Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Tempo

Tag: tempo

Come Riconnettere la Nostra Vita alla Nostra Anima

0
anima

Quante volte capita di andare così in fretta da perdersi pezzi di vita, capita di correre al lavoro, di correre a fare la spesa, di correre sempre travolti dalle mille cose che dobbiamo fare, e poi ad un certo punto ci si guarda indietro e ci si accorge di aver perso tante piccole cose che purtroppo non torneranno più.

Un racconto africano spiega in maniera davvero efficace il concetto che cerco di spiegare:

Si narra di un uomo che decise di avventurarsi negli inospitali territori dell’Africa, accompagnato soltanto dai suoi portatori. Ciascuno di loro impugnava un machete con cui si aprivano strada tra la folta vegetazione. Il loro obiettivo era avanzare a tutti i costi.

Basta Dire “Sbrigati!”: Come Ricominciare a Vivere Veramente

0
Sbrigati

Sono solo 24 le ore in un giorno, sembrano sempre troppo poche, le cose da fare in questo tempo sono tante… troppe; spesso non riusciamo a fermarci ed assaporare il momento, passiamo da un impegno ad un altro senza respirare, senza vivere veramente.

Sbrigati

Quante volte usciamo di casa di corsa, dopo aver fatto due pulizie e rassettato le camere, quante volte corriamo dietro all’autobus o al taxi, quante volte guidiamo troppo velocemente per guadagnare un minuto che andrà poi speso in un’altra attività frenetica; una vita senza soste senza dedicarci veramente a noi stesso piena di appuntamenti, riunioni, corse, impegni e tutta questa vita senza viverla davvero.

Rivalutare il concetto di tempo e dovere per riappropriarsi delle proprie scelte

0

Viviamo in un tempo così stretto che ogni azione viene compressa e descritta in lassi di ore o spesso minuti. Viviamo giornate talmente programmate che sembrano piani di difesa studiati dai migliori generali per limitare, evitare o raggirare l’ipotesi di un imprevisto che possa fare breccia nel muro autoimposto dei nostri doveri. C’è un legame biunivoco e distruttivo fra il concetto di tempo e quello di dovere. Abbiamo tutti una tabella di marcia per una quotidianità che non lascia mai (o lascia poco) spazio alla scelta e all’immaginazione.

Imparare la Matematica nell’Orto della Scuola

1

La scuola si trasferisce nell’orto, ma non solo per imparare a coltivare, per stare a contatto con la natura o per vivere all’aria aperta, ma per imparare la matematica.

Avevamo già parlato di un orto a scuola, una realtà che sta prendendo piedi in Italia  con diversi progetti che aiutino i ragazzi a comprendere e ad avvicinarsi con facilità ad uno stile di vita più sano e ad una alimentazione più ricca di verdure, ma quello che fanno gli insegnanti della scuola elementare Los Cerritos di Long Beach, in California, è qualcosa di ancora più profondo, loro utilizzano un orto di 4.500 metri quadri come scuola per insegnare matematica, scienze, storia e arte.

Al bar AntiCafè si paga il tempo, è lui quello prezioso

0
anticafè

Un caffè veloce al bar, neanche il tempo di vedere in faccia chi mi ha servito, lo ingurgito scottandomi la lingua, butto un euro sul bancone, aspetto lo scontrino ed esco di corsa nel traffico caotico della città.

Il tempo scorre veloce

Un taxi sfreccia veloce, un bus solleva una nuvoletta di smog e mi fa tossire. Sento ancora il caldo del caffè tra le labbra e la gola eppure l’ho bevuto rapidamente, penso che sarebbe bello poter finire il mio articolo seduta al bar sorseggiando quel caffè invece di tirarlo giù tutto di un fiato. Ma non è possibile, la gente entra di corsa al bar si siede, ordina, consuma e se ne va.

No all’anticipo scolastico: Ecco perchè

9

L’anticipo scolastico è stato introdotto con la legge 53/2003, che ha ridisegnato il sistema dell’istruzione, dalla scuola dell’infanzia fino alle scuole superiori. La possibilità di iscrivere alla prima classe della scuola primaria i bambini che compiono i 6 anni entro il 30 aprile dell’anno scolastico di riferimento, è stata poi formalizzata con il Decreto legislativo n. 59/2004.

I bambini devono vivere la propria infanzia fino in fondo e per il maggior tempo possibile. Per questo non va bene anticipare la scuola ai cinque anni. I bambini devono avere il tempo per giocare, non possiamo rubarglielo imponendogli prima del tempo le regole della campanella, dello stare fermi e seduti.

Londra: apre il Ziferblat, il coffee bar dove l’unica cosa che si paga è il tempo

0
Immagine da: now-here-this.timeout.com

Apre a Londra un particolarissimo locale dove tutto è gratuito, tutto tranne il tempo: si chiama Ziferblat e rappresenta la prima filiale nel Regno Unito di una catena russa di caffè molto particolare, il Pay Per Minute cafe.

Una catena che conta già dieci locali, ubicati anche a Mosca, San Pietroburgo, Kiev e altre città dell’ex impero sovietico.

Si trova sulla strada di Old Street al numero civico 388 e il nome rimanda proprio al suo significato: in russo, infatti, Ziferblat significa orologio.

La Leggenda dei Giorni della Merla

1
Photo by Malene Thyssen for Wikipedia

Ci sono diverse varianti della leggenda dei giorni della merla, ma in tutte le varianti ci sono due cose che rimangono sempre fisse, una sono i merli e l’altra sono i giorni: il 29,  il 30 e il 31 Gennaio.

Photo by Franco Visintainer for Wikipedia

Questi tre giorni si dice che siano “i tre giorni più freddi dell’anno”, quelli che gli “anziani del paese” sanno leggere per prevedere come sarà il clima di tutto l’anno.

La leggenda più bella è quella che narra della continua “bagarre” tra il mese Gennaio e i merli, che una volta portavano un piumaggio candido con un becco bello arancione.

Time Lapse: da Pisello a Pianta in 58 Secondi [Video]

0

Vi siete mai chiesti come fa a nascere una pianta? Bene ora lo potete vedere coi vostri occhi, in un video in time lapse di un pisello che germoglia e poi cresce fino a diventare una pianticella. La cosa bella è che in questo video il pisello è posizionato tra due vetri è quindi possibile vedere, non solo la germogliatura, ma anche la crescita delle radici e le foglioline che spingono sulla terra per uscire alla luce.

Scuole ed asili chiusi: cosa far fare ai bambini in estate?

0

L’estate è proprio un momento particolare dell’anno. Bambini e ragazzi si ritrovano a casa senza l’impegno scolastico. Cosa far fare loro durante questi mesi caldi e lunghi?

Per i bambini dell’asilo e della scuola materna vi è l’opportunità di recarsi nei parchi pubblici, di giocare con altri bimbi e di trascorrere del tempo all’aria aperta. Certo questo può avvenire nelle ore meno calde della giornata (preferibilmente la mattina presto) e possibilmente in un parco grande ed ombreggiato (cosa non così comune soprattutto nelle grandi città).