Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Parto

Tag: parto

Il Parto dell’Elefante e le Cure al Piccolo [Video]

2

Partorire un cucciolo d’elefante non è cosa da poco, solo una mamma elefante può farcela! Infatti la gestazione dell’elefante africano è la più lunga di tutti i mammiferi, dura quasi ventidue mesi. Le femmine di solito partoriscono ogni due-quattro anni. Alla nascita, i cuccioli pesano già intorno a 91 kg e sono alti circa 1 metro.

Curiosità: lo sapevate che un normale mammifero ha una ghiandola per embrione, il corpo luteo, per produrre l’ormone più importante per la gravidanza, il progesterone? Ebbene gli elefanti, per poter condurre una gravidanza così lunga, hanno ben 42 ghiandole che secernono l’ormone, per singolo feto. Questo per garantire il corretto apporto di ormone, questa ricerca è stata portata avanti da Imke Lueders, e pubblicata sulla rivista del National Geographic

Il video del parto che sta facendo emozionare il web

0

Oggi vogliamo mostrarvi un video affascinante e meraviglioso.

Una mamma sta per dare alla luce il suo bambino. Ha deciso di partorire in casa, in acqua.

Si assiste a scene emozionanti: durante le difficili e dolorose contrazioni questa mamma cerca di trovare sollievo nel movimento oscillatorio del bacino (si lascia trasportare dal dolore) e nei baci e negli abbracci con il futuro papà.

Si trova nella sua casa e mai nessun luogo è più familiare e comodo: si sente a suo agio e la sua concentrazione è tutta sul bimbo che sta per nascere.

Anticipa il parto per far conoscere la figlia al padre morente

1

Una storia d’amore che va oltre ogni confine. Un uomo malato terminale, la sua compagna e la loro figlia neonata, questi i protagonisti della storia.

Diane Aulger ha deciso di anticipare il parto della loro quinta figlia, di due settimane per permettere a  Mark Aulger, malato di cancro, di poterla stringere tra le braccia.

Savannah, così è stata chiamata la piccola, è nata così due settimane prima della scadenza del periodo, ed è potuta essere cullata dal suo papà per 45 minuti, minuti nei quali entrambi i genitori non hanno smesso un attimo di piangere.

Il parto: meglio prepararsi al dolore o negarlo?

0

C’è che dice che è meglio arrivare al parto non sapendo a cosa si va incontro: l’inconsapevolezza genera tranquillità e serenità.

Niente di più falso!

L’ignoranza ci rende succubi, ci crea illusioni, distorce la realtà.

Essere consapevoli, invece, del dolore che dovremo affrontare è già un primo passo verso la riuscita di un buon parto. Possiamo così prepararci mentalmente e fisicamente!

Negare il dolore o minimizzarlo è un modo per ostacolare una positiva nascita.

Manovra di Kristeller per “aiutare” il parto: quanto è pericolosa?

3

La Manovra di Kristeller è una pressione che viene effettuata sull’addome della donna durante il parto al fine di velocizzare la nascita del bambino.

Ma è davvero un aiuto oppure è una pratica rischiosa?

Questa manovra può essere dannosa sia per la mamma che per il nascituro. E la cosa incredibile è che non viene mai dichiarata sulle cartelle cliniche.

Riguardo a questo argomento si legge su La Repubblica di Firenze: “può portare a importanti complicanze sia materne (emorragie, distacco di placenta, rottura-lacerazione dell’utero, frattura costale, lesioni al bacino, rottura del fegato e della milza, lacerazioni dello sfintere anale) sia per il bambino (asfissia perinatale, frattura della clavicola, disabilità neurologiche permanenti, paralisi e handicap cerebrale, morte fetale”.