Bla Bla Car: il modo più etico di viaggiare!

bla-bla-car

Offrire o cercare un posto in automobile, per viaggiare in compagnia verso la stessa destinazione, condividere le spese e ridurre l’inquinamento: sono le basi del “ride sharing”, che in questi tempi di crisi economica sta incontrando un successo notevole.

Leader europeo del settore è BlaBlaCar, una piattaforma online diffusa in ben 14 Paesi, che vanta una community di oltre 10 milioni di iscritti, decine di migliaia di destinazioni in tutta Europa e due milioni di persone trasportate al mese.

Con una media di 2,8 occupanti per auto, questo sito è riuscito a far condividere oltre tre miliardi di Km, consentendo un risparmio ai conducenti di oltre 216 milioni di euro, nonché la mancata emissione in atmosfera di circa 700mila tonnellate di CO2.

BlaBlaCar è nata a Parigi nel 2006, quando i francesi Frédéric Mazella, Nicolas Brusson e Francis Nappez decisero di investire dei fondi per rilevare e aggiornare un portale dedicato alla condivisione di viaggi in automobile. Dopo il superamento di alcune difficoltà iniziali, Coivutage (nome originario di BlaBlaCar) si affermò come un’innovativa modalità di trasporto a basso costo, amata soprattutto dai giovani. Una piattaforma online simile sorse anche in Italia nel febbraio 2010, quando un gruppo di studenti dette vita a Postoinauto, un sito che in soli due anni, complice il caro-benzina, riuscì a raggiungere ben 100mila posti condivisi in auto. Nel marzo 2012 la fusione: il portale italiano entrò a far parte della rete internazionale di Coivutage, che cambiò il nome in BlaBlaCar.

blablacar-01

Semplice, affidabile e conveniente, questa piattaforma ottimizza l’utilizzo dell’auto e contribuisce a ridurre l’impatto ambientale, mettendo facilmente in contatto conducenti che hanno dei posti liberi sulla propria vettura, con utenti che devono recarsi nella stessa destinazione ma sono sprovvisti di mezzo o non vogliono guidare. Il vantaggio è reciproco, perché al piacere del viaggio in compagnia si unisce anche il risparmio legato alla condivisione delle spese, mentre l’ambiente tira un sospiro di sollievo, grazie al minor numero di auto in circolazione e quindi alla diminuzione delle emissioni nocive di gas serra.

Il funzionamento di BlaBlaCar è molto semplice. Prima di tutto, per pubblicare o ricercare offerte di passaggio e trovare dei compagni di viaggio bisogna iscriversi gratuitamente al sito, creando un account dove inserire le proprie credenziali. Completata tale facile e veloce operazione, si entra a far parte della community e si può accedere a tutti i servizi.

BlaBlaCar

Per trovare un passaggio, basta indicare la data e le destinazioni di partenza e di arrivo nel motore di ricerca, visualizzare sul sito tutte le possibilità elencate in ordine cronologico per ora di partenza, coi posti disponibili e i prezzi, e infine scegliere il conducente. Ognuno di loro ha un suo profilo con la foto, la biografia, il livello d’esperienza, i dati dell’automobile, le preferenze (musica ascoltata in macchina, gradimento o meno di cani, permesso o meno di fumo ecc.) e soprattutto i commenti di feedback pubblicati dagli utenti con cui ha viaggiato, che costituiscono l’elemento principale per ispirare fiducia. La loro consultazione è quindi di notevole aiuto per capire l’affidabilità, la personalità e le modalità di guida di ogni conducente, in modo da avere la massima serenità durante il viaggio.

Effettuata la scelta, si clicca sulla voce “contatta il conducente” per inviargli un messaggio privato o chiamarlo direttamente al cellulare, al fine di prenotare il posto in auto. Dopo la conferma, basta presentarsi in orario nel luogo stabilito e pagare direttamente al conducente la cifra pattuita. Una volta giunti a destinazione è buona norma lasciare un commento di feedback sull’esperienza di viaggio (il conducente farà lo stesso), così da migliorare il livello di esperienza, che aumenta la probabilità di farvi accettare da altri conducenti quando cercherete un altro passaggio.

bla-bla-car-1

Viceversa, chi ha un’automobile propria e vuole effettuare un viaggio in compagnia, dopo aver completato il proprio profilo personale sul sito, deve solo inserire gratuitamente un annuncio, dove precisa la data di partenza, la destinazione, il numero di posti disponibili e il prezzo.

Con Bla Bla Car non si viaggia al buio, perché la start-up che lo gestisce s’impegna a garantire la massima affidabilità e sicurezza, fornendo anche un servizio d’assistenza disponibile tutti i giorni per qualsiasi necessità. L’identità degli iscritti è verificata (ad esempio controllando foto, e-mail e numeri di cellulare) mentre i profili e i commenti di feed-back sono utilizzati per premiare l’affidabilità degli utenti e segnalare coloro che non hanno rispettato le regole. Il team di BlaBlaCar.it verifica inoltre qualsiasi contenuto pubblicato sul sito e blocca gli utenti che tentano di utilizzarlo a fine di lucro, o non rispettano lo spirito di condivisione richiesto dalla community.

Per creare la massima fiducia all’interno della piattaforma, tutti gli utenti sono classificati in base al livello d’esperienza (principiante, apprendista, intenditore, esperto, ambasciatore), che dipende da quattro fattori (verifica dell’e-mail e del cellulare, completezza del profilo, feed-back positivi ricevuti, tempo d’iscrizione) e può esser migliorato col tempo e le attività svolte. Sul gradino più alto vi sono gli ambasciatori, ossia i migliori utenti di BlaBlaCar, che ispirano la maggior fiducia, vengono contattati per primi e riescono quindi a riempire velocemente le proprie auto. A loro è anche concesso di partecipare a interviste Tv e focus group, nonché di esprimere le proprio opinioni in merito allo sviluppo di nuove funzionalità sulla piattaforma.

bla-bla-car-2

Per trovare un giusto equilibrio tra le esigenze del conducente e quelle di chi chiede il passaggio, il sito consiglia un che corrisponde a una semplice operazione (benzina + pedaggio/3), considerando tre ospiti dell’automobile oltre al conducente. In pratica, il costo consigliato dalla piattaforma corrisponde a una condivisione delle spese variabili (benzina + pedaggio), mentre per quanto riguarda il conducente si considera che paghi già il suo posto assicurando il costante buon funzionamento della vettura, accollandosi le spese fisse (manutenzione, assicurazione, ammortamento ecc.). Un viaggio Milano-Bologna, ad esempio, che importerà 14 euro di pedaggio e 22 euro di benzina, verrà a costare a ciascun passeggero soli 12 euro. In ogni caso, le somme percepite dal conducente a titolo di contributo non dovranno mai superare il costo reale del viaggio.

Bla Bla Car si dimostra quindi più conveniente perfino dei mezzi di trasporto pubblici, offrendo la possibilità di viaggiare sicuri in compagnia e fare nuove conoscenze, nell’ottica del maggior rispetto ambientale. A dimostrazione che le idee vincenti possono davvero rivoluzionare in meglio le nostre abitudini.

Ecco un video che spiega come funziona Bla Bla Car.

Qui di seguito vi riporto quello che dicono di BlaBlaCar.it

Virgilio.it – Un modo alternativo di viaggiare, economico, ecologico e confortevole, che permette tra l’altro di socializzare con persone nuove in sicurezza.

Il messaggeroPerché oggi chi vuole condividere l’auto, dimezzare le spese e, perché no, inquinare di meno cerca i propri compagni di viaggio su Internet.

Il giornaleIl servizio mette insieme passione ecologica, necessità di risparmiare e anche la semplice voglia di non farsi chilometri e chilometri da soli in auto. Verde, economico e sociale, il portale copre tutta l’Italia.

Radio 24Sono sempre di più coloro che scelgono di condividere l’automobile per fare i loro viaggi, il concetto è piuttosto semplice, si riempie l’auto e si risparmia così notevolmente sui costi di autostrada e carburante.

Ansa.itLa crisi economica apre la strada a nuove tendenze, anche per quanto riguarda gli spostamenti.

La RepubblicaStudenti, pendolari e viaggiatori: l’autostop rinasce grazie al web

QuattroruoteCondividere è bello… e risparmiare ancora meglio. Così, negli ultimi tempi, le offerte di passaggi auto hanno registrato una crescita esponenziale.

RaiIsoRadioIl risparmio è garantito e si fa anche un viaggio piacevole.

Corriere della SeraIn un anno i passaggi sono triplicati: dai 29 mila del febbraio 2011 si è passati agli oltre 100 mila, secondo un’indagine di postoinauto.it, uno dei principali operatori italiani.

TG2Un automobilista che si sposta da solo paga la benzina in media 1,90 € al litro, a macchina piena meno di 0,50 €.

Allora cosa aspettate ad inserire il vostro profilo corredato di foto nel sito? Potrete offrire un passaggio o accettarne uno, ma di sicuro avrete l’occasione di fare qualcosa per il pianeta e per le vostre tasche.

Marco Grilli

Marco Grilli

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Marco Grilli il 05/03/2015
Categoria/e: Primo piano, Soluzioni Ecologiche.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655