Notizie
Primo piano

OGM: sostanze velenose sui semi Monsanto

Di Giordana - 29 Marzo 2014

Quando ho iniziato ad occuparmi di ambiente e alimentazione ho promesso a me stessa che l’avrei fatto ad ogni costo, contro ogni ostacolo, ogni commento cinico, contro ogni “ma tanto a che serve” e che lo avrei fatto finché le mie dita avrebbero avuto al forza di scrivere e così farò ed è per questo che sono ancora qui a parlare dei semi Monsanto, ma veniamo alla notizia che è stata divulgata da Food Warrior Network.

Il network dedicato alla controinformazione ha intrapreso una battaglia contro gli OGM ed ha pubblicato un’immagine, che vedete qui e in primo piano, che non lascia ombra di dubbio riguardo alle politiche Monsanto.
I semi destinati alla coltivazione sono trattati con veleni sintetici, ovvero, con sostanze velenose per l’uomo e per gli animali, da qui l’indicazione a non usarli per consumo umano e/o animale. Esatto, i semi che la Monsanto India Limited usa per produrre piante i cui frutti saranno poi destinati anche all’alimentazione e molto probabilmente anche alla produzione del cotone OGM, diffusissima in India, sono trattati con sostanze altamente tossiche.
Il fatto che i veleni non vengano direttamente a contatto con la parte della pianta che poi sarà utilizzata a scopo alimentare o per i mangimi animali non riduce i danni di queste sostanze.
Gli OGM non fanno parte di quella categoria di danni diretti all’ambiente e alla salute umana, ma sono più subdoli, la politica agricola che segue questo tipo di coltivazioni provoca danni alle falde acquifere, le sostanza velenose con cui sono trattati le sementi, attraverso le radici, arrivano alle falde che si trovano in profondità nel terreno, inquinando il suolo, l’acqua e le specie animali che si trovano alla base della catena alimentare, piccoli insetti, crostacei, etc, che rappresentano la dieta di animali più grandi, come ad esempio roditori e volatili.

I veleni non contaminano la pianta in altezza, ovvero non arrivano al fusto ed al frutto, ma agiscono in profondità, ce ne sono di vario tipo, prodotti come il Signet 480 FS di Nufarm,(un prodotto utilizzato per il trattamento dei semi OGM), sono tossici per pesci, uccelli, invertebrati acquatici, ostriche e gamberi. La biodiversità viene distrutta, il suolo compromesso irrimediabilmente, la catena alimentare alterata, L’inquinamento delle falde acquifere contamina tutto il territorio circostante, inclusi i pascoli, in India del nord, dove le foreste Himalayane garantivano la presenza d’acqua, in seguito all’arrivo di Cargil e Monsanto, la quantità di acqua potabile è diminuita drasticamente con tutto quello che comporta, come è possibile che tutto questo non sia un danno gravissimo anche per l’essere umano?
[immagini by: FoodWarriorNetwork]
✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e suTwitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!
 
 
 
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)