Home Tags Cura

Tag: cura

Morbo di Alzheimer: la cura è la compagnia degli animali!

0

Il Morbo di Alzheimer è una patologia generativa del cervello: pian piano le funzioni cognitive e della memoria decadono. E’ una malattia che colpisce gli anziani e li svuota giorno dopo giorno di ricordi, pensieri, desideri…

Purtroppo ben poco si può fare per curare le persone affette da questa patologia!

In questi giorni però una ricerca pubblicata sulla rivista `International Psychogeriatrics´ condotto dall’Unità di ricerca in medicina dell’invecchiamento dell’Università di Firenze in collaborazione con l’associazione Antropozoa, ha fornito dei risultati davvero importanti.

Il Digiuno è terapeutico: 4 giorni al mese migliora la salute!

0

Il digiuno è una pratica che fa stare bene, è terapeutico e migliora la nostra salute.

Ad affermarlo una ricerca californiana pubblicata sulla rivista scientifica americana Cell Stem Cell e condotta dallo scienziato italiano Valter Longo.

E’ diffusa la convinzione che digiunare possa far male alla nostra salute. E’ una pratica effettuata da alcune religioni, da alcune correnti di pensiero e da pazienti della medicina naturale. Noi occidentali la consideriamo pericolosa, un’inutile privazione, impossibile da attuare.

Eppure il digiuno ha origini antichissime ed i suoi benefici, se compiuto in modo consapevole e guidato da esperti, sono davvero da non sottovalutare.

Pistacchio: proprietà curative infinite! Aiuta anche contrastare il diabete

0

Il pistacchio è un frutto dalle proprietà curative davvero eccezionali!

E’ originario del Medio Oriente ed è stato introdotto in Italia dagli Arabi. E’ coltivato soprattutto in Sicilia: è famoso in tutto il mondo il pistacchio di Bronte, proveniente per l’appunto dall’isola siciliana.

Noi vi consigliamo vivamente di non comprare pistacchi provenienti dall’estero (preferite il made in Italy!) e di sceglierli senza sale e con il guscio: mangiarli al naturale, infatti, ci dà modo di assaporarne il vero gusto e di beneficiare di tutte le  proprietà nutritive.

Allume di Rocca Proprietà e Utilizzo

0

Ammetto che l’ho scoperto per caso in una di quelle bancarelle lungo le strade, quei mercatini etnici dove hanno cose bellissime profumatissime e nascondono quasi un sentore di magico. Mi sono incuriosita da questi cristalli bianchi, sembravano pietre di quarzo, ma la signora mi spiegò che era un deodorante…. Mah… Come poteva deodorarmi una pietra?

Allora mi sono informata, ho chiesto, ho letto e ho scoperto… e da allora è diventato uno dei miei “mai più senza“.

19-year-old therapy dog: un video che fa riflettere su alcune forme di Pet Therapy

0

Il video che segue ha girato il web ed è presentato come un momento dolce di condivisione tra un cane eroe che ha dedicato al sua vita alla “pet therapy” ed un’anziana signora purtroppo costretta in ospedale. Il dettaglio però che mi porta ad una riflessione più accurata che si addentra inevitabilmente nei termini della bioetica animale, è il fatto che il cane, di 19 anni, è paralizzato anche lui come la paziente che beneficia della sua presenza.

L’immagine è sicuramente tenera ad un primo sguardo, ma si contravviene in realtà al principio che fa, anzi dovrebbe fare, della Pet Therapy, una terapia che rispetta in toto le esigenze e l’individualità dell’animale coinvolto come co-terapeuta.

Omeopatia in pericolo: firmate la petizione!

14

A causa della nuova legislazione in merito all’omeopatia, si corre il rischio che diventi impossibile reperire, nel nostro Paese, un numero altissimo di medicinali omeopatici. Proprio a tale proposito cittadini e medici omeopatici hanno deciso di stilare una petizione affinchè non vengano applicate le regole che renderebbero impossibile registrare, e quindi vendere, alcuni di questi prodotti.

Tutto il settore dell’omeopatia si trova costretto a combattere contro alcune recenti disposizioni che prevedono un aumento degli oneri per la registrazione ed il rinnovo dei dossier per l’AIFA, ossia l’Agenzia italiana del farmaco.

La Melagrana e le sue Proprietà Antitumorali

0

Il melograno o meglio Punica Granatum, è una pianta che è originaria dell’Iran e della zona himalayana dell’India Settentrionale. La melagrana che nasce su queste piante è un frutto dolce e aspro allo stesso tempo, di un colore rossovivo.

Questo frutto è stato studiato a fondo da Michael Aviram, biochimico israeliano, che ha scoperto che è un frutto ricco di ricco in flavonoidi, potenti antiossidanti che proteggono il cuore e le arterie, ed è arrivato alla conclusione che la melagrana ha effettivamente delle proprietà antitumorali.

Il succo di melograno, secondo la ricerca, è praticamente tossico nei confronti delle cellule cancerose.

La mela uccide il cancro del colon

0

Il cancro del colon è la seconda causa di morte per cancro per le donne e la terza causa per gli uomini. Una malattia diffusa in tutto il mondo!

I ricercatori dell’ Universitari a Xi’an in Cina hanno effettuato uno studio molto importante e sono giunti a risultati sorprendenti. Gli oligosaccaridi delle mele hanno ucciso fino al 46% delle cellule del cancro del colon umano in vitro: un dato incredibile se considerate il fatto che si sono uccise più cellule di quelle eliminate dal farmaco chemio più comunemente usato per questo tipo di cancro.

I genitori di Sofia “bambina farfalla” lanciano un disperato appello

0

Sofia è una bambina di 4 anni colpita da una grave malattia neuro degenerativa, la leucodistrofia metacromatica. Una malattia che pian piano paralizza e rende ciechi.

Queste le parole che la sua mamma, Caterina, ha scritto in libro dedicato a lei intitolato “Voa Voa”: “Mi dissero che quelli come Maria si chiamano “bambini farfalla”, nel senso che durano una stagione sola. Ma io, con questa mia storia fatta di amore, mostri, accettazione e perdita infinita, voglio dimostrare che con le farfalle — la mia Maria — ha in comune soltanto una cosa: la bellezza”. «Maria» è il nome che la piccola Sofia adorava e che dava alle sue bambole ed è così che si chiama la bambina protagonista del libro.

Hiv: proposta del test in gravidanza come esame di routine

0

Fino a pochi anni fa l’Aids era un argomento molto discusso nelle scuole e negli ospedali. In televisione il tema era fortemente presente. Da un pò, invece, è calata un pò l’attenzione mediatica ed educativa sul problema.

Il risultato? In Italia crescono i contagi, la maggior parte dei quali causati dalla trasmissione sessuale. Pensate che negli ultimi due anni 30 bambini (e il numero non è poco!) si sono infettati al momento della nascita perchè le madri erano ignare di essere sieropositive.