Cuccioli per Natale? No, grazie. Ecco le alternative

Quale bambino non ha chiesto almeno una volta di pote avere un cucciolo con il quale giocare? E a Natale i sogni dei bambini si cerca di realizzarli, ma non fatevi prendere dall’entusiasmo, valutate attentamente e prendete coscienza del fatto che un cucciolo è un impegno per la vita. Se superate il check allora vada per un cane del canile, così farete felici di esseri viventi, il vostro bimbo e il cane. Ma se anche solo per un secondo pensate di non poter prendervi carico di un animale per la vita allora dite NO.

Però potete optare per altre alternative sempre con tema gli animali guardate quali:

  • Certificato pre-adozione: un’ottima alternativa a un cucciolo sotto l’albero è certamente un certificato d’adozione. Si tratta di un documento non vincolante, spesso organizzato in forma di simpatico album fotografico, con tutte le informazioni su un cane o un gatto di propria scelta proveniente dal rifugio. Oltre a spiegare nel dettaglio alla famiglia cosa un’adozione comporti in termini di responsabilità, lascia liberi i riceventi di scegliere se sia il caso o meno di procedere;
  • Calendario responsabile: Ottimo se siete disponibili ad accogliere un animale ma pensate che il vostro bambino non ne sia ancora all’altezza e se si pensa che il bambino non lo consideri un vero e proprio impegno. Il giorno di Natale si possono chiudere in una scatola degli oggetti legati agli animali – un guinzaglio, una ciotola, una spazzola – e aggiungere una sorta di scaletta con cui vagliare la dedizione dei bambini. Una sorta di lista a obiettivi – costruire la cuccia, sistemare angoli della casa e del giardino pericolosi, inserire degli orari “passeggiata” e “pipì” nella propria quotidianità, accudire il cane di un vicino, fare del piccolo volontariato al canile cittadino – che porteranno all’arrivo effettivo del cucciolo in famiglia entro l’estate successiva. Se i bimbi si dimostreranno davvero desiderosi e responsabili, non resta che spalancare le porte della propria abitazione a un amico a quattro zampe;
  • Vacanza educativa: anziché un cucciolo in carne e ossa, si può donare a una famiglia amica una vacanza educativa, in genere della durata di un weekend. Vi sono molte località che organizzano piccoli viaggi in compagnia di cani e gatti, con un training intensivo sulle loro necessità.
Insomma queste sono solo alcune delle alternative possibili per un’alternativa responsabile ad un cucciolo sotto l’albero, che spesso viene poi abbandonato quando troppo grande o al primo “disastro”, o perchè non si è valutato attentamente l’impegno che richiede avere un altro mombro in famiglia con necessità diverse dalle nostre.
[fonte pets.greenstyle]

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 20/11/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655