Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Tumore

Tag: tumore

Troppa carne rossa negli ospedali: il pericolo per i pazienti oncologici. Il servizio de “Le Iene”

0

Carne servita fino a 16 volte a settimana. Succede in alcuni ospedali italiani nei confronti dei malati di tumore, in barba ai pareri della comunità scientifica e delle regole inserite nel Codice europeo contro il cancro, un’iniziativa promossa dalla Commissione europea per informare i cittadini sulle azioni da intraprendere per diminuire il rischio di contrarre questa malattia. La denuncia viene dalla trasmissione di Italia 1 “Le Iene”, nel servizio “Cosa e come deve mangiare chi ha il cancro”, andato in onda il 18 dicembre e realizzato da Marco Occhipinti e Nadia Toffa, con Giulia Mascaro.

Vademecum del Dottor Franco Berrino Contro i Tumori

0
Dottor Franco Berrino

Questo vademecum del Dott. Berrino nasce nel 2008 insieme al progetto DIANA 5 (Studio di Prevenzione delle Recidive del Tumore al Seno attraverso l’Alimentazione e lo Stile di Vita), dove 2.200 donne che ebbero un’esperienza di tumore al seno, parteciparono a questa rinnovazione dello stile di vita per constatare se nel corso degli anni un’alimentazione più sana, basata prevalentemente su cereali integrali, legumi, verdure di stagione, con un po’ di frutta e semi oleaginosi, e solo occasionalmente un cibo animale, e la pratica quotidiana di un minimo di esercizio fisico, potesse influire sulle recidive del tumore.

Dottor Franco Berrino

Adroterapia: la forma avanzata di radioterapia per trattare i tumori non operabili e “radio resistenti”

0
Reportage in the National Oncology Particle Therapy Centre in Milan, Italy (The CNAO - Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica). Particle therapy is a state-of-the-art technique used to treat cancer. It consists of using hadrons, protons (proton therapy) and cabon ions (carbon-ion treatment) to irradiate tumours. It has two therapeutic purposes, a high ballistic accuracy which allows healthy tissue surrounding the tumour to be spared, and a greater efficiency at treating certain cancers. The CNAO is the only centre to own carbon-ion treatment technology in Europe. The patient wears a mask which prevents movement during treatment.

Per trattare i tumori non operabili e resistenti ai tradizionali trattamenti radioterapici è disponibile anche in Italia l’adroterapia, non una terapia sperimentale ma una forma avanzata ed evoluta di radioterapia, necessaria in tutti quei casi in cui quest’ultima si rivela inefficace.

Raggi X ed elettroni sono le armi a disposizione della radioterapia convenzionale, ancora oggi utilizzata per il trattamento del 50% dei malati oncologici. L’adroterapia ricorre invece principalmente all’uso di protoni o ioni carbonio, particelle atomiche (note come “adroni”) che si rivelano più pesanti e dotate di maggiore energia rispetto agli elettroni, capaci dunque di agire con maggior efficacia e precisione nel trattamento dei tumori.

Pizza bruciacchiata: contiene sostanze cancerogene?

0

pizza-bruciacchiata

Pizza bruciacchiata, un prodotto a rischi0?

La pizza, uno dei prodotti più consumati dagli italiani, nonchè marchio di qualità nel mondo, non sembra essere poi così di qualità.

A lanciare l’allarme è stato un servizio di Report, secondo cui le pizze bruciacchiate contengono tracce di idrocarburi policiclici aromatici (IPA), sostanze nocive legate all’insorgenza dei tumori.

Quante volte, infatti, vi sarà capitato di mangiare una pizza con il bordo o il fondo bruciacchiato. Oppure di vedere la pizza ricoperta di farina bruciata quando questa viene servita sul piatto. O, ancora, di notare una nuvola nera all’interno del forno quando la pizza viene infornata.

Tommaso, 22 anni, malato di leucemia. Online la raccolta fondi!

0

tommaso tori malato di leucemia

Sta partendo online una speciale raccolta fondi per Tommaso Tori, un ragazzo bolognese di 22 anni. Lo scorso gennaio gli è stata diagnosticata una Leucemia Linfoblastica Acuta.

Tommaso Tori è un ragazzo normalissimo che ama giocare a calcio e che adora la pasta fresca tipica bolognese. Lo scorso gennaio gli è stata diagnosticata una leucemia che quale potrà sconfiggere solamente con una speciale ed innovativa cura disponibile oggi giorno solo negli Stati Uniti.

Affinché Tommaso vinca questa brutta malattia occorrono ben 600 mila dollari entro la fine di giugno, una volta ottenuti potrà raggiungere Philadelphia ed iniziare a curarsi. Già da inizio settimana la rete si sta mobilitando per aiutare questo giovane ragazzo a realizzare il suo sogno.

Head Pressing: Una patologia da conoscere per salvare cani e gatti

5

Si chiama “head pressing” e si verifica sia nei cani che nei gatti. Purtroppo quello che potrebbe sembrare un gioco è in realtà un disturbo molto grave e conoscerlo può salvare la vita ai pelosi di casa.

L’ head pressing si caratterizza per l’atto compulsivo di premere il capo contro un muro o un altro oggetto senza un motivo apparente. Questo è generalmente un sintomo di danni al sistema nervoso, che può derivare da una serie di varie cause, tra cui malattie del prosencefalo, dove parti del proencefalo e del talamo del cervello sono danneggiati, o anche da un avvelenamento tossico.

Restare mezz’ora al cellulare per telefonare duplica il rischio di tumori al cervello, lo conferma uno studio

0

Ognuno di noi oggi giorno possiede minimo uno smartphone, ma sapevate che stare al cellulare a telefonare per mezz’ora al giorno aumenta il rischio di tumore al cervello? Ebbene sì, la conferma giunge da uno studio effettuato da ricercatori francesi dell’Università di Bordeaux, secondo i quali le conversazioni al cellulare di lunga durata possono provocare danni seri e permanenti al cervello come ad esempio: glioma e meningioma.

Questa ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica ‘Occupational and Environmental Medicine’ ed Annie Sasco, uno dei ricercatori, rende noto come l’elevato rischio di andare incontro ad un glioma sia duplicato per coloro che utilizzano il cellulare per lunghe conversazioni.

Uno studio ha rivelato quali sono le sostanze chimiche che provocano tumori al seno

0

E’ cominciato nell’Agosto del 2013 questo studio, ed è stato pubblicato il 12 Maggio 2014.

Centinaia di roditori sono stati sottoposti a intossicazione con 102 elementi chimici per stabilire una correlazione tra gli stessi e il tumore mammario (su 216 agenti chimici presi in esame).

L’obiettivo di questo studio è quello di facilitare la misurazione dei biomarcatori per l’esposizione a potenziali elementi cancerogeni, negli studi per il cancro al seno e per il biomonitoraggio.

Cambiano alimentazione e fanno regredire il tumore. Ecco il servizio de Le Iene

0

Ieri sera è andato in onda un servizio de “Le Iene” dove si è parlato ancora della correlazione tra alimentazione e tumori. Abbiamo seguito i precedenti servizi che trattavano di questa tematica: leggete Guarisce da un tumore cambiando alimentazione. Il servizio de Le Iene e La giusta alimentazione può aiutare la guarigione del tumore? La risposta del prof. Franco Berrino a “Le Iene”.

In questo servizio sono state intervistate due persone che hanno trovato nell’alimentazione un aiuto concreto per la loro guarigione.

Lettera di un Padre Malato alla Figlia

0

Cosa ci si può fare, quando si ha un tumore al cervello che ti lascia senza speranze, senza via d’uscita? E quando sai che stai per morire è già tragico, ma se poi hai una moglie e una bimba di soli 5 anni… allora non è solo tragico è proprio ingiusto, criminale.

 Tom Attwater, sta morendo e sua figlia Kelly dovrà crescere senza il suo papà, senza il papà che le avrebbe insegnato ad andare in bici, a giocare a palla, senza il papà che sarebbe dovuto andare ad applaudire alle sue recite, senza un papà che l’accompagni a scuola… E poi ancora senza un papà che le insegni a guidare o che la accompagni all’altare…