“Pensavo in tanti anni di carriera di aver visto di tutto. Ma una situazione del genere mai vista… da Terralba. Aveva un cappio al collo che le segava la cute e il muscolo. E la testa si è gonfiata… praticamente decapitata. Povera creatura. L’abbiamo chiamata Palla”

Palla

Questo è il primo post che porta il web a conoscenza di una cagnolona di razza allora ancora sconosciuta, vittima ancora una volta della crudeltà umana. Un cappio al collo, talmente stretto da entrarle nella carne e provocarle un ingrossamento del muso in maniera sproporzionata.

Era il 25 gennaio quando alla clinica Veterinaria DueMari di Oristano approda Palla, da allora è diventata una vera e proprio diva, e il web si è mobilitato al punto che la veterinaria Monica Pais ha voluto aprire una ONLUS per non perdere, come dice lei, tutto questo movimento mediatico che ha portato la pagina Facebook della clinica da 25mila like a 250mila: «Vogliamo che tutto questo “movimento” non si disperda in nessun modo e vogliamo che ne nasca qualcosa di positivo. Il nostro obiettivo è realizzare una sorta di “emergency” per i nostri “rottami” cioè tutti quegli animali maltrattati e che incontriamo ogni giorno e che cerchiamo di salvare. L’idea è proprio quella di garantire loro un percorso sanitario e dargli l’assistenza che meritano anche se sono randagi che nessuno vuole».

Palla Eroina del web 4

La Onlus di Palla avrà l’obiettivo di aiutare gli animali randagi e in difficoltà ovunque si trovino e sarà seguita da una commissione scientifica che collaborerà con una rete di controllo dal momento dell’arrivo dell’animale presso la struttura veterinaria, fino all’adozione.

“#GoPallaGo” è il motto della clinica e di tutti coloro che hanno aiutato a sopravvivere questo cane, la clinica ha ricevuto migliaia di lettere, messaggi, regali e donazioni, questo fa ancora ben sperare per la salvezza del genere umano, c’è tantissima gente che lotta contro le violenze sugli animali contro chi invece non percepisce empatia e sopravvive nella sofferenza altrui.

Il 30 gennaio le notizie sulla salute di Palla rassicurano tutti, sta bene e si inizia ad intuire il cane che c’è dietro quel musone, un simil pitbull di neanche un anno, ancora non ha mai partorito e non ha malattie, a parte l’infezione e il ristagno sul muso, gode di ottima salute, inoltre iniziano a vedersi in rete i primi video e i fan di questa creatura dolcissima impazziscono e i regali che arrivano sono addirittura personalizzati!

Palla Eroina del web 3

Palla Eroina del web 2

In tutta questa bontà e voglia di aiutare c’è anche stato chi ha voluto speculare ed a usato la visibilità di Palla per far soldi facendo girare la notizia della sua morte, un articolo pessimo uscito su un sito di ancor più dubbio gusto, ma prontamente le veterinarie che avevano in cura Palla hanno rassicurato i fan con video di palla viva e vegeta. Un gesto questo da condannare, gente che per qualche clic in più gioca sfruttando la sensibilità della gente.

Comunque la visibilità di Palla sul web ha portato all’adozione di altri “rottami ricondizionati”, come vengono definiti simpaticamente i cani con diversi problemi, disabili, anziani, dei cani quasi da “rottamare” ma con ancora tanto tanto amore da dare.

Palla nel frattempo è stata adottata, e non poteva trovare una famiglia migliore, infatti rimarrà nella clinica dove è rinata, dove è stata salvata e dove grazie a lei tanti altri animali verranno salvati; con queste parole Monica Pais ha comunicato ai tanti fan, che chiedevano che la cagnona rimanesse con loro, la bella notizia: “Abbiamo messo il microchip, Palla è mia. Resta con noi, con me. Non sta ferma un attimo, sembra l’abbia capito”. 

Palla Eroina del web 6

Domani, 18 marzo, entrambe saranno ospiti su Rai Due alle 11:10.

Il lavoro dei veterinari di cuore e dei volontari che ogni giorno salvano centinaia di rottami, bistrattati, maltrattati, abbandonati, violati, è uno dei lavori più duri e allo stesso tempo più soddisfacenti e gratificanti, spesso senza grandi ritorni economici, spesso è un lavoro che sfinisce e strappa pezzi di anima, per questo non si può non dire grazie, grazie di cuore a tutti coloro che non si voltano dall’altra parte ma che si rimboccano le maniche e tirano fuori le unghie per difendere chi non può difendersi da solo.

Palla Eroina del web 7

Palla è diventato un simbolo e speriamo che la crudeltà delle persone che fan del male agli animali venga severamente punita, perché fare del male ad un animale è come fare del male ad un bambino, non capisce il perché, non sa che non è colpa sua; inoltre grazie ai social network si può fare molto per aiutare le associazioni di volontari, le Onlus e gli animali in difficoltà, sempre prestando attenzione magari verificando di persona o chiedendo garanzie, purtroppo ci sono anche persone che si approfittano del buon cuore della gente per spillare denaro in nome di qualche fantomatico cane da aiutare, ma non è questo il caso di Palla.

Palla Eroina del web 5

In ogni caso se volete aiutare animali in difficoltà e non vi fidate ad inviare denaro (assicuratevi sempre che ci sia un’associazione dietro ogni vostra donazione) potete sempre rivolgervi al canile della vostra città, potete andare a fare del volontariato, portare cibo e coperte, dare una mano ma anche solo qualche grattatina dietro le orecchie e qualche coccola… e magari potrebbe anche scoppiare l’amore e un cagnolino abbandonato potrebbe trovare una nuova casa!

Valeria Bonora