvatico

Sono ignorati dai più, strappati dalla terra, derisi, denigrati… sono i fiori selvatici.