Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Crescita interiore

Tag: crescita interiore

Nella Nostra Fragilità Si Nasconde Il Dono Che Ognuno Porta Dentro Di Sè

0

Riconoscere ed accettare la propria vulnerabilità rappresenta un atto di consapevolezza che può aiutarci a resistere ai colpi duri della vita perché ciò che ci rende fragili, vulnerabili, è anche ciò che ci rende umani e ci obbliga ad evolvere, rimanendo umili. Tuttavia, la vulnerabilità ha cattiva reputazione: è nascosta, rinnegata, ignorata quando invece nel suo cuore si cela una forza così rara che sono pochi quelli che ne capiscono il valore.

“Quando eravamo bambini, pensavamo che una volta cresciuti non saremmo più stati vulnerabili. Ma crescere vuol dire accettare la vulnerabilità. Essere vivi significa essere vulnerabili.”
(Madeleine L’Engle)

Puoi Vivere Seguendo La Paura O Avendo Fiducia Nella Vita: La Scelta Spetta A Te!

0

Esiste qualcosa in grado di condizionare le nostre decisioni, i nostri comportamenti, e può riassumersi in una domanda: con quale sentimento ci poniamo nella vita?

Se lo spettro degli intenti che influenzano le nostre azioni può essere ricco di sfumature, dietro a tutto ciò c’è una decisione fondamentale tra da due sentimenti contrastanti che possiamo provare nei confronti della vita, ed è la scelta del sentimento predominante che condizionerà il nostro modo di approcciarci alle persone che conosceremo, alle esperienze che faremo, alle opportunità che si apriranno sul nostro cammino; questi due sentimenti sono fiducia e paura.

Ciò Che Stai Cercando E’ Già Dentro Di Te

0

E se per un attimo smettessimo di parlare di crescita personale, di convincerci che non siamo abbastanza e che dobbiamo imparare in continuazione nuove teorie e pratiche per raggiungere chi sa quale livello di eccellenza per comprendere il mondo o per accettare noi stessi? Non sto dicendo che nulla di questo può portarci un qualche beneficio o che sia inutile, anzi, ma forse potremmo farlo tenendo a mente che la cosa più importante, ce l’abbiamo già dentro, solo che ci siamo dimenticati di lei, tutto qui.

La Tristezza E’ Un’Emozione Maestra: Ecco Il Dono Che Ci Vuole Fare Venendo Da Noi

0

Se non lo hai mai visto, ti consiglio di vedere il film d’animazione della Pixar: Inside Out. In questo film, potrai vedere due strane protagoniste, Gioia e Tristezza, vivere delle avventure incredibili nel mondo interiore di Riley, una bambina di 11 anni, e scoprire, non senza fatica, la ricetta della felicità.

Allerta spoiler: alla fine del film, rivaluterai il ruolo fondamentale di Tristezza, e la amerai.

Questo film, creato su basi scientifiche, dimostra quanto in realtà tutte le nostre emozioni siano funzionali: è solo questione di quantità, e di saperle vivere senza tentare di bloccarle o ignorarle perché ognuna di loro ha una funzione importante. In poche parole, la tristezza è come quel pizzico di sale che dà sapore alla vita.

Non E’ Più IL Momento Di Insistere: E’ Ora Di Lasciare Andare E Accogliere Il Cambiamento

0

Dentro di noi qualcosa è cambiato irrimediabilmente. Non siamo più gli stessi e nonostante tutto, ci sforziamo di farci andare bene la vita di prima, anche se ci sta stretta. È come se l’esterno non combaciasse più con l’interno: non è più come prima. Ma noi continuiamo a credere che passerà, che il nostro vecchio modo di essere si adatterà col tempo a quello che siamo diventato, o meglio, a come ci siamo forgiati perché sono stati i colpi duri della vita a trasformarci in quel modo.

L’autunno Non È Una Stagione, Ma Uno Stato D’animo

0
autunno

L’autunno e le sue foglie colorate di oro, bronzo e rame, rappresentano per molti non solo la più bella delle stagioni durante la quale è possibile godere della generosità della natura, ma anche un nuovo inizio, un momento in cui assieme alle foglie che cadono, si tagliano i rami secchi, si risparmia energia e si rinasce a se stessi.

→ Potrebbe interessarti: Per vivere bene bisogna tagliare i rami secchi

Non È Mai Troppo Tardi Per Seguire Il Tuo Desiderio

0

Cosa voglio fare da grande?” Questa è una domanda che molti di noi hanno smesso di farsi tanti, tanti anni fa. La risposta, che facciamo pure fatica a ricordare ormai, ci parlava di diventare pilota d’aereo, poeta, archeologo/a, di solcare i mari in cerca di tesori, di salvare delle vite, di diventare un artista, di seguire quella chiamata, quella vocazione che ci partiva da dentro.

Poi,  i doveri, i problemi, i pensieri ci hanno fatto dimenticare che un tempo avevamo un sogno e che lì era tutta la nostra ragione di vita. Abbiamo dimenticato il nostro sogno, ignorato la nostra vocazione e cominciato a vivere come se non dovessimo morire mai, così abbiamo smesso di vivere davvero.

Non-Giudizio: Pratica La Gentilezza Verso Di Te Invece Di Giudicarti

0

I giudizi e le critiche degli altri possono fare molto male ma quelli che feriscono di più sono quelli che esprimiamo nei nostri confronti, perché sappiamo essere crudeli e spietati verso di noi, sappiamo dove colpire per infierire. Il dolore che ci creiamo incoscientemente, quasi per abitudine, ci impedisce di essere contenti dei nostri piccoli traguardi, di esprimere liberamente le nostre opinioni, di far prendere alla nostra vita il corso che più ci rispecchia; in poche parole, il giudicarci ci blocca nell’essere noi stessi perché una piccola voce maligna continua a ripeterci che quello che siamo non basta.

Per Conquistare Il Tuo Tesoro Interiore Dovrai Affrontare La Tua Ombra

0
occhio-tesoro interiore

Quando si decide di fare un serio lavoro su di sé, passata l’euforia degli inizi dove tutto sembra nuovo e meraviglioso, arriva il momento dove ci si ritrova a dover scavare in profondità per portare in superficie tutta quella serie di cose che, in tempi normali, non si vorrebbe vedere. Anzi, di solito si ha ben cura di lasciarle nascoste e ben sepolte lì dove sono; non sia mai che qualcuno se ne accorga, o peggio, che ci rendiamo conto di non essere la persona che credevamo.scavare con le mani

Non Perdono Ciò Che Hai Fatto Ma Posso Perdonare Te

0
ti perdono

Perdonare è difficile, a volte è un processo che può richiedere anni di lavoro perché non bastano le parole per renderlo effettivo, non basta provare a dimenticare il torto oppure tentare di “stendere un velo pietoso”. No, perdonare davvero è difficile perché ci costringe, oltre a leccare le nostre ferite, a fare un viaggio dentro di noi per liberarci dal rancore e dalla sofferenza; perché il perdono parla di questo: riuscire a lasciare andare, liberarci, noi per primi.