Ecografie come manifesti per richiamare il padre… parliamone

Originale è originale… ma non so fino a che punto possa tornare utile, ma vediamo di cosa si tratta.

Una ragazza di Berlino ha pensato di appendere per tutta la città dei manifesti commoventi che rappresentano l’ecografia del suo bambino e le richieste del bimbo al padre di tornare a casa.

E’ capitato a tante ragazze purtroppo di trovarsi in questa situazione, rimanere incinte e appena lo si comunica al futuro padre questo scappa a gambe levate addicendo le scuse più strampalate che si possono riassumere solo in tre parole, immaturità, paura e inadeguatezza. MA non siamo qui per parlare di questo ma della trovata della mamma sedotta e abbandonata.

La futura madre, che si chiama Dagmar S., ed è stata lasciata sola da Sebastian, il suo fidanzato, da ormai più di un mese. La loro relazione iniziò circa due anni fa, e si è conclusa proprio il giorno prima che Dagmar scoprisse di essere incinta. Così, la stessa ragazza ha dato già un nome al bimbo, che è un maschietto, il piccolo si chiamerà Maximilian.

Su ogni manifesto sono stati lasciati dei messaggi dove spiega il bisogno che ha un bambino di un padre  i bambini hanno bisogno del loro papà, oppure di quanto volesse abortire prima di sentire il bimbo in pancia, o ancora di quanto sia importante la famiglia…. Ma sicuramente il messaggio più significativo è quello di Maximilian per Sebastian quando dice:

“Papà, torna a casa e conosciamoci”

Manifesti commoventi che fanno commuovere i berlinesi ma non colui cui sono destinati: l’unica risposta finora arrivata alla futura madre è la diffida, tramite avvocato, dal citare ancora il suo nome in pubblico.

Ora diciamocelo pure, la famiglia è importante ma ancora più importante è l’amore, e l’amore non si può imporre, io credo che il padre tornerà, se tornerà, solo quando si sentirà pronto e non perchè la ragazza gli fa pressione… io vorrei conoscere le vostre opinioni in merito, vorrei sapere se qualcuno di voi ha pensato di fare una cosa simile o si è trovato in una situazione del genere…. e invece dai papà vorrei sapere cosa ne pensano cosa farebbero e se lo trovano un comportamento corretto.

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 17/01/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655