La storia di Shoep continua ad emozionare

Ricordate sicuramente la foto che ha commosso il web che ritraeva un uomo che cullava il proprio cane nelle acque del Lago Superiore (Lake Superior) per alleviargli i dolori articolari? Il vecchio cane inizia a stare un po’ meglio grazie agli aiuti arrivati attraverso le donazioni dei sostenitori.

Schoep ha sempre amato l’inverno e la neve, e sta andando alla grande. Ora che è più fresco, è più vivace. Egli risponde molto bene al suo trattamento” ha detto il portavoce Julie McGarvie in un’intervista esclusiva a RadarOnline.com.

John Unger del Wisconsin ha adottato il suo cane, Schoep, quando era solo un cucciolo, ma dopo 19 anni insieme il semi pastore soffre di artrite e ha difficoltà a dormire, tanto che la scorsa estate doveva essere cullato in acqua per provare sollievo e dormire un po’.

L’immagine commovente del legame tra uomo e cane che è stata catturata da un amico e fotografo Hannah Stonehouse Hudson, proprietario dello Stonehouse Photography, che ha scattato la foto in una attimo che ha catturato il momento magico.

Ora fa troppo freddo per le loro sessioni in acqua ma Schoep si sta divertendo a giocare nella neve durante queste vacanze, grazie anche ai trattamenti laser salva-vita che hanno contrastato con successo l’invecchiamento che colpisce con l’artrite il suo migliore amico.

John sta spendendo tutto il suo tempo prendersi cura del suo cane e lui non lo lascia, lui è molto attento “, ha spiegato McGarvie. Gli sta facendo molto bene e sembra amare la neve, ma non viaggia in città perché le strade non sono molto belle in inverno.

Grazie alle donazioni che hanno raggiunto un totale di oltre $ 40.000, arrivate grazie alla foto, le cure hanno portato giovamento al Shoep ma non solo, le donazioni in eccesso vengono utilizzate per il bene di animali meno fortunati.

Abbiamo fondato la Schoep’s Legacy Foundation per lavorare con altri rifugi e aiutare la comunità sia a livello regionale e locale, e aiutare i cani luogo e fargli procedure mediche e trattamenti per se stessi” ha detto Hudson ad RadarOnline Schoep era più che ben curato, in termini di donazioni, quindi c’erano un sacco di soldi rimasti e così hanno smesso di prendere le donazioni per Schoep e li hanno usati per la fondazioneSono rimasto scioccato in un primo momento a quanti soldi la gente stava dando a Schoep, ma dopo mi sono reso conto che non ero più sorpreso dal supporto che abbiamo ottenuto dalla Fondazione. Le persone stavano cercando di essere parte di qualcosa di positivo, di quel che era incredibile.”

Penso che staranno poco al caldo durante le vacanze, Schoep ama il freddo, quindi sono sicuro che sta già cercando di uscire“, ha rivelato Hudson.

Visitate la pagina Facebook di Shoep e John –>>http://www.facebook.com/Schoep.and.John

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!


Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 27/12/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655