Il 9 giugno 2017 in cielo vedremo la famosa Luna rosa, anche nota con il nome “Mead Moon”o Luna della fragola, l’ultima della primavera. In realtà non è detto che si tinga di questo colore ma potrebbe assumere una leggera sfumatura rosata a causa della vicinanza alla linea dell’orizzonte. Il riferimento alle fragole sembrerebbe dipendere dal fatto che giugno è il momento della raccolta di questo frutto, ormai giunto a maturazione. E’ una luna più piccola del solito perché l’8 giugno si troverà all’apogeo, il punto più distante dalla Terra nel corso della sua orbita.

Il significato simbolico della luna rosa

luna-rosa

Nonostante la mia diffidenza nei confronti delle banalizzazioni new age, ritengo che la componente simbolica degli eventi sia molto importante. Il modo in cui i diversi popoli, a seconda delle epoche, hanno interpretato gli eventi celesti la dice lunga su com’è cambiata la percezione del mondo, svelando curiosità che all’occhio profano potrebbero sembrare di poco conto. Il problema è che attraverso il passaparola le fonti inevitabilmente vengono travisate e si rischia di riportare informazioni errate. Per questa ragione è fondamentale mantenere un approccio critico e soprattutto approfondire quanto si legge, utilizzando gli spunti come punto di partenza, senza mai considerarli punto di arrivo. Fatta questa breve premessa, cerchiamo di capire cos’è a livello simbolico la luna rosa o luna delle fragole.

Gli Esbat, rituali pagani e neopagani legati al principio femminile della divinità, si basano sulle fasi lunari e ne individuano 12 o 13 durante l’anno solare. La luna in questo contesto è considerata simbolo della divinità e alla luna piena si attribuisce particolare energia, motivo per cui molti riti vengono effettuati durante il plenilunio. Gli Esbat, che non vanno confusi con i Sabbat, cadono in date diverse ogni anno e corrispondono alle 12/13 lunazioni, prendendo di volta in volta nomi diversi. Si parte da gennaio con la luna del lupo, si procede con febbraio e la luna del ghiaccio, marzo con la luna del seme, aprile con la luna delle gemme, maggio con la luna del fiore, giugno con la luna del miele o delle fragole, luglio con la luna del raccolto, agosto con la luna del grano, settembre con la luna della vendemmia, ottobre con la luna delle foglie, novembre con la luna della neve e dicembre con la luna fredda.

La luna rosa pertanto è la luna delle fragole, o del miele, che si presenta nel mese di Giugno, allegra e spensierata come il segno dei Gemelli, che festeggia il proprio compleanno proprio in questo periodo. E’ un momento di grande espansione, la luce aumenta, l’aria è calda e profumata, si ha voglia di trascorrere le giornate all’aperto intrecciando relazioni con altre persone, è anche una fase di cambiamento che precede il passaggio alla stagione estiva. Secondo alcune tradizioni, mangiare fragole nel giorno della luna rosa propizia l’incontro amoroso, il matrimonio e la pace in rapporti che sembravano destinati a finire. Qualcuno che dice che sia il momento giusto per far uscire allo scoperto verità scomode rimaste all’oscuro o scoprirne di nuove.

La simbologia della luna piena

luna-piena

Sentiamo spesso parlare della luna piena in termini positivi come luna della completezza, luna magica, creativa e via dicendo ma esistono anche interpretazioni di tutt’altra natura. Non a caso si dice che alcuni uomini si trasformino in licantropi proprio nelle notti di luna piena e in diversi dipinti, Luna e Sole vengono raffigurati l’uno opposto all’altro in scene di crocifissione. Il motivo è che durante il plenilunio la Luna si trova al punto di massima distanza dal Sole, è quindi un momento caotico durante il quale questi due astri, che simboleggiano fra le altre cose Dio e l’anima, non comunicano fra loro, lasciando il mondo a se stesso. La parte divina e il creato, durante il plenilunio, sono troppo distanti e perciò è più facile che avvengano cose strane e inquietanti, come la metamorfosi dei licantropi. Questo per dire che c’è sempre un rovescio della medaglia e l’esaltazione in termini positivi della luna piena non è una verità assoluta perché le interpretazioni sono discordanti e dipendono dal periodo storico. Nella nostra società dominata dalla spiritualità new age, è inevitabile che si osservino questi eventi in chiave positiva, estromettendo tutta la parte oscura, ma entrambe le interpretazioni sono degne di considerazione perché rispecchiano cambiamenti di mentalità. In una società che privilegia la luce rispetto al buio, la luna piena assurge un significato rassicurante, quasi a volerla addomesticare, con la scusa che un tempo aveva questa accezione. In società profondamente religiose è molto più probabile che la luna venga guardata con sospetto e che quindi, si diffondano miti che la demonizzano. Ovviamente sono solo ipotesi ma servono per sottolineare l’importanza della contestualizzazione di qualunque leggenda, mito, storia, sebbene alcuni significati rimangano immutati nel tempo.

Laura De Rosa
yinyangtherapy.it