Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Giardino

Tag: giardino

Forest Garden: l’uomo diventa custode di un giardino incantato. Ecco come realizzarlo

0

Come e perché realizzare un Forest Garden

Sarà che sono un’appassionata di Alice nel Paese delle Meraviglie, ma quando penso al Forest Garden, quando ne visualizzo il concetto, mi viene sempre in mente la scena del Giardino dei Fiori che Parlano, nel secondo capitolo di Attraverso lo Specchio. Alice seguendo un sentiero senza senso arriva in un giardino i cui fiori possono parlare, e ogni fiore ha il suo ben preciso carattere.

Giardino delle Cascate: dopo 56 Anni Riapre il Gioiello dell’Eur

0
Giardino delle Cascate

Dopo ben 56 anni riapre al pubblico lo spettacolare Giardino delle Cascate dell’Eur, un gioiello di architettura paesaggistica realizzato nel 1961 su progetto di Raffaele De Vico. Esempio di moderno giardino di paesaggio ispirato alla tradizione italiana, si fa apprezzare per la sua simmetria e regolarità e colpisce il visitatore con giochi d’acqua, fontane zampillanti, scogliere, pietre naturali e numerose piante di varie specie. Un momento di pace e relax, in barba al caos e allo stressante traffico cittadino quotidiano.

Idee Creative Per Usare I Mattoni Di Cemento Forati

0
Mattoni di Cemento

mattoni di cemento vengono utilizzati per la costruzione di strutture solide e durature nel tempo, di solito sono prodotti in calcestruzzo leggero secondo tecnologie produttive consolidate, costituiti di materiali inerti, tra cui anche sabbia e ghiaia, oltre al cemento stesso, e sono utilizzati in ogni tipologia di muratura. Il materiale ha un’apprezzabile resistenza meccanica alla compressione. Rispetto ai mattoni classici i blocchi hanno dimensioni più grandi e per questo motivo sono perfetti per fare quello che vogliamo noi!

No, non sto parlando di fare un muro per isolarci dal vicino, ma di creare qualcosa di unico, bellissimo e funzionale utilizzando i mattoni di cemento in maniera alternativa!

Avere un orto è un modo meraviglioso per prendersi cura della propria anima

0
“Coltiviamo il nostro piccolo orto non solo per la speranza di poterne ricavare dei frutti un domani, ma soprattutto per il piacere che tale cura e tale speranza ci procurano oggi.”
Giovanni Soriano, Finché c’è vita non c’è speranza, 2010
Avere un orto da curare e da far prosperare è un modo meraviglioso per prendersi cura della propria anima. Che l’orto sia piccolo o immenso poco importa, può bastare anche solo una piantina in un vaso per far vibrare le corde del nostro sentire: quanto ne abbiamo bisogno!!!
Chi dice di non aver il pollice verde o che qualsiasi piantina finita nelle proprie mani è morta dopo poco sta dicendo tanto del suo modo di vivere: prendersi cura di un orto o di un fiore è come prendersi cura di sé stessi, è lo specchio di come affrontiamo la vita, di come utilizziamo il nostro tempo e le nostre energie.
C’è un famoso detto zen che dice più o meno così “quando entri in una casa osserva se ci sono piante, se sono assetate o meno, se sprigionano vita o no e comprenderai subito l’energia che si respira in quella casa”.
Niente di più vero!
rosa1
Se infatti abbiamo la voglia, il tempo e le energie di curare e far crescere un orto, un fiore, una piantina vuol dire che siamo padroni del nostro tempo e che lo utilizziamo per dedicarci a qualcosa di molto profondo e importante: il contatto con la terra! Nei gesti di cura, di attesa, di sorpresa che accompagnano l’accudimento di un orto vi è un ritorno alle nostre origini, un legame che si rinnova con la natura, l’esigenza di fuggire da ciò che è superfluo per rigettarsi con urgenza a ricercare i nostri istinti, le nostre verità, il nostro essere uomo.
Ogni giorno insieme ai miei bambini dedichiamo almeno un’ora alla cura del nostro piccolo piccolissimo orto magico. Come dei veri scienziati ed esploratori abbiamo provato a piantare in piccoli vasi semi di un pompelmo appena mangiato oppure gli scarti di un dattero o ancora i semi di papavero usati per impastare il pane: attendere ogni giorno e vedere spuntare il germoglio di quel seme è una bella lezione di vita, per grandi e piccini! Giorno dopo giorno piantine di pomodori, di melanzane, di zucchine, di fagioli, di piselli e tante altre ancora stanno crescendo e popolano il nostro piccolo orto educativo che ha trovato il suo spazio in vasi e vasetti sparsi un po’ ovunque e anche direttamente nella terra. Abbiamo piantato anche tre piccoli alberi ed è incredibile vedere come i bambini riescano a coglierne l’essenza, a considerarli presenze vive dotate di una loro solida entità, a sentirli come parti di loro stessi, della loro famiglia e del mondo.
orto1
Ogni giorno nel nostro piccolo angolo incantato togliamo le foglie secche dagli alberi, abbeveriamo piantina dopo piantina guardandole attentamente una per una e parliamo con loro per farle crescere più amate e considerate, valutiamo lo stato dei frutti sugli alberi e ci deliziamo di quelli già maturi ringraziando la pianta per averceli donati, passiamo tantissimo tempo ad annusare, anche ad occhi chiusi, le foglie delle tante erbe aromatiche e le cogliamo per fare acque vitaminiche e sali aromatizzati.
Quando ci dedichiamo all’orto è come se entrassimo in un mondo parallelo dove regna il silenzio, la concentrazione, la pura meditazione, la tranquillità, la curiosità, il benessere…
Avere un orto è come meditare: esercitiamo inconsapevolmente la concentrazione, rilassiamo la mente e il corpo, siamo attivi, creativi e positivi, ci aiuta a sciogliere tensioni, a far galoppare idee, a vivere nella delicatezza. Chi ha un orto tutto questo lo sperimenta ogni giorno e quando mangerà i frutti del proprio lavoro si nutrirà anche di tutto questo amore per la vita!
ort2
Ecco perché è fondamentale dedicare una parte della propria giornata alla cura della natura: basta davvero poco per ritrovare un legame ancestrale perso nei meandri della quotidianità frenetica, è un atto terapeutico che fa bene a noi, a chi ci sta vicino e al mondo intero!
Elena Bernabè

Riciclare Vasi Rotti: Tante Idee per dei Piccoli Giardini Magici

2
Riciclare vasi rotti

Capita un po’ a tutti di rompere un vaso, ma non fatene una tragedia perchè da un vaso rotto può nascere qualcosa di veramente meraviglioso, c’è anche chi rompe appositamente dei vasi di terracotta per realizzarne dei veri e propri giardini in miniatura.

Ma come possiamo riciclare vasi rotti? E’ semplice, ci vuole solo un po’ di manualità e fantasia, qualche attrezzo e magari dei cocci di altri altri vasi o dei pezzi di mattonelle rotti, sassolini o anche della creta da modellare a piacimento.

15 Idee per Riciclare le Scarpe

0
riciclare le scarpe

Sono la passione delle donne, ci sono di pelle, di plastica, di stoffa, di gomma… coi tacchi, con le zeppe, con la tomaia, con il cuoio… e i primi ritrovamenti archeologici risalgono a circa 9000 anni a.C., sto parlando delle scarpe.

Utili accessori per poter camminare più comodamente (alcune un po’ meno) e proteggere i piedi, le scarpe fanno parte ormai della nostra vita quotidiana, ne abbiamo diverse paia ognuno per diverse occasioni, e se una volta si usava un paio di scarpe fino a consumarne la suola e poi ancora visto che esistevano i ciabattini che riparavano tomaia e tacchi, oggi è sempre più difficile portare al termine della vita una scarpa, ogni stagione c’è una scarpa nuova che prende il posto di quella della stagione passata.

Come realizzare un birdgarden su un balcone o in giardino

0

birdgarden

Uno spazio all’aperto pensato per accogliere e attrarre uccelli e altri animali selvatici: è il birdgarden, un giardino speciale per osservare una grande varietà di volatili,  che può esser facilmente realizzato anche su un terrazzo o su un balcone.

Per allestire questa ospitale area verde occorrono non solo acqua e cibo ma anche luoghi dove gli uccelli possano nascondersi dai predatori o trovare riparo dalle condizioni climatiche avverse. Alberi, arbusti e muri di roccia soddisfano queste esigenze, mentre in inverno può esser utile disporre anche di alberi e siepi sempreverdi. In ogni caso potrete organizzarvi anche semplicemente da voi, creando zone di riparo con una catasta di rami secchi e foglie, o una pila di rocce o di tronchi.

Riciclo Creativo: Perché noi Ricicliamo di Tutto!

1
Riciclo creativo

C’è poco da fare, a noi il riciclo creativo ci piace e anche tanto, ogni oggetto ha una sua vita ma anche un’altra quando non serve più. Chi è appassionato dei nostri articoli conoscerà sicuramente la nostra mania di riciclare tutto, dai pallet alle cannucce di carta, dalle sedie alle cravatte, dalle lampadine ai guanti di gomma fino ai tappi di sughero…. ma dovete sapere che quasi a tutto  si può dare una seconda chance, una seconda vita.

Addirittura una vecchia automobile, svuotata del suo motore, delle gomme e di tutto quello che è diventato inutile, può diventare una cosa davvero originalissima come ad esempio una fioriera per un giardino davvero hippy!

Arte topiaria in vaso: ecco come realizzarla a casa!

0

L’arte topiaria comprende tutte quelle tecniche per sagomare alberi e arbusti in funzione decorativa e ornamentale.
Conosciuta sin dall’antichità, fu particolarmente valorizzata e diffusa dagli antichi romani nel corso delle loro conquiste. Il periodo di maggior successo di questa pregevole espressione artistica si ebbe però nel XVI e XVII secolo, basti pensare allo splendore dei giardini all’italiana rinascimentali, che ancora oggi affascinano i turisti di tutto il mondo.

villandry04

Ecco come creare un orto fiabesco in poco spazio!

0
Creare un Orto

Una bella casetta, un bel pezzetto di prato all’inglese che portava via molte energie in manutenzione e non dava nessuna soddisfazione. Bellissimo senza ombra di dubbio, ma una decisione improvvisa ha trasformato il verde praticello in qualcosa di davvero soddisfacente.

Creare un orto: è questo è quello che ha fatto nella sua casa di Oakland  il fotografo Luca Keegan.

Keegan spiega: “Volevo qualcosa che potessi condividere con la mia comunità, e che potrebbe portare a nuove conversazioni per aiutarmi a conoscere i miei vicini, la mia città fino alle radici”.
“Non posso dirvi quante persone del mio quartiere ho incontrato e con le quali ho parlato mentre lavoravo in giardino. A volte le persone fermano le loro auto e saltano fuori per chiacchierare con me o per offrirmi dei semi. Amo poter regalare una bella manciata di prodotti freschi… è un ottimo modo per rompere il ghiaccio.”