Home Tags Induismo

Tag: induismo

È iniziato Navaratri: 9 Notti Per Rinascere

0
Navaratri-festa-delle-donne-e-del-principio-femminile-femminino-sacro
Credit foto © Pexels

Navaratri è una festività induista dedicata al principio femminile, alla Grande Madre, e viene celebrata proprio in questi giorni: i festeggiamenti iniziano con il novilunio del mese lunare di Ashvin, che corrisponde nel calendario gregoriano a settembre-ottobre.

Navaratri, le 9 notti del viaggio spirituale interiore

L’etimologia di questa festività deriva dal sanscrito nava, “nove” e ratri, “notte”, indicando la durata di questa festività in onore della Grande Madre che inizia questa anno nella notte tra il 6 e il 7 ottobre, fino alla notte del 14 ottobre. Vi sono in realtà due Navaratri: una di primavera, la Vasantanavaratri, e quella d’autunno, Sharanganavaratri, molto sentita dai devoti ovunque nel mondo.

La Guarigione Del Pianeta Arriva Dall’Equilibrio Tra Maschile E Femminile

0

Di base, la distruzione ambientale, le pratiche della disparità materiale tra i popoli, della violenza, della tortura e della guerra, la mercificazione di esseri umani (dalla schiavitù alle tratte di oggi, fino ai bambini soldato), il fenomeno della violenza nella coppia e in famiglia, fino all’allucinante dissacrazione della donna nei testi di certi pseudo-rapper odierni, sono tutti eventi dovuti alla carenza di energia femminile nel mondo, verificatasi negli ultimi millenni e in modo sempre più fitto, veloce ed evidente fino ad oggi.

La Leggenda di Retna Dumilla e della Nascita Del Riso

0
Il riso

Il riso è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Gramineae che tutti conosciamo e amiamo per svariati motivi… risotti, arancini, frittelle, insalate, minestre ci sono mille modi per cucinarlo, ma scommetto che pochi di voi ne conoscono le origini.

Si sa che il riso apparve sulla Terra alla fine dell’epoca glaciale, probabilmente intorno al 10.000 a.C. grazie ai campi di riso paludosi che apparvero dopo lo scioglimento dei ghiacciai. Il mondo mediterraneo conobbe il riso solo dopo la conquista dell’Asia da parte di Alessandro Magno, infatti Teofrasto fu il primo a descrivere il riso nel suo trattato sulla storia delle piante come un alimento.

La figura induista di Shakti per diffondere l’energia femminile che plasma il mondo

1

Sin dall’alba dei tempi il potere del femminile è stato celebrato in quanto energia sensibile, istintuale, spirituale; ancora, forza di vita generatrice, la quale ha il privilegio di far battere in sé due cuori e di custodire il mistero inspiegabile e il destino di un nuovo individuo. Il progresso economico, tuttavia, innescando la distinzione di ruoli e dunque etichettando come differente e “inconciliabile” l’energia maschile e quella femminile, è riuscito a tenere nascosti i tesori della donna in un angolo di una soffitta chiusa a chiave.

La cerimonia della nascita in India

0

Questo articolo è dedicato a tutte le bambine indiane mai nate, a quelle nate e a quelle che nasceranno,  a tutti coloro che lottano contro il feticidio femminile in India, a tutte le mamme che con forza si oppongono a complesse ragioni sociali ed economiche, con l’augurio che sempre più spesso la cerimonia della nascita sia celebrata per augurare una buona vita ad una bellissima bambina indiana.

India-rituali

Essere devoti non vuol dire sottomettersi ma trovare il divino in sé

0

Devozione è una parola complessa, che racchiude in se molti aspetti apparentemente contraddittori, come la rinuncia, la fede cieca, l’affidarsi. In Occidente è vista o come una manifestazione suprema di fede o al contrario, come una forma di alienazione dal se, una forma di sottomissione ad un dio o ad un maestro.

In realtà la questione è più complessa, qui ci dedicheremo in particolare a quello che è la devozione nelle filosofie orientali, per cercare di capire cosa vogliono dire i riti e le forme di ossequioso rispetto in cui a volte ci troviamo coinvolti, ad esempio durante una classe di yoga o di altre discipline orientali, senza sapere esattamente perché e senza conoscere veramente il significato di ciò che stiamo facendo.

Reincarnazione: quando l’anima sopravvive al corpo e sceglie nuovi involucri in cui vivere

0
reincarnazione

reincarnazione

Secondo la teoria della reincarnazione le nostre anime tornano sulla Terra più volte reincarnandosi in corpi fisici attraverso il cosiddetto ciclo di morte rinascita. Lo scopo è lo sviluppo spirituale. A crederci sono in molti: induisti, taoisti, giainisti, buddisti, anche se questi ultimi rivisitano la teoria a modo loro.

Giainismo: la più antica Religione della Nonviolenza

0
Giainismo

Il giainismo è un’antica religione indiana basata sugli insegnamenti di Mahāvīra, detto Jina ovvero «vincitore», grande maestro spirituale indiano contemporaneo di Buddha (559-527 a.C.), il quale ha indicato la via alla perfezione umana attraverso l’assoluta nonviolenza

dea

Questa religione influenzò profondamente il Mahatma Gandhi e condizionò il suo stile di vita pacifico e che non danneggia nessuno. 

Il giainismo mantiene le correnti della filosofia indiana tra cui l’atomismo, l’assenza di un Dio come causa dei fenomeni naturali, la materialità del karma. Il mondo reale è visto come qualcosa che non è stato creato e che non si può distruggere. Le anime sono separate dal corpo e si modificano in base a questo.

L’idea della morte nelle religioni orientali

0

L’atteggiamento che un popolo, inteso come comunità sociale, a prescindere dalle scelte e dai percorsi individuali, ma nel  suo insieme costituente una società, ha verso la morte ed il lutto è molto influenzato dalla religione o dalle religioni ufficiali che hanno contribuito, positivamente o negativamente, al formarsi della comunità stessa ed alla crescita del paese.