Sei in Chicche di Yoga

La Polarizzazione: un esercizio per liberare l’anima dalle preoccupazioni

“La mia mente e il mio cuore: a volte due polsi estranei che si vogliono liberare l’uno dalla stretta dell’altro, altre volte due mani giunte in una identica preghiera e in una identica direzione di luce.”
Fabrizio Caramagna

A volte ci sentiamo impantanati in qualche vecchia situazione, continuiamo a rimuginare su quello che é stato e ci sentiamo letteralmente sprofondare nelle nostre preoccupazioni.
Avremmo bisogno di cambiare prospettiva, di salire, di liberarci.
Ed é proprio in questi momenti che potrebbe esserci d’aiuto una pratica, chiamata polarizzazione, che proviene dal Raja Yoga.

Sesto chakra: i sogni sono i nostri maestri spirituali!

Terzo occhio, illusioni, risveglio spirituale, velo di Maya, simboli, sogni…Avete presente quel gioco in cui si devono collegare dei puntini?
É una sorta di puzzle: il disegno appare solo unendo i punti seguendo un ordine numerico, alfabetico o simbolico. Mi piaceva molto giocarci da bambina.
All’inizio, sulla pagina, vedevo solo questa serie di puntini, ma via via che li univo tra loro, si formava un’immagine che ero in grado di indovinare ancora prima di averli collegati tutti.
Mi ricordo bene la sensazione che provavo, mi sentivo una super eroina dalla “super vista”, che riusciva a vedere oltre gli occhi fisici!

Come guarire dalle malattie psicosomatiche del Quinto Chakra

Si dice che a volte basti il suono di una voce per placare una tempesta.
La voce è l’espressione vivente della nostra vibrazione di base, della nostra essenza.
E il quinto chakra è il regno delle vibrazioni.

Quando la libertà di espressione viene minata, il quinto chakra si blocca e noi diventiamo eccessivamente introversi, perdendo la capacità di esprimerci e di incamerare le informazioni.
Se il blocco è piuttosto grave, diventiamo un sistema chiuso.
E magari ci ritroviamo a dire solo quello che la gente vuole sentire.
Potremmo avere paura di dire la nostra verità o avere paura di quello che gli altri pensano, al punto da rinunciare alla nostra autenticità.

I Bagni Derivativi: il potere dell’acqua fresca per disintossicare l’organismo

Ci sono delle volte in cui, guardando la gatta di mia sorella, riesco a percepire quanto siano profonde le radici del suo Essere.
Mi insegna la calma e la presenza, a lasciarmi andare alla vita.
Le sue fusa fermano la mia mente creando un piccolo spazio, un passaggio per entrare nel mio Essere, mi mostrano la strada per “tornare a casa”.

Si dice che i gatti trascorrano le loro nove vite a prendersi cura degli ammalati.

Qualcuno li definisce i Guardiani dell’Essere perché si sanno prendere cura della salute fisica, emozionale,  mentale e spirituale di chi vive con loro.

I dodici massaggi mattutini per portare armonia ed energia in tutto il corpo

Non so voi, ma io sto aspettando con ansia l’arrivo della primavera.
Ho bisogno di toccare con mano i frutti nati dalla capacità della madre terra di accogliere e stare di fronte a qualsiasi cosa, amandola profondamente, riconoscendola e permettendole di esprimersi per quello che è.
Sì perché la terra non dirige, non interferisce, non ha la capacità di cambiare la natura del seme, ma ha la capacità e il potere di far germogliare, di accogliere e di far crescere quel seme.

Gibberish: parlare senza senso per scaricare la spazzatura che intasa la mente

Ho conosciuto il Gibberish scrivendo la mia tesi di yoga, ma ne faccio esperienza diretta ogni giorno osservando i miei bambini del nido mentre si esprimono in quello che chiamo “il linguaggio degli gnomi”: il linguaggio più antico al mondo, comune a tutti i bimbi della terra, che non segue le leggi della ragione, ma la saggezza dell’Essere.

Il Gibberish, cioè parlare velocemente e ad alta voce in un linguaggio “senza senso”, è efficace per liberare il chakra della gola, il chakra della comunicazione.

Il Chakra della Gola apre la porta del proprio cammino spirituale

Ho la fortuna di avere due cari amici “dall’aura blu”, uno lontano e uno molto vicino.
I loro abbracci sono indescrivibili: mi calmano e rassicurano all’istante avvolta in tutto quel blu!

Sì perché il blu é il colore della calma, dell’infinito, della pace, della serenità emotiva, dell’equilibrio e dell’armonia.
É il colore del cielo, del mare e rappresenta il padre cielo, in opposizione al giallo della madre terra.

Per i cinesi il blu è il colore dell’immortalità.

Ma il blu è anche il colore associato al quinto chakra, quello della gola, Vishuddha, il centro delle capacità umane di esprimersi, comunicare e ispirarsi.

Il massaggio del viso che cura una miriade di malanni e fastidi

Da quando pratico la pole dance ho spesso dei lividi sulle gambe che, oltre a farmi male al tatto, fanno molto preoccupare le mie piccole allieve di danza moderna.
In farmacia mi hanno consigliato una crema a base di eparina, ma da brava insegnante di yoga ho cercato qualcosa che potesse risolvere il problema in modo naturale.
É così che mi sono imbattuta e innamorata di un massaggio linfodrenante che viene dal Dien Chan, la multi-riflessologia facciale vietnamita.

La respirazione risanante dona longevità e salute agli organi interni: ecco come si fa!

Lo sapevate che c’è una connessione tra il numero dei respiri dell’uomo e l’anno cosmico?

Ebbene sì: un uomo fa in media in un minuto 18 respiri che in 24 ore fa 25.920 respiri e questo stesso numero equivale agli anni necessari al sole per percorrere tutto lo spazio dello zodiaco e ritornare nello stesso punto il giorno dell’equinozio di primavera.
Quindi 25.920 anni costituiscono un anno cosmico così come 25.920 respiri costituiscono un giorno di vita umana!

Attraverso il nostro respiro ci mettiamo in comunicazione con l’Universo creando un ponte tra microcosmo e macrocosmo in uno scambio continuo di dare e avere.

La Rabbia è un campanello d’allarme: ecco l’esercizio che ci aiuta a lasciarla andare

Una volta un mio maestro per “parlarmi della rabbia” mi mise una penna in mano e mi chiese:

“Puoi sentire dove finisce la tua mano e dove inizia la penna?”

Risposi di sì, così continuò:

“Ora immagina di essere arrabbiata, cosa succede alla tua mano?”

Iniziai a stringere forte la penna.

“Vedi? Se fai così sembra che tu e la penna siate un tutt’uno, al punto da sembrare impossibile lasciarla andare. Ora prova invece a farla scorrere sulla mano. Puoi lasciarla andare così?”

Quell’esempio fu illuminante per me!

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655