Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Lettera

Tag: lettera

Lettera di un Bambino Speciale alla sua Mamma

0

Questa lettera è dedicata a tutti i genitori che devono prendere delle decisioni difficili. Quando le risposte non bastano, quando la disperazione prende il sopravvento, quando viene da domandarsi: “Perchè a me?“… “Perchè a noi?“.

E’ una lettera scritta da un’insegnante di una scuola materna, che ha scelto di diventare un’esperta di fiori di Bach, proprio per cercare delle risposte “semplici” e alla portata di tutti ai problemi di tutti, ha scritto anche diversi libri da uno dei quali è tratta questa lettera.

“Sto Uscendo con Qualcuno Nonostante Sia Sposato….”: Confessione di un Pastore

0
No Reason To Go Inside - Daniel Del Orfano - olio su tela
No Reason To Go Inside – Daniel Del Orfano – olio su tela

Voglio condividere co voi un post di Jarrid Wilson un pastore, uno scrittore, un blogger che definisce il suo lavoro come le confessioni di un evangelista disadattato che anela a condividere Cristo con il mondo. E in queste confessioni una mi ha colpito in particolar modo.

Questo suo post inizia con questa frase… I have a confession to make. I’m dating someone even though I’m married, che tradotto significa… Ho una confessione da fare. Sto uscendo con qualcuno nonostante sia sposato….

Lettera di un Allenatore alla Mamma di un Bimbo “Scarso”

1

La lettera del Mister Andrea Checcarelli, ha fatto il giro del mondo si può dire, commenti alla stessa sono giunti addirittura dalla Bolivia o dalla Thailandia.

Ma cosa c’è scritto di così importante su questa lettera? Bè questa lettera, pubblicata sul sito della Real Virtus, contiene delle parole di incoraggiamento destinate alla madre di un ragazzino che ha deciso di smettere di giocare.

La lettera è stata resa pubblica perché ricca di valori e perché rispecchia la filosofia della società, ma voglio condividerla con voi soprattutto perché è una grande lezione di vita.

Alle mie figlie – Lettera di Luca Parmitano

0
Luca Parmitano e famiglia

Se vi chiedessero di scrivere una lettera ai vostri figli, cosa scrivereste? Raccontereste di voi, del vostro passato o parlereste del loro futuro e di cosa potrebbero aspettarsi?

Luca Parmitano e famiglia

Questa domanda è stata posta da ‘L’Esperesso‘ al famoso astronauta italiano Luca Parmitano che, tornato da poco più di due mesi da una spedizione spaziale durata sei mesi, ha accettato di raccontare alle sue figlie cosa significa vivere e crescere, cosa significa affrontare le sfide e inseguire i propri sogni. Luca racconta la difficile posizione di un genitore che non deve mostrare la via ma accompagnare e lasciare che il percorso venga scelto dai figli, i quali devono affrontare ogni bivio da soli, con il solo bagaglio di esperienza acquisito fino al quel momento, un genitore non deve scegliere al posto dei figli.

Scrive una Lettera a Sè Stessa ma Non la Potrà mai Leggere [Video]

0

E’ mancata il 5 Gennaio scorso la piccola Taylor Smith, a causa di complicanze dovute ad una polmonite, aveva solo 12 anni. E se questa è una notizia devastante per qualsiasi genitore, anche la storia che c’è dietro questa piccola ragazzina è terribilmente angosciante.

Taylor il 13 Aprile 2013 ha scritto una lettera ma non l’ha mai spedita, sapete perché? Perché quella lettera era indirizzata a se stessa. La Taylor del futuro avrebbe dovuto leggere quella lettera proveniente dal suo passato, proveniente da vent’anni prima.

Lettera aperta dei genitori alla Federazione Italiana Medici Pediatri sul libro “Consigli & Ricette per piccoli gourmet”

0

Il libro  Consigli & Ricette per piccoli gourmet, Edizioni Internazionali srl – Divisione EDIMES è un libro scritto da Heinz Beck e Giuseppe Mele in collaborazione con la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP).

Queste le parole per presentare il lavoro: “È un libro nato dall’esigenza di impostare l’alimentazione dei bambini in modo corretto sin da subito, stimolando la loro curiosità ad apprendere, la conoscenza di nuovi sapori e l’avvicinamento a cibi sani”.

Alcuni genitori, però, leggendo il libro hanno voluto far sentire il proprio dissenso.

Troppe proteine, troppi zuccheri, consigli e raccomandazioni inesatte. E proprio per questo motivo è stata scritta questa lettera:

Andrew Solomon: La Lettera ai Suoi Figli

0

“Dear children…

…I am gay. And that’s how much I wanted you in my life”

Così inizia una lunga lettera di Andrew Solomon dedicata ai suoi quattro figli, George, Blaine, Lucy e Oliver. Una lettera per spiegare loro che amare è facile, il difficile è accettare.

‘L’amore per voi deve essere incondizionato. Un genitore deve aiutare i propri figli a migliorare ma senza volerli cambiare per forza. Perché amare è facile, il difficile è accettare’

In questa lettera Solomon vuole raccontare la sua “condizione” di genitore omosessuale. Lui parla dell’amore, ma accentua il fatto che non è l’amore che è difficile da trovare ma è l’accettazione delle situazioni che diviene complicata.

La Lettera Toccante di un Malato Terminale [Video]

1

Questa lettera è vera, ed è esposta al centro trasfusionale dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Sono le parole di Rossano un ragazzo affetto da leucemia che scopre di non avere più speranza a causa della mancanza di donatori di midollo osseo compatibile.

Rossano scopre il suo destino il 2 Ottobre 1989 e decide di lasciare una lettera ai suoi cari, una sorta di testamento. Sette giorni dopo Rossano è morto.

 

 

Carissimi Tutti,mi dispiace che sia finita così, questa lettera non avrei mai voluto scriverla, nonostante sò quello che mi aspetta, e perciò voglio dirvi alcune mie volontà, che se sarà possibile spero voi attuerete. 

Caro papà: voglio solo divertirmi, non essere il più forte!

0

I bambini che praticano uno sport lo devono poter fare per passione, per divertimento, per liberare le proprie emozioni. Fare sport per pura competizione non è educativo e può rivelarsi una fonte di ansia e stress.

Proprio per questo motivo oggi vogliamo dedicare a tutti gli adulti questa lettera giunta alla redazione di laprovinciacr.it. Sono parole rivolte ai papà ma si possono estendere anche a tutti gli adulti, agli educatori, agli insegnanti, ai genitori. Ai bambini non serve a nulla la competizione, in nessun ambito. Anzi essa è deleteria, dannosa e per niente costruttiva.

Lettera anonima di una trentenne delusa

17

Ci è giunto in Redazione uno sfogo di una nostra lettrice. Abbiamo deciso di pubblicarlo poichè rispecchia la situazione attuale di molti, moltissimi giovani italiani.

Divario incolmabile

Dicono che noi, ormai quasi trentenni, siamo dei viziati senza stimoli. Abbiamo la macchina ed un cellulare ultima generazione ma ci lamentiamo di essere dei poveracci. Abbiamo vestiti, borse e scarpe ma non facciamo progetti per il nostro futuro. I nostri genitori non avevano niente e poco più che ventenni iniziavano un mutuo e facevano figli e per loro rinunciavano a viaggi e a mangiar fuori, mentre noi siamo sempre in giro a bere. Siamo una generazione di fannulloni e mammoni!