Home Tags Parto

Tag: parto

Anticipa il parto per far conoscere la figlia al padre morente

1

Una storia d’amore che va oltre ogni confine. Un uomo malato terminale, la sua compagna e la loro figlia neonata, questi i protagonisti della storia.

Diane Aulger ha deciso di anticipare il parto della loro quinta figlia, di due settimane per permettere a  Mark Aulger, malato di cancro, di poterla stringere tra le braccia.

Savannah, così è stata chiamata la piccola, è nata così due settimane prima della scadenza del periodo, ed è potuta essere cullata dal suo papà per 45 minuti, minuti nei quali entrambi i genitori non hanno smesso un attimo di piangere.

Il parto: meglio prepararsi al dolore o negarlo?

0

C’è che dice che è meglio arrivare al parto non sapendo a cosa si va incontro: l’inconsapevolezza genera tranquillità e serenità.

Niente di più falso!

L’ignoranza ci rende succubi, ci crea illusioni, distorce la realtà.

Essere consapevoli, invece, del dolore che dovremo affrontare è già un primo passo verso la riuscita di un buon parto. Possiamo così prepararci mentalmente e fisicamente!

Negare il dolore o minimizzarlo è un modo per ostacolare una positiva nascita.

Manovra di Kristeller per “aiutare” il parto: quanto è pericolosa?

3

La Manovra di Kristeller è una pressione che viene effettuata sull’addome della donna durante il parto al fine di velocizzare la nascita del bambino.

Ma è davvero un aiuto oppure è una pratica rischiosa?

Questa manovra può essere dannosa sia per la mamma che per il nascituro. E la cosa incredibile è che non viene mai dichiarata sulle cartelle cliniche.

Riguardo a questo argomento si legge su La Repubblica di Firenze: “può portare a importanti complicanze sia materne (emorragie, distacco di placenta, rottura-lacerazione dell’utero, frattura costale, lesioni al bacino, rottura del fegato e della milza, lacerazioni dello sfintere anale) sia per il bambino (asfissia perinatale, frattura della clavicola, disabilità neurologiche permanenti, paralisi e handicap cerebrale, morte fetale”.