Sei in Bambini

6 Acconciature per Bambine per Intrappolare la Tristezza

Mia nonna diceva che quando una donna si sentirà triste, quello che potrà fare è intrecciare i suoi capelli: così il dolore rimarrà intrappolato tra i suoi capelli e non potrà raggiungere il resto del corpo.

Bisognerà stare attente che, la tristezza, non raggiunga gli occhi, perché li farà piangere e sarà bene non lasciarla posare sulle nostre labbra, perché ci farà dire cose non vere; che non entri nelle tue mani – mi diceva – perché tosterà di più il caffè o lascerà cruda la pasta: alla tristezza piace il sapore amaro.

Giocare senza giochi: 5 divertentissime idee!

Giocare senza giochi è impossibile? Assolutamente no! Anzi è semplice, creativo e divertente!

In realtà la maggior parte dei giochi che abbiamo in casa non vengono utilizzati dai bambini per giocare. A tal proposito leggete l’articolo Giochi per bambini: i 4 errori degli adulti.

Siamo così abituati a comprare giochi, a regalare giochi, a trovare giochi che abbiamo perso di vista il vero significato del giocare. I bambini, infatti, devono poter sperimentare attivamente attraverso il gioco, devono divertirsi, devono crescere. Il giocare senza giochi permette loro di attivarsi in prima persona, di utilizzare il corpo e la mente, di concentrarsi e godere di ciò che fanno, senza la distrazione dell’utensile gioco.

Colori a dita fai da te: 3 ricette semplici e veloci

“La creatività è in ciascuno di noi. Per meglio dire era in ciascuno di noi, quando eravamo piccoli. Nei bambini la creatività è un elemento universale. Fra gli adulti è pressoché inesistente. Il grande problema è di riuscire a sapere che cos’è accaduto di quest’immensa, universale risorsa umana, un problema attuale, che costituisce l’oggetto della nostra ricerca.”
~ Harold Anderson ~

I bambini hanno bisogno di esprimere la loro arte, il modo migliore di farlo per loro è il colore, tutti i bambini sono attratti dai colori, a loro piacciono i colori primari, forti e decisi, blu, rosso e giallo sono sufficienti per creare tutti i colori del mondo (ricordo che il bianco non è un colore ma è assenza di colore).

Giochi per bambini: 20 idee davvero speciali!

Bambini: ecco 20 idee per creare dei fantastici giochi in casa!

Giochi per bambini: ecco come combattere la noia in modo creativo!

I bambini, lo sappiamo bene, non stanno fermi un secondo. Hanno sempre bisogno di sentirsi stimolati, impegnati, di giocare con la fantasia e di mettere in atto la propria creatività.

Molti bambini in casa spesso si annoiano, benchè dispongano di una grande quantità di giochi e di numerose proposte di cose da fare.

E questo, spesso, per i genitori diventa forte fonte di stress, perchè i bambini cominciano a lamentarsi e il genitore entra nello sconforto.

Agrinidi, agriasili e agriscuole: vivere rispettando la natura sin dai primi mesi di vita

Bambini a stretto contatto con la natura e con gli esseri che la popolano. E’ questo l’obiettivo degli agrinidi, agriasili e agriscuole,  strutture di accoglienza realizzate all’interno di un’azienda agricola destinata ad accogliere bambini da 3 mesi a 3 anni (nel caso degli agrinido, da 3 anni a 6 anni (nel caso degli agriasilo), da 6 anni in sù (nel caso delle agriscuole).

Un modo alternativo di educare i bambini, che oltre avere i classici quaderni, colori e libri hanno pieno possesso di zappa, galosche e rastello per coltivare l’orto.

Neonati: parlare molto con loro li aiuterà a crescere più intelligenti

I primi giorni di vita di un neonato sono, per i neogenitori, un susseguirsi di emozioni: gioia, felicità, stupore, ma anche i primi dubbi e le prime preoccupazioni per questo piccolino che ci appare così piccolo, indifeso e bisognoso di noi.

E proprio i primi mesi per il bambino sono di rilevante importanza, al punto che le abitudini da lui prese possono influire il suo comportamento negli anni a seguire.

Per prima cosa, per esempio, il bambino ha bisogno di sentire che i genitori hanno la situazione sotto controllo: solo in questo modo si sentiranno sicuri e autonomi, anche per quanto riguarda la nanna e le regole alimentari.

Il Medodo Montessori arriva su smartphone e tablet: le cinque applicazioni per Android e iOS

Maria Montessori è stata una figura davvero importante per il nostro panorama culturale italiano, nota per il metodo pedagogico che prende il suo nome, usato in migliaia di scuole materne, elementari, medie e superiori di tutto il mondo.

Il Metodo Montessori si basa sull’indipendenza e sul rispetto per il naturale sviluppo mentale del bambino.

Tra gli elementi principali della teoria della pedagogista vi sono le classi di età mista, la scelta dello studente all’interno di una gamma di opzioni prestabilite di attività da svolgere e un modello costruttivista in cui gli studenti imparano il concetto di lavorare con gli oggetti, piuttosto che con istruzione diretta, con l’utilizzo di materiale didattico specializzato e sviluppato dalla Montessori e dai suoi collaboratori.

Emilia Romagna: alla scuola dell’infanzia le torte di compleanno vengono fatte solo con la frutta

L’Emilia Romagna ha rilasciato le nuove linee guida per l’offerta di alimenti e bevande salutari nelle scuole, oltre a fornire i giusti strumenti per la sua valutazione e controllo (potete trovarle qui).

E, come viene specificato, per ambiente alimentare scolastico si intendono tutti quegli elementi del contesto scolastico che influenzano le abitudini alimentari degli alunni e della comunità scolastica, in particolare l’offerta alimentare a scuola.

Queste nuove linee guida vogliono dunque costituire un concreto strumento per contribuire alla promozione di sane scelte alimentari in tutto l’ambiente alimentare scolastico.

La scuola steineriana e la libertà dei bambini

“Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa” Rudolf Steiner

La scuola steineriana nasce per caso nel 1919 quando a Stoccarda viene affidata la direzione di una scuola, destinata all’istruzione dei figli degli operai della fabbrica di sigarette di Emil Molt, al filosofo, pedagogista Rudolf Steiner.

La fabbrica si chiamava Waldorf-Astoria e da qui prende il nome di metodo Waldorf, utilizzato in più di 1.000 istituti e 1.600 scuole materne in tutto il mondo.

Ma in cosa consiste questo metodo di insegnamento tanto discusso?

Un Video Scandalo che Tutti i Genitori Dovrebbero Vedere

Questo video mi ha lasciato perplessa lo ammetto. Ho una figlia e spesso mi lamento di quanto sia un maschiaccio, sempre in tuta, sempre a giocare a palla, a cercare insetti nei prati o a scalare qualche roccia o albero… eppure guardando questo video non posso che essere contenta di come sia.

Ogni tanto ci provo a farle indossare una gonna, a metterle una collanina carina… ma il suo carattere è bello forte e queste cose la infastidiscono, non le piacciono, immagino dovessi truccarla o vestirla come una Barbie come reagirebbe.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655