Notizie
Primo piano

Soda caustica nell'acqua, donna rischia di morire

Di Valeria Bonora - 23 Aprile 2013

E’ successo a Carrara, durante la fiera commerciale nella giornata di Sabato, una donna di 41 anni nata a Napoli ma residente in città, era alla fiera dell’arredamento col marito, nel pomeriggio ha cercato ristoro in un bar del padiglione D di Carrarafiere, acquistando una bottiglietta di acqua minerale.
Dopo il primo sorso la donna ha cominciato a stare male, i dolori allo stomaco fortissimi hanno costretto il marito a chiamare il pronto soccorso. I medici del 118 appena arrivati si sono accorti dell’ustione alla bocca, sulla lingua e l’infiammazione alle mucose causata dalla soda caustica.
La donna è stata trattenuta in ospedale per tutta la giornata, le è stata fatta una lavanda gastrica e poi dimessa con 15 giorni di prognosi.
Non si sa come la soda sia finita nella bottiglia, che a quanto pare era sigillata. Comunque i carabinieri stanno indagando sulla provenienza e se la stessa fosse effettivamente sigillata.
Anche il gestore dei quattro bar presenti alla fiera, Fabrizio Gazzoli, si è espresso sulla faccenda, non sapendo come questa può essere accaduta: “Non riusciamo a capire cosa sia successo. Il personale del bar mi ha assicurato che è stata venduta una bottiglietta chiusa e sigillata. Appena la donna ha messo la bottiglia alle labbra si è sentita male. Abbiamo controllato anche le altre bottiglie e sembrano in regola. Non sembrano esserci fori o manomissioni. Abbiamo inoltre provveduto a restituire l’intero lotto all’azienda. Da noi la massima disponibilità a collaborare per capire come possa essere successo. Stiamo cercando di isolare anche i prodotti che usiamo per le pulizie ma a scopo precauzionale dato che la bottiglietta era sigillata“.

La soda caustica è una sostanza basica di cui una soluzione di 50 g/l in acqua a 20 °C ha pH di circa 14, se ingerita può causare la morte, per questo motivo è importantissimo cercare sempre di tenere lontani i prodotti per la pulizia dai prodotti alimentari sopratutto se tossici. Inoltre la soluzione migliore è sempre quella di non utilizzare prodotti chimici ma prodotti biologici o fatti in casa.
✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)