Capita un po’ a tutti di rompere un vaso, ma non fatene una tragedia perchè da un vaso rotto può nascere qualcosa di veramente meraviglioso, c’è anche chi rompe appositamente dei vasi di terracotta per realizzarne dei veri e propri giardini in miniatura.

Ma come possiamo riciclare vasi rotti? E’ semplice, ci vuole solo un po’ di manualità e fantasia, qualche attrezzo e magari dei cocci di altri altri vasi o dei pezzi di mattonelle rotti, sassolini o anche della creta da modellare a piacimento.

Se il vaso si spacca completamente come nella foto sotto basterà prendere il pezzo rotto e posizionarlo a metà vaso, riempire di terra creando una scaletta con dei cocci, in modo che oltre ad abbellire il vaso, facciano anche ca contenimento per la terra, che andrà pressata abbastanza per consentire alla struttura di rimanere compatta.

Riciclare vasi rotti 2

La parte rotta, come potete vedere, fungerà da “terrazza” artificiale per le piantine, mentre nel terreno fra i gradini è possibile seminare del muschio.

Le piantine ideali per questo tipo di vaso sono quelle che non necessitano di molta terra per svilupparsi, come le piante grasse ad esempio, o l’edera e che non hanno bisogno di molta acqua. L’ideale sono quelle sempreverdi o comunque annuali che non necessitano di troppa manutenzione; anche le bulbacee sono una buona scelta ma visto che di anno in anno i bulbi si moltiplicano è preferibile scegliere dei bulbi piccoli.

Riciclare vasi rotti 1

Una volta che il vaso sarà stabile difficilmente gli elementi si muoveranno dalla loro posizione, proprio grazie alle piantine che con le loro radici terranno tutto ben saldo. A questo punto potrete aggiungere tutte le decorazioni che preferite per adornare il vostro mini-giardino.

Riciclare vasi rotti 15

Dei gazebo realizzati con fil di ferro potranno essere utilizzati per quelle piantine che amano arrampicarsi, piccole fatine di terracotta o ceramica possono diventare elementi di arredo per il giardino che prenderà una piega un po’ magica!

Riciclare vasi rotti 5

Con un vaso molto grande si può anche azzardare ad aggiungere piccoli alberelli come ad esempio l’acero cinese, che d’autunno regalerà tonalità rosso fuoco. Anche piccoli castelli contornati da sempreverdi faranno la loro bella figura dando al vaso un’aria di rocca davvero originale.

Riciclare vasi rotti 4

Con la creta potete realizzare delle casette per dare vita ad un piccolo villaggio arroccato in cima ad una valle ricca di terrazzamenti, farfalle, finti laghetti e giare arricchiranno la scenografia. Potete usare anche delle vecchie decorazioni dell’acquario, sono perfette per questi progetti.

Riciclare vasi rotti 6

Un pezzo di corteccia decorata con una porticina di terracotta può dare al vostro vaso l’idea di ospitare qualche magico folletto, per realizzare i terrazzamenti tipici di questi progetti potete anche usare diversi vasi più piccoli inseriti nel vaso rotto.

Riciclare vasi rotti 7

Anche i mobili della casa delle bambole che non usate più possono diventare perfette decorazioni per il vostro piccolo giardino in vaso, e inserendo piccoli animaletti di terracotta o legno darete vita al giardino!

Riciclare vasi rotti 8 Sfruttando più vasi si avranno più superfici da riempire e da usare per dare vita al giardino, ricordate sempre di aggiungere alla terra delle palline di argilla che favoriscono il drenaggio dell’acqua, indispensabili se il vaso rimane esposto alla pioggia e contiene piante grasse.

E sono proprio le piante grasse quelle ideali per le crepe nei vasi, perchè crescendo daranno vita al giardino stesso in punti che non avreste immaginato!

Riciclare vasi rotti 9

Con un piccolo ponticello di legno è anche possibile collegare due vasi per creare due mini giardini, quello in foto è davvero splendido, con dei fiori in ferro battuto colorati, ha realizzato i terrazzamenti come se fosse una specie di cascata!

Riciclare vasi rotti 10

Chi è bravo nel realizzare casette con la pietra o il legno può anche creare la sua baita di montagna personale, inserendo sul retro del vaso (sul lato integro) dei piccoli sempreverdi che riprenderanno lo stile delle pinete montane.

Riciclare vasi rotti 11

Con diversi tipi di piante è possibile ricreare un vero e proprio mondo… guardate che bello il giardino in foto!

Riciclare vasi rotti 12

Anche piccoli vasetti da germinazione possono essere utilizzati per dare un tocco particolare al giardino, basterà non interrarli completamente e magari inserirli nella terra con diverse angolazioni.

Ovviamente potete anche dipingere i pezzetti di vaso che aggiungete, attenzione però a non usare le tempere perchè si sciolgono con l’acqua e finirebbero nella terra, meglio usare i colori acrilici o vernice per esterno.

Riciclare vasi rotti 18

Anche una grossa giara può diventare un’ottima base per il vostro giardino, e si può aggiungere anche del muschio secco o della rafia con della colla a caldo per rendere particolare la parte inferiore come nella foto sotto.
Riciclare vasi rotti 17

Anche il sottovaso può diventare parte integrande del vostro giardino, riciclare vasi rotti e sottovasi vi consentirà di sfruttare al massimo la vostra fantasia.

Riciclare vasi rotti 16

Sassolini colorati o bianchi daranno un tocco di classe al vaso rotto, se poi si aggiunge un piccolo angioletto sembrerà di stare in uno di quei giardini delle ville della costiera amalfitana…. Meravigliosa!

Riciclare vasi rotti 14

Nella foto sotto una composizione estrema di come riciclare i vasi e i loro cocci! Nel fare queste strutture bisogna fare molta attenzione quando si bagnano in modo che la terra non scorra via, magari utilizzare uno spruzzino si rivelerà il metodi migliore per l’irrigazione.

Riciclare vasi rotti 13

Anche i fiori sono molto belli ma fate attenzione che non risultino troppo grandi e invasivi. Posizionateli su un lato e controllate che non si espandano troppo coprendo tutto, e soprattutto che non disperdano semi (come l’Alisso che sarebbe perfetto se non ché diventa infestante).

Riciclare vasi rotti 19

Posizionare il vaso in un giardino roccioso è un ottimo modo per integrarlo nell’ambiente.

Riciclare vasi rotti 20

Ricordate sempre che per una composizione armoniosa le painte più alte vanno posizionate sul retro del vaso (nella parte integra) e man mano quelle più basse, mentre le pendenti o rampicanti vanno sempre sul bordo del vaso in modo che si espandano verso l’esterno e non verso il centro (nel giro di poco andrebbero a coprire tutto).

Riciclare vasi rotti 21

Anche una rottura estrema come quella sotto può diventare molto artistica, in questo caso è d’aiuto usare il sottovaso e molto muschio e altri vasetti per le piantine.

Riciclare vasi rotti 22

Ora che avete tutte queste idee potete andare a riciclare vasi rotti nel giardino, in cantina o dalla nonna! Ricordate che qualsiasi cosa può andare bene per decorare il vostro giardino, anche i giochi dismessi dei vostri bimbi, costruzioni e anche vecchie lanterne, brocche, teiere possono diventare utili oggetti per sostenere le vostre piantine nel vaso.

Oltre alle piante grasse potete anche utilizzare delle piantine aromatiche come timo, salvia, rosmarino, ma tenete presente che sono piante che diventano grandi… quindi andranno potate spesso. Poi se avete un ottimo pollice verde potete pensare di inserire anche un bonsai, sono perfetti per dare vita ad un vero e proprio giardino!

E ricordate che oltre a diventare perfetti giardini in miniatura per gnomi e folletti, possono essere usati anche come regali, addobbati con pupazzetti per natale, pasqua o qualsiasi cerimonia vogliate!

Buon Lavoro!

Valeria Bonora