Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Ogm

Tag: ogm

Olio di colza: ecco perchè mette a rischio la nostra salute

15

Olio di colza: mette a rischio la nostra salute e le api

Cosa centrano le api con l’olio di colza? Prima di capirlo bisognerà fare un passo indietro e cominciare a chiarire cos’è l’olio di colza, anzi forse sarebbe meglio dire: cos’era!

L’olio di colza è un olio vegetale che si estrae dalla Brassica napus, la colza appunto, una pianta dai fiori gialli che ama i climi nordici (i maggiori produttori sono  Canada, Stati Uniti, Regno Unito, India del nord e Pakistan) dai cui semi si estrae quest’olio dai molti usi.

olio-di-colza

Il referendum sugli OGM: 5 aspetti da conoscere

0

Il referendum Italia OGM, Italia No OGM, promosso da Legambiente e da altre 39 associazioni sta, come previsto, suscitando molte discussioni tra posizioni e pareri discordi.

Ci sono alcuni punti che, per quanto il contesto mediatico non consenta per ovvie ragioni logistiche, di trattare in maniera approfondita e dettagliata, possono essere comunque riassunti brevemente:

OGM: il referendum del 5 aprile, ecco perché firmare

0

Il 5 aprile in tutte le piazza italiane Legambiente e le principali associazioni ambientaliste si riuniranno per permettere agli italiani di salvaguardare al qualità del cibo che ogni giorno finisce sulle tavole di questo paese così famoso per la sua eccellenza culinaria.

Il referendum dà la possibilità di scegliere tra Italia OGM e Italia No OGM, nella speranza che i No siano superiori ai si e si possa arrivare, finalmente, ad una sentenza definitiva che blocchi tutti i tentativi di introdurre la produzione di OGM nel nostro paese (attualmente in Italia è consentito vendere, ma non importare OGM).

OGM: sostanze velenose sui semi Monsanto

0

Quando ho iniziato ad occuparmi di ambiente e alimentazione ho promesso a me stessa che l’avrei fatto ad ogni costo, contro ogni ostacolo, ogni commento cinico, contro ogni “ma tanto a che serve” e che lo avrei fatto finché le mie dita avrebbero avuto al forza di scrivere e così farò ed è per questo che sono ancora qui a parlare dei semi Monsanto, ma veniamo alla notizia che è stata divulgata da Food Warrior Network. 

Il network dedicato alla controinformazione ha intrapreso una battaglia contro gli OGM ed ha pubblicato un’immagine, che vedete qui e in primo piano,  che non lascia ombra di dubbio riguardo alle politiche Monsanto.

Birra: quali sostanze sono contenute al suo interno?

0
Immagine da: blog.mytable.it

La birra è una delle più diffuse e più antiche bevande alcoliche del mondo.

La birra vViene prodotta attraverso la fermentazione alcolica del malto d’orzo, ovvero quell’orzo germinato, chiamato spesso semplicemente malto.

Vengono poi usati anche frumento, mais e riso. Altre piante meno utilizzate sono invece l’avena, la radice di manioca, il miglio e il sorgo in Africa, la patata in Brasile e l’agave in Messico.

Immagine da: blog.mytable.it

Per produrre la birra, il malto viene immerso in acqua calda dove, grazie all’azione di alcuni enzimi presenti nella radichetta che si forma durante la germinazione, gli amidi presenti vengono convertiti in zuccheri fermentescibili.

OGM? L’Europa dice Stop

0

Questa, secondo me, è davvero una buona notizia con cui concludere la settimana, se non molto tempo fa mi trovavo a documentare, con preoccupazione, lo svolgimento dei fatti legati all’aumento delle colture OGM, oggi mi ritrovo invece a constatare con piacere che le cose iniziano davvero a cambiare, dopo il no italiano al mais Monsanto, infatti, arriva anche lo Stop dell‘Europa alle colture OGM.

L”assemblea di Strasburgo chiede al parlamento europeo di bloccare l’incremento di colture OGM e di rifiutare qualsiasi nuova proposta di introduzione di alimenti geneticamente modificati sul mercato europeo, con 385 voti a favore la richiesta è stata approvata dagli eurodeputati al fine di dare tempo alla ricerca per stabilire quali siano i reali rischi derivanti dall’uso di materie ed alimenti geneticamente modificati.

Decreto Mais Mon810: l’Italia ripudia Monsanto

1

 

L’Italia ha deciso di salvaguardare il territorio e la produzione agro alimentare, con ovvi e conseguenti vantaggi per la nostra salute.

E’stato siglato un decreto che vieta la coltivazione del granturco Mon 810, una delle varietà di mais transgenico consentite in Europa (un’altra varietà consentita è il mais BT, resistente agli insetti). Già dal 200o l’Italia aveva mostrato di voler salvaguardare il territorio dalle sementi OGM, con il decreto Amato che,  in accordo col Regolamento 258/97 basato sul principio di “sostanziale equivalenza”, bloccava l’uso di prodotti alimentari derivati da 4 mais OGM autorizzati in Europa e nonostante l’Istituto Superiore di Sanità non avesse evidenziato alcun rischio per la salute umana derivante dal consumo di tali prodotti, il decreto faceva appello alla clausola di salvaguardia, prevista dal Regolamento 258/97, invocando il Principio di Precauzione.

OGM. Cosa, dove e quando

0

“L’agricoltura industriale si è trasformata in una guerra contro gli ecosistemi; poggia sugli strumenti e sulla logica che caratterizzano il contesto bellico e ha conseguenze anch’ esse definibili come tali. Le sostanze chimiche su cui si fonda sono state in origine pensate per la guerra chimica” (Vandana Shiva, Le nuove guerre della globalizzazione).

Gli OGM sono al centro di dibattiti e discussioni ed hanno schierato in due linee contrastanti ed avverse chi è pro e chi è contro, ma al tempo stesso l’informazione a riguardo è “sapientemente” dosata in quantità omeopatiche.

Maxi sequestro di falsi prodotti biologici in tutta Italia

0

Solo ieri vi abbiamo parlato del maxi sequestro di shampoo lisciante tossico (potete leggere l’articolo cliccando qui). Oggi arriva la notizia di un altro mega sequestro: questa volta riguarda i prodotti alimentari biologici.

Sono stati sequestrati circa 1.500 tonnellate di soia, mais e grano tenero ucraino certificati come biologici ma che in realtà non lo erano. Addirittura erano prodotti ad alto contenuto di Ogm! Sono state sequestrate anche  30 tonnellate di soia indiana contaminata con pesticidi. Una vera truffa per il consumatore abituato a comprare biologico perchè sensibile alle tematiche ambientali e perchè intenzionato a salvaguardare la propria salute!

Ogm: la Russia dice no al mais della Monsanto

0

Lo studio francese sugli Ogm fa parlare ancora. Questa volta è la Russia a prendere sul serio la ricerca che sostiene la pericolosità degli ogm: i russi hanno infatti deciso di sospendere l’importazione di mais geneticamente modificato commercializzato dalla multinazionale Monsanto.

Ricordiamo che i prodotti della multinazionale sono da tempo criticati da gli hacktivist Anonymous perchè considerati dannosi per la salute dell’uomo.

Il mais importato dalla Russia è proprio di tipo NK603, lo stesso che ha utilizzato la ricerca francese per i suoi esperimenti e che ha provocato una serie notevole di tumori nei topi.