Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Solstizio d’Inverno

Tag: Solstizio d’Inverno

Dicembre Ci Accompagna In Un Magico Viaggio Verso La Luce

0

Dicembre è un mese magico per molti motivi: è il mese delle feste, dei regali, delle vacanze in famiglia, dei pranzi gargantueschi con i piatti delle tradizione, delle calze appese al cammino, dei mercatini di Natale, dei giochi, degli addobbi,… Ma forse ciò che ognuno di noi nota con piacere sono le luci colorate che ornano le strade e le case. Dopo un mese di novembre sotto il segno del buio, del silenzio e dell’oscurità, percepiamo quella luce come una boccata d’aria fresca: torna l’allegria e la voglia di leggerezza. La protagonista di questo magico dicembre è proprio questa luce che risorge e allontana le ombre del passato per dare il benvenuto ad un nuovo giro di ruota.

Il Ramo dei Desideri per Celebrare il Solstizio d’Inverno

0

Il 21 dicembre cade il solstizio d’invernoYule per le tradizioni germanica e celtica precristiana, la notte più lunga dell’anno, e per assurdo è una festa di luce ed allegria che promette la nuova venuta del Sole, la promessa del ritorno delle energie in primavera, la notte in cui il vecchio Dio Sole si sacrificherà per dare i natali al  Sole Bambino (vedi anche l’antica festività Romana del Sol Invictus) che nascerà dal ventre della dea dell’oscurità; quindi la luce che nasce dall’ombra e per affrontare questa nascita bisogna essere molto consapevoli di se stessi, onesti e bisogna arricchirsi con una crescita da coltivare.

Solstizio d’inverno: i rituali per festeggiarlo

0
rituale-fuoco

Il solstizio d’inverno che corrisponde alla festa celtica di Yule è il giorno più corto dell’anno, le ore di buio toccano infatti l’apice per lasciare il posto, nei giorni successivi, alla luce. Il Solstizio Invernale cade solitamente il 21 dicembre, alcuni anni il 22, e segna l’inizio della stagione invernale. E’ un momento di passaggio importante, sospeso, perché il buio incontra la luce cedendole il posto. E’ una Morte/Rinascita della natura tant’è vero che nei giorni a seguire, a livello religioso, si celebra la nascita di Gesù, che è una rinascita del Sole. E’ anche un momento drammatico perché fino alla fine si rimane con il fiato sospeso, nella speranza che la luce arrivi davvero e che il Vecchio Sole si spenga per lasciare spazio al nuovo Sole Bambino. Trattandosi di un giorno così importante, è ovviamente ricco di simbologie e fin dalla notte dei tempi viene celebrato con rituali e festeggiamenti vari. Alcune comunità erano solite celebrare, per esempio, la nascita del Dio del Grano.

Il significato spirituale del Natale: i rituali per festeggiarlo

0

Cos’è il Natale? La sua origine si perde nella notte dei tempi in quanto festa pagana antecedente il Cristianesimo. In ambito religioso la ricorrenza cade il 25 dicembre, data in cui si è soliti collocare la nascita di Gesù sebbene nei vangeli non sia citata. Nella “Nuova enciclopedia cattolica dell’Ordine Francescano (1941)” si legge infatti: “fu assegnata la data del solstizio d’inverno perché in quel giorno in cui il sole comincia il suo ritorno nei cieli boreali, i pagani che adoravano Mitra celebravano il Dies Natalis Solis Invicti (giorno della nascita del sole invincibile).”

Solstizio d’Inverno: le Poesie del Freddo per accoglierlo!

0
Solstizio d'Inverno

Solstizio d'Inverno

Dal cielo tutti gli Angeli
videro i campi brulli
senza fronde né fiori
e lessero nel cuore dei fanciulli
che amano le cose bianche.
Scossero le ali stanche di volare
e allora discese lieve lieve
la fiorita neve.

U. Saba

Entriamo ufficialmente nell’inverno nella notte tra il 21 e 22 Dicembre, il giorno simbolo del passaggio dalle tenebre alla luce, la porta solstiziale è controllata da Giovanni Evangelista, ma un tempo,prima dell’avvento del cristianesimo romano, il suo custode era Giano Bifronte che simboleggia l’esistenza di due dimensioni proprio perché durante il solstizio d’inverno la porta si apre e concede il passaggio del varco tra le due dimensioni, il dio può guardare il futuro e il passato, può guardare sia all’interno sia all’esterno della porta solstiziale.