Home Tags Sigarette

Tag: sigarette

Immagini Shock sui Pacchetti di Sigarette, la Direttiva è Stata Approvata

5

Ieri a Strasburgo è stata votata la direttiva comunitaria anti fumo.

Il Parlamento Europeo ha dato il via libera alla Direttiva sui prodotti del tabacco:

~ i pacchetti saranno ricoperti al 65% da foto scioccanti;
~ il mentolo sarà bandito entro il 2022;
~ spariranno i pacchetti da 10 sigarette;
~ ci saranno estrizioni anche sulle sigarette elettroniche;
~ non verranno invece proibite le sigarette slim.

Tra le foto ci saranno polmoni rovinati e resi neri dal fumo, bocche rese deformi e sfigurate, tumori alla gola, bambini malati e altre immagini terribili e gli Stati membri dell’Unione Europea hanno deciso che le multinazionali del tabacco saranno obbligate a metterlo sui pacchetti e quindi anche a cambiare la grafica dei pacchetti, che ormai siamo abituati a vedere, per focalizzare l’attenzione del consumatore sull’immagine shock, quindi avremo pacchetti quasi anonimi.

Il video shock degli effetti del fumo sulla bocca

2

Non ci sono molte parole, basta guardare il video di questa ragazza con un tumore alla bocca per capire quanto male possa fare il fumo.

Il video è stato girato per sensibilizzare le persone sui danni del fumo, questa doveva essere un’immagine shock da inserire sui pacchetti di sigarette, poi non voluta per la troppa atrocità dell’immagine, ma come dice la stessa ragazza se fumare non provocasse danni lei non avrebbe dovuto fare la chemioterapia.

 Attenzione il vido contiene immagini forti che potrebbero urtare la sensibilità.

Esperimento con le sigarette. Video Shock

2

Un semplice esperimento per mostrare l’effetto che fa un pacchetto di sigarette al giorno per 20 giorni. E il risultato è allucinante!

Il video, prodotto dal giapponese Samimy, ha girato sui siti di mezzo mondo, non è stata scoperta l’acqua calda, ma è un modo per mostrare cosa respira un uomo quando fuma.
Grazie a un aspiratore improvvisato vengono “fumate” 400 sigarette e viene prelevata e trasformata in liquido la quantità di condensato, o catrame, presente in esse. Una volta fatto bollire il miscuglio ed evaporata l’acqua, ecco cosa ne rimane.

Le multinazionali del tabacco ammettono il loro coinvolgimento nella sperimentazione animale

3

Le multinazionali del tabacco messe a confronto ammettono la sperimentazione su animali vivi. Trovate tutto nero su bianco nei loro siti internet. Philip Morris fa i test sugli animali nei suoi laboratori, ma cercando di «ridurre dolore e sofferenza al minimo» mentre  BAT (British American Tobacco) spiega che la loro azienda non fa il “lavoro sporco”, ma lo appalta a società specializzate.

Ogni giorno migliaia di cani, gatti, maiali, agnelli, galline, scimmie, ratti, criceti vengono torturati con congegni e maschere, immobilizzati su sedie di contenzione o rinchiusi in contenitori-bara per esperimenti orribili ed inutili.

Giovani fumatori: vivranno 10 anni in meno

0

Fumare fa male e questo ormai è indiscussa verità. Sapere però che chi fuma abitualmente vivrà male e per un periodo di tempo inferiore rispetto alla media fa un pò impressione.

Questo è ciò che ha dichiarato Ignazio Marino,  presidente della Commissione d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale: “La vita di un fumatore abituale è di circa 10 anni inferiore rispetto a quella di un non fumatore”.  Egli aggiunge: “un quindicenne ha una probabilità di morire di cancro tre volte maggiore rispetto a chi inizia dieci anni più tardi”.

Ecoastuccio: contro l’inquinamento di sigarette e chewing-gum

0

Che cos’è l’ecoastuccio?

E’ un’idea green per difendere l’ambiente dall’inquinamento prodotto da sigarette e chewing-gum.

E’un vero e proprio astuccio: si distingue la tipologia smoke e la tipologia gum.

Ecoastuccio è un vero e proprio astuccio tascabile, riutilizzabile e lavabile e proprio per queste caratteristiche è ecologico e amante della natura. I mozziconi di sigarette e le gomme da masticare vengono così riposti in questo astuccio e non dispersi nell’ambiente.

L’idea è buona. Le persone infatti non sempre hanno a disposizione carte o cartacce per inserire mozziconi finiti o chewing-gum: in questo modo l’astuccio si tiene sempre a portata di mano ed è una soluzione comoda per alleviare in parte l’inquinamento ambientale.

Sigarette: no a immagini choc sui pacchetti!

2

Negli Stati Uniti si era pensato di inserire sui pacchetti di sigarette immagini choc di morti o di polmoni malati a causa del fumo!

Un modo per sensibilizzare i consumatori di sigarette e per informarli, anche visivamente, sui rischi per la propria salute!

Una sentenza di un giudice americano, invece, ha bloccato il programma del governo federale che voleva imporre ai produttori di sigarette di aggiungere sui pacchetti immagini piuttosto esplicite con relativi messaggi per scoraggiare l’azione di fumare.

Una sentenza davvero incredibile ed ingiusta a nostro avviso!