Animalismo
Primo piano

Salviamo Dutch, un cane condannato per essersi difeso

Di Valeria Bonora - 18 Febbraio 2013

E’ pazzesca la storia di Dutch, un esemplare di Allaunt americano di quattro anni, un cane di accompagnamento per ex militari, è stato condannato a morte dal giudice della cittadina americana di Montrose, nello stato del Colorado.
Jeremy Aguilar, ex militare dell’esercito americano che è stato in missione in Afghanistan e in Iraq riportando gravi traumi fisici ed emotivi, è il compagno di vita di Dutch, l’animale gli è stato assegnato dallo stato e tra loro c’è un legame speciale.
La condanna del cane è stata emessa e doveva essere eseguita il 14 Febbraio, per fortuna Dutch è ancora vivo ma c’è bisogno dell’aiuto di tutti per fermare questa follia.
L’accusa è stata formulata perchè Dutch, lo scorso novembre avrebbe attaccato e ferito una donna che, dopo aver assistito ad una rissa fra l’Allaunt ed un pit bull, ha cercato di separare i due.
La donna sostiene di essere stata morsa e assalita senza ragione dal cane, ma il padrone di Dutch riferisce invece che la signora in questione lo avrebbe duramente picchiato con le sue mani e con un palo di metallo prima che l’animale reagisse.
Questa seconda versione è stata confermata anche dal medico veterinario che ha visitato Dutch dopo l’accaduto, denunciando significative lesioni da percosse sul muso e sul resto del corpo.
L’avvocato di Aguilar ha fatto sapere che l’intenzione del suo assistito è di andare in appello e cercare con tutti i mezzi di salvare il suo fedele compagno a quattro zampe. Il veterano e la sua compagna sono allibiti dalla decisione di sopprimere l’animale, che non ha mai dato segni di aggressività ma che, al contrario, si è dimostrato un sostegno indispensabile per superare i traumi della guerra e tornare a vivere un’esistenza serena.
E’ stata anche aperta una pagina Facebook per Dutch: Tribute to Dutch
Il caso di Dutch ha già fatto il giro del mondo attraverso il Web. Migliaia di utenti hanno visualizzato e condiviso la pagina “Save Dutch the Service Dog” e quasi 250.000 persone hanno firmato la petizione on line per salvare Dutch all’indirizzo http://www.thepetitionsite.com/590/736/158/save-dutch-the-service-dog/.
[Fonte LaStampa.it – Examiner.com]
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente
Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser
Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)