Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Donne

Tag: donne

La Malva: il Rimedio per Molti Problemi

0
Malva

La malva è una pianta che possiamo trovare nel prato di casa, ha dei bei fiori violacei ed è un vero toccasana per la salute, ma spesso non la riconosciamo o non ne sappiamo abbastanza per poterla raccogliere ed usare.

Malva

Cominciamo a conoscerla, originaria probabilmente del Nordafrica è una pianta biennale ma spesso, se non viene distrutta da diserbanti, può anche risultare perenne, ha una radice a fittone e può raggiungere l’altezza di un metro e il suo nome deriva dal latino malva che significa molle, cioè capace di ammorbidire.

Flavia Carvalho regala tatuaggi per coprire le cicatrici: A Pele da Flor

0
A-Pele-da-Flor

Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto, porto su di me le cicatrici come fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello della schiavitù.

~ Paulo Coelho

Le cicatrici sono un segno indelebile di qualcosa che è passato, sono un marchio, un simbolo che sta lì sulla pelle a ricordare quel momento, quando tutto è accaduto, quando qualcosa è cambiato.

Ci sono cicatrici che vengono portate con orgoglio, sono il simbolo di una battaglia vinta, di un risultato raggiunto, di una nuova vita, ma ci sono cicatrici che hanno il potere di ferire e ferire mille volte ancora, ricordando quanto male fece procurarsele.

BabaYaga House: la Casa delle Streghe per Invecchiare Insieme

1
© Jean-Marc Larocca

“Vivere a lungo è una buona cosa, ma invecchiare bene è meglio” ~ Thérèse Clerc

Si chiamano “streghe”, si perchè BabaYaga nel folklore slavo significa proprio questo, ma di streghe hanno solo il nome, sono un gruppo di circa 20 anziane ma dinamiche femministe che hanno preso in mano la propria vita e hanno dato il via ad un progetto di housing sociale autogestito.

La BabaYaga House francese è stata fondata da Thérèse Clerc. Lei ha ricevuto da otto diverse fonti pubbliche, tra cui il consiglio comunale di Montreuil, 4milioni di euro, sorta nel sobborgo parigino di Montreuil, proprio a due passi dalla metropolitana, negozi e cinema, permette alle anziane signore di mantenere la loro indipendenza e di sostenersi a vicenda; il governo ha stanziato questi soldi perchè pensa di recuperare l’investimento in una riduzione dei costi relativi alla salute delle donne.

Franca Viola: Storia di una Donna che ha Segnato la Storia delle Donne

0
Franca Viola

Franca Viola, un nome che dovrebbe far saltare sulla sedia chiunque lo senta, eppure non tutti sanno chi sia questa donna che alla giovane età di diciassette anni cambiò la storia delle donne.

Franca Viola

Quando si nomina Franca Viola non si può non pensare all’emancipazione femminile del dopoguerra, lei ne fu il simbolo, lei fu la prima donna che rifiutò il matrimonio riparatore e mise fine alle ingiustizie, disse “no” all’abuso di potere dell’uomo e diede un nuovo significato alla parola “svergognata”.

Fu grazie a Franca che lo stupro divenne, purtroppo solo nel 1996, un reato contro la persona e non solo un reato contro la morale.

La Fattoria delle Mamme: Partorire nella Natura

0
Maishamani

fattoria delle mamme

L’atto della nascita è una delle cose più naturali del mondo e non c’è niente di meglio della natura per affrontarlo, per questo motivo Marianna Maselli e Giovanna Oscari, due giovani ostetriche, hanno deciso di dare questa opportunità alle mamme e hanno aperto la prima casa parto in Italia, proprio in mezzo alla natura e precisamente a Castiglione del Lago, al confine tra Umbria e Toscana.

Il progetto Maishamani nasce all’interno di questa fattoria che si ispira ai metodi dell’agricoltura naturale di Masanobu Fukuoka. Gli spazi per i corsi e la casa maternità, nascono e si inseriscono all’interno di un antico agriturismo, Fattoria Lara, gestito dai ragazzi dell’azienda agricola “Il Filo di Paglia” questo perché:

Tatuaggi per Coprire le Cicatrici del Tumore al Seno

0
tatuaggi per coprire le cicatrici

“Il cancro al seno non deve lasciare l’ultima traccia!”… Con questo slogan apre la pagina dedicata ai tatuaggi per coprire le cicatrici della mastectomia dovuta al tumore al seno.

Il cancro al seno è il tumore invasivo più comune nelle donne e lascia grandi cicatrici soprattutto nell’anima, la donna si sente menomata, parte della sua femminilità viene portata via. Per le cicatrici che non si vedono esistono gruppi di supporto, aiuto psicologico… ma per le cicatrici del corpo? Molte donne ricorrono alla chirurgia plastica ma qualcuna non vuole, in alcuni casi non è possibile, in altri non eliminerebbe la cicatrice, non basta ricostruire un seno per cancellarne il segno.

Tumore al Seno: i Sintomi da Non Sottovalutare

0
tumore al seno

Il tumore al seno è dovuto alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria e colpisce una donna su otto per questo motivo è molto importante una buona prevenzione con controlli mirati effettuati da un medico sia con attrezzatura come mammografo o ecografo sia, eventualmente, con una biopsia in caso di noduli sospetti.

Ma quand’è che una donna deve iniziare a preoccuparsi di un eventuale tumore al seno?

Per prima cosa c’è una più probabile incidenza in caso di familiarità, infatti può essere un gene ereditario a predisporre questo tipo di tumore, sono il BRCA1 e il BRCA2 le quali mutazioni sono responsabili del 50% circa delle forme ereditarie di cancro del seno e dell’ovaio.

Donne sfregiate con acido: il calendario, le storie i sogni

0

Hanno fatto un calendario delle donne sfregiate con acido e ho cominciato a scrivere questo articolo raccontando il mio sdegno per queste azioni, vili e terribili, ma poi mi sono soffermata a leggere la storia di queste donne e ho capito che nessuna parola avrebbe portato un beneficio a loro, nessuna parola avrebbe fatto capire cosa hanno provato e come vivono la violenza che hanno subito, allora mi sono detta perché non riportare semplicemente le loro storie? Ogni mese di questo calendario rappresenta un volto, ogni volto è stato violato, deturpato, massacrato con l’acido, ognuno per un motivo diverso seppur misero, ogni volto però ha un sorriso, quello nessun acido al mondo potrà mai toglierlo, e dietro a quel sorriso un sogno… un sogno che viene immortalato insieme a queste donne.

Violenza sulle donne: voi sareste intervenuti?

0
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

53 persone e solo una si interessa a fermare la violenza sulle donne.

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

53 persone tra uomini, donne, ragazzi e ragazze, nessuno si degna di intervenire a favore di una ragazza malmenata e maltrattata da un uomo, solo una donna minaccia di chiamare la polizia se lui toccherà nuovamente la donna… ma per fortuna si tratta di un esperimento sociale e la donna non era veramente in pericolo.

La coppia è in ascensore, lui la insulta, le mette le mani addosso, le dice parole pesanti: “Tu mi devi ascoltare, io ti ammazzo”.

Scrivere Aiuta le Vittime della Violenza

0
Vittime della Violenza

Pippa Biddle

Ci sono cose che sarebbe meglio non affrontare mai, lo stupro è una di queste, e a farne le conseguenze di solito sono giovani donne, vittime della violenza, che un po’ per paura e un po’ per vergogna non ne parlano con chi potrebbe aiutarle a superare il trauma e a punire il colpevole.

Ma c’è una giovane donna che ha deciso di rompere il silenzio e scrivere una lettera alle sorelle per rivelare loro il fatto di essere stata vittima di abusi.

Pippa Biddle, 22 anni, della contea di Westchester, vicino a New York, ha concesso a The Post Internazionale un’intervista e la possibilità di tradurre la sua lettera.