Animalismo
Primo piano

Il ragazzo ucciso perchè salvava le tartarughe

Di Valeria Bonora - 11 Giugno 2013

In CostaRica nidifica un raro esemplare di tartaruga gigante chiamato baulas, arrivano fino a 300 chili e arrivano a terra, di notte per deporre le uova, e li avevano un difensore Jairo Mora Sandoval, di 26 anni che amava quelle bestie più di della sua vita. E purtroppo ha pagato questo amore proprio con la sua vita.
Aveva ricevuto molte minacce da coloro che seguono le tartarughe per rubare le uova e rivenderle al mercato nero per un dollaro l’una, un dollaro per un animale in via di estinzione, e poi l’uso che se ne fa di queste uova è assurdo, strani afrodisiaci o pozioni magiche per ogni sorta di rituale.
Jairo disse a sua madre, che era preoccupata per lui: “Vecchia, voglio bene a quelle tartarughe quanto amo te, sai?
Anche la sorella Erika cercava di convincerlo a desistere, a non andare più a Moin per difendere quelle uova… ma lui non ha mollato, fin chè qualche settimana fa è stato rapito e ucciso.

E’ stato trovato così, con la testa insabbiata, i polmoni pieni di acqua e sabbia, una morte esemplare, quasi un avvertimento per coloro che volessero seguire le orme di Joiro.

La storia di Jairo non doveva finire così, lui studiava biologia tropicale e lavorava per la Ong «Widecast».
Da anni monitorava le tartarughe e le loro uova, salvandole dai ladri e portandole al sicuro.
Aveva addirittura creato un allevamento dove le faceva nascere e poi le liberava in mare.
La notte che Jairo venne rapito era insieme ad una veterinaria spagnola che stava lavorando ad un progetto ambientalista proprio in Costa Rica, e altre tre amiche. Insieme dovevano andare a vedere proprio la nidificazione delle tartarughe giganti. Ma quattro uomini incappucciati hanno dato un orribile finale alla serata.
Il gruppo ecologista «Sea Shepherd» però non crede che sia un gesto effettuato dai ladruncoli di uova del mercato nero, ma crede ci sia un mercato decisamente più grande dietro, anche perchè è vent’anni che lo smercio delle uova di tartarughe è vietato in Costa Rica. Forse il ragazzo si era imbattuto di qualcosa di più grande, come traffici di droga, ma comunque Sea Sheppard offre 30.000 dollari a chiunque possa fornire informazioni sul delitto o sui mandanti.




Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)