Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Solidarietà

Tag: solidarietà

Terremoto in Nepal: 1 euro per ogni condivisione

3
Terremoto in Nepal - Foto da Il Post

Il terremoto che sabato 25 aprile scorso ha scosso il Nepal con una forza di 7.8 gradi di magnitudo, si sta lentamente trasformando in un’apocalisse, sono oltre 5.000 i morti accertati (5.057 morti e oltre 8.200 feriti), ma si sospetta che le vittime possano raggiungere quota 10.000.

Terremoto in Nepal
Terremoto in Nepal – Foto da Il Post

Il terremoto ha colpito nove distretti nepalesi in maniera devastante: Sindhupalchowk, Kathmandu, Nuwakot, Dhading, Bhaktapur, Gorkha, Kavre, Lalitpur e Rasuwa; la prima scossa di terremoto, la più forte, è stata avvertita alle 12:11 ora locale (erano le 8:26 ora italiana) con una magnitudo di 7.8 e con epicentro a circa 80 chilometri a nord-ovest di Katmandu, la capitale del Nepal, a 15 chilometri di profondità. Dopo quella prima scossa, se ne sono sentite almeno altre 13, la più forte di magnitudo 6.7.

L’esperimento choc francese: decidiamo di aiutare una persona in difficoltà solo in base all’apparenza

0

Impressionante ciò che accade in questo video.

Un esperimento sociale che deve farci riflettere e vergognare non poco.

Un barbone per strada si accascia chiedendo aiuto ma nessuno si ferma per soccorrerlo ed aiutarlo. Tutti passano, lo osservano e proseguono senza far nulla. In un altro momento nello stesso tratto di marciapiede la stessa scena si ripresenta ma questa volta ad sentirsi male è un uomo ben vestito. Subito molte persone accorrono ad aiutarlo e ciò si ripete anche se la scena viene riproposta altee volte.

Francia, una legge permetterà di regalare le ferie ai colleghi per restare accanto ai figli malati

0
Mathys, il bambino a cui si ispira la legge

Un vero e proprio gesto di solidarierà e di aiuto reciproco, un atto d’amore, che permette alle famiglie di conciliare la professione lavorativa con i momenti tragici che bisogna, suo malgrado, affrontare nella vita.

E a tal proposito il primo vero esempio è dato dalla Francia, dove presto, a lavoro, sarà possibile cedere anonimamente le proprie ore di riposo a un collega che ne ha più bisogno, per poter restare accanto al proprio figlio vittima di un incidente o gravemente malato.

E tutto questo diventerà legge, una legge che prende il nome di MATHYS, dal bambino a cui si ispira questa nuova legge.

Aquila: “Mettiamoci una pezza 2014”, il 6 Aprile una grande ragnatela rossa a Piazza Duomo in segno di protesta

0

L’associazione Animammersa nasce nel 2009, e vuole essere portavoce di quel disastro naturale ed economico che ha colpito l’Aquila a seguito del sisma del 6 Aprile di quello stesso anno.

Per accendere i riflettori su questa vicenda, che ha lasciato un segno indelebile in tutte quelle persone che hanno vissuto e continuano a vivere le conseguenze di quella crudere tragedia, Animammersa ha lanciato un progetto, chiamato “Mettiamoci una pezza“.

Nasce come atto di denuncia, di cura, di provocazione. Due anni fa ha ottenuto un grande successo, per poi essere riproposto lo scorso anno, focalizzando l’attenzione sui territori colpiti dal sisma nel Maggio del 2012, a Finale Emilia e a Mirandola.

Il messaggio di Charlie Chaplin del 1940 [Video]

0

Il grande dittatore (The Great Dictator) è un film del 1940 diretto, prodotto e interpretato da Charlie Chaplin, trasmesso per la prima volta col sonoro e durante al  seconda guerra mondiale, è l’occasione per l’attore di esprimere il suo pensiero e di farlo sentire al mondo. Una satira pungente del nazismo ma purtroppo ancora attuale quando pensiamo al senso delle parole.

Il film ottenne cinque candidature al premio Oscar, inclusi miglior film e miglior attore allo stesso Chaplin nel 1941.

Il messaggio che il barbiere ebreo, scambiato per il terribile dittatore, lancia al popolo è un messaggio terribilmente attuale, terribilmente vero e soprattutto un grido di speranza, un inno al cambiamento.

Immigrazione: la verità nascosta raccontata da Vishaal

2

La tolleranza, l’etica e l’amore non hanno religione, confini o colore della pelle e per questo oggi voglio raccontarvi una storia, una delle tante che ho ascoltato lavorando come mediatrice linguistico culturale; è una storia che inizia in un’ aula, un’ aula qualunque, uno spazio neutro dove far crescere le speranze legate all’apprendimento di una lingua, ma non una lingua qualsiasi, la lingua del paese ospite, la lingua che permetterà la sopravvivenza economica  e sociale, l’auto-promozione, la gratificazione, la lingua che dovrebbe migliorare la qualità di vita di chi arriva qui lasciandosi dietro una Storia. 

Solidarietà. Come passare dalle parole ai fatti?

0

Nel 2010 decido di andare in India per assistere al Kumbh Mela, il più grande evento dell’induismo, un incontro tra cielo e terra che si festeggia solo una volta ogni 12 anni nei luoghi sacri dove caddero alcune gocce del latte dell’immortalità contenuto nell’anfora, kumbh appunto, sacra ai Veda, durante il combattimento tra dei e demoni

La folla, l’emozione, la spiritualità, le rive del Gange che accolgono milioni di pellegrini giunti sulle sue sacre sponde per immergersi e purificarsi dai peccati accumulati durante le vite passate; il cibo sacro, rigorosamente vegetariano, i mantra recitati ad alta voce, i baba, gli yogini, i nagha (sacerdoti tribali che scendono dalle montagne dell’Himalaya, dove vivono in isolamento, solo in occasioni particolari), un insieme di ordine e caos profumato di incenso e fiori di calendula.

Anticipa il parto per far conoscere la figlia al padre morente

1

Una storia d’amore che va oltre ogni confine. Un uomo malato terminale, la sua compagna e la loro figlia neonata, questi i protagonisti della storia.

Diane Aulger ha deciso di anticipare il parto della loro quinta figlia, di due settimane per permettere a  Mark Aulger, malato di cancro, di poterla stringere tra le braccia.

Savannah, così è stata chiamata la piccola, è nata così due settimane prima della scadenza del periodo, ed è potuta essere cullata dal suo papà per 45 minuti, minuti nei quali entrambi i genitori non hanno smesso un attimo di piangere.

Concerto di beneficenza per l’Emilia

0

Un vero e proprio concerto per la solidarietà quello che prenderà vita Sabato 30 giugno dalle ore 17,00 a Roncolo di Quattro Castella in provincia diReggio Emilia.

Titolo dell’evento è: “Un sorriso per l’Emilia”. L’iniziativa nata su Facebook grazie all’idea e l’impegno di alcuni volontari, si proponeva di raccogliere materiale didattico e giocattoli per i bambini ospitati nei campi tenda allestiti per i 25mila sfollati dei terremoti che hanno devastato buona parte dei centri abitati tra Mantova e Bologna, Ferrara e Sassuolo, ma ben presto, anche raccogliendo un numero crescente di adesioni, ha esteso le tipologie di materiali ai beni di prima necessità e per l’emergenza.

Save the Children lancia la campagna Ricordiamoci dell’infanzia

0
Save the Children

Save the ChildrenChi non conosce o ha mai sentito parlare di Save the Children? E’ la più grande organizzazione mondiale indipendente che lavora per migliorare le condizioni di vita di tutti i bambini del mondo.

Per approfondire le notizie riguardo questa importante associazione vi consigliamo di visionare il suo sito ufficiale all’indirizzo http://www.savethechildren.it/IT/HomePage

In questo momento è in corso una campagna di sensibilizzazione promossa da Save the Children denominata “Ricordiamoci dell’infanzia”.

Save the ChildrenE’ iniziata il 15 maggio ed è rivolta alle istituzioni italiane ma anche ai singoli cittadini al fine di far riflettere tutti sul rischio di povertà infantile in Italia.